lunedì, agosto 29, 2016

tv story 1970





Nel 1970 Ugo  La Malfa si oppone alla TV a colori perche'
“gli italiani spenderebbero troppo”

In realta' e' in corso una battaglia di polli, poLLitica appunto, sull'adozione del sistema francese-soviet o del sistema PAL.


Doctor Who viene trasmesso a colori.
Per chi ha il colore.

In italia e' stato considerato troppo concettuale il programma per bambini BBC.




Nel frattempo, nel 1970 sempre, in America stufi della televisione a colori normale e del telecomando che in Italia era una cosa mai vista si mettevano produrre tutta una serie di cose come il televisore con l'immagine multipla.

È una cosa che in Italia ed ebbe un certo sviluppo negli anni 90 con l'immagine PIP mentre con la tecnologia di quell'epoca la RCA fece banalmente (si fa per dire) un televisore a colori circondato da quattro piccoli schermi in bianco e nero con un telecomando in grado di comandare i cinque ricevitori.
1971



Nel 1971 Sony pubblica il primo standard di videoregistratore professionale che avrà una vita insolitamente lunga U-matic. Inizialmente prodotto con accordi con altre case come la matsushita e la jvc, continuerà ad essere prodotto per circa quarant'anni. Molte le versioni successive che introducevano migliorie come la versione SP o quella con l'audio digitale.

lunedì, agosto 22, 2016

tv stoy 1969



 il 20 luglio 1969

 La diretta dalla Luna è vista da 720 milioni di persone in tutto il mondo, con lo sbarco di Apollo 11  Neil Armstrong e Buzz Aldrin fecero i primi passo passi sulla superficie della Luna

lunedì, agosto 15, 2016

TV story 1968




Nel 1968 la piccola  Sony pubblica finalmente sul primo televisore a colori trinitron.


Bisogna ricordare che all'epoca costruire un televisore a colori non era la passeggiata che è oggi.
Non esistevano delle parti predefinite da assemblare ma tutto doveva essere costruito e la parte più rognosa era il cinescopio: comprarlo altrove avrebbe voluto dire non essere competitivi.

Oggi costuire un cellulare lo puo' fare chiunque ma allora fare anche una banale radio FM erano gatte da pelare.

 All'epoca esistevano giusto due o tre aziende che avevano in mano di brevetti per poter fare cinescopi e Sony per evitare di trovarsi a dover pagare quelli che sono diretti concorrenti cerca una soluzione.

Ricordiamo che giapponesi avevano lo stesso standard televisivo americano e quindi il mercato giapponese e americano erano uniformi anche in virtù del fatto che i trasporti verso le due nazioni erano gia' piuttosto intensi.

Sony nel 61 compra i brevetti di un cinescopio chiamato Cromatron ideato da un premio Nobel ma che dopo anni di sofferenze per farlo funzionare (tanto da portare sony sull'orlo del fallimento) impone una svolta con un paio di modifiche sostanziali.
O la va o la spacca.



Anziché avere tre cannoni elettronici ne possiede solo uno con il vantaggio notevole di un abbassamento dei costi di realizzazione.
Nel 1968 infatti un cannone elettronico era una cosa piuttosto costosa da realizzare non essendoci ancora i robot.

Il cinescopio per come è costruito arriverà fino alla clamorosa chiusura delle vetrerie avvenuta improvvisamente. Ha diversi vantaggi che si manifesteranno negli anni e qualche svantaggio.

Ha una superficie cilindrica che è un grossissimo vantaggio dal punto di vista del marketing perché è possibile identificare un televisore della marca semplicemente osservandolo distrattamente.

 Permette un'accelerazione notevole che lo rende molto brillante che si va a sommare alla notevole luminosità data dalla griglia molto rarefatta.

Lo svantaggio è il fatto che la superficie cilindrica fa si che la proiezione sferica del cannone metta in difficoltà il fuoco e la geometria: in pratica avere un cerchio rotondo è sostanzialmente impossibile.

Nonostante ciò, forse per l'immediata possibilità di riconoscerlo, ha un grossissimo successo anche quando ci sono cinescopi meglio realizzati e grazie alle più sempre più veloci CPU sarà possibile, verso la fine, avere cerchi rotondi e messa a fuoco uniforme.

lunedì, agosto 08, 2016

tv story 1966



1966
Nel 1966 general electric, GE, un colosso di ricerca che ha di fatto inventato tutto, immagino anche i cuscini con la scorengia, arriva sul mercato con un nuovo tipo di cinescopio nel quale i cannoni anziché essere disposti a triangolo, comunemente detto cinescopio delta, arriva sul mercato con quello che si chiama  cinescopio in-line.


Aver messo i tre cannoni in quella configurazione permette di avere una maschera frontale con dei fori più ravvicinati, e quindi, una luminosità maggiore e/o un cannone elettronico più piccolo di meno costoso.

Ricordiamoci che nel 1966 avere un generatore da 6000 V e aver abbastanza energia per fare una deflessione non era quello che si definisce una passeggiata, oltre alla costruzione stessa del cannone. Inutile dire che fu un successo mondiale e ispirò molti cinescopi successivi come quelli utilizzati poi da Sony, Nec, philips...



Parte star trek, in italia verra' trasmesso con un ritardo di 13 anni.
La formula1 viene riresa per la prima volta a colori. Per chi puo' vederla, ovviamente.

lunedì, agosto 01, 2016

TV story 1965



nel 1965 Una delle aziende americane, dove avevano gia' diversi canali e TV, sul suo top di gamma (ovviamente a colori) mette un nuovo accessorio: Space Command tunning
Questo affare e' quello che in italia si chiamera' anni dopo “telecomando”
La particolarità di questo oggetto, nato presso la medesima casa in versione a filo,  era che la trasmissione senza fili veniva fatto attraverso un clic  ultrasonico prodotto meccanicamente. In pratica un martelletto percuoteva un piccolo diapason, piu' forse una stanghetta, in alluminio che vibrando poteva essere distinto dal tv.

Per questo in USA li chiamano ancora oggi clicker:
Click Click!

Da noi telecomandi arrivarono quando ormai la emissione degli ultrasuoni veniva fatta attraverso l'elettronica e un piccolo altoparlante piezo.

Qualche anno dopo nel telecomando venne integrato anche un microfono così da permettere di rispondere al telefono attraverso gli altoparlanti del televisore parlando nel telecomando.

La zenit, oltre questo, farà altre invenzioni dopodiché se la pappera' il solito coreano inutile, nella fattispecie LG.

Investire fa male.

Il telecomando si evolse ancora passando poi alla piu' affidabile tecnologia IR e poi al digitale.
Potendo quindi codificare molti piu' tasti si arrivo, con blaupunkt, ad avere tastiere componibili  piu' ricche di quelle di un PC.



Fu anche l'anno della prima trasmissione fatta in extramondo dalla sonda ranger 9 dalla luna mentre si schiantava sul suolo.... LUNARE