lunedì, settembre 28, 2015

boxNcone 21/28

montaggi.
ovviamente non solo e' possibile mettete in una camera un altoparlante ma le stesse tipologie viste sopra possono essere viste con piu' altoparlanti e il piu' diffuso di questi montaggi e' il push-pull,
Gli altoparlanti non sono perfettamente simmetrici e questo tipo di montaggio minimizza la cosa (audiopro ne fece una bandiera).


In piu' aumenta la superficie dei coni e delle bobine senza aumentare il traferro e l'inerzia cosi' e' meglio avere 9 altoparlanti da 20W che uno da 180W (il solito Amar Bose)

Ovviamente, sporgendo, chi progetta per l'audio da trasportare in un flight case (EV?) tende a non usare questa configurazione che porta uno  o piu' coni a sporgere con il posteriore.

Poi ci sono gli isobarici, quelli simmetrici eccetera.

A dire il vero anche questi tipi di realizzazione si scontrano con il consumatore che non vede l'altoparlante perche' spesso e' nascosto nel mobile e pensa di aver preso una fregatura perche' simile esteticamente a cose che costano un quarto.

“mi sta dicendo una bugia ha solo 2 altoparlanti e quindi non puo' essere 3 vie e io VOGLIO ALMENO 3 vie”

oppure appare esteticamente grezzo come il push pull. “ma come non e' dentro nel mobile? Ne manca n pezzo!: lei mi deve fornire il pezzo di mobile che manca!”

E' questo il motivo delle lastre di plastica trasparente nel car audio e relative lucine.

Il grillino di turno caragnava perche' il sub aveva SOLO un altoparlante e allora fecero delle finestrelle per mostrare al fesso che magari i coni erano 3. Poi, visto che non capivano comunque, negli anni hanno ingrandito le finestre e messo pure la luce al neon. Ma il risultato fu pessimo: “ma come se sono dentro come fanno a sentirsi?”

Siccome era piu' bello avere la finestra (che fra l'altro peggiora mostruosamente il risultato) anziche' il buon suono oggi la cassa media per il tamarro automobilistico ha spesso finestra e lucine ma non ha da mostrare altri coni oltre a quelli visibili anche dall'esterno. Il consumatore ha scelto la cosa piu' importante per lui in una cassa: non il suono, non gli altoparlanti, non i bassi... ma la lucina da dentro la cassa!

Ecco perche' e' raro vedere configurazioni multiwoofer simmetrici, pushpull o isobarici: il consumatore pensa di essere fregato.

giovedì, settembre 24, 2015

Diselgate






Certe volte è bello notare che tutti si meravigliano davanti ad una cosa ovvia e risaputa.

Chi segue questo sfigato blog con poche centinaia di visite sa perfettamente che cosa ne penso dei motori a gasolio. E non sono OPINIONI.

Perché la matematica non è un'opinione e quando come in passato nei grafici che ho pubblicato dicono che la coppia del dato motore gasolone e' superiore a quella dell'altro, magari un benzina di buona cubatura aspirato, e guardi i due grafici di cui uno rampante l'altro assai sfigato che è stato brutalizzato per intere pagine dall'articolo di giornale sembra tutto a posto.
Ma poi guardi le unità di misura e scopri che quello sfigato in realtà è quello gasolio. I grafici avevano scale differenti per favorire  otticamente ad un primo sguardo il ciclo diesel. (4ruote per es)

Altro punto in cui la matematica è una scienza esatta e nel fatto che il motore a gasolio inquina dal triplo a sei volte tanto dei motori a benzina.

Questo non è un parto della mente malata dello scrivente ma è abbastanza verificabile dal fatto che le normative euro sono diverse se applicate a un motore a gasolio o uno a benzina.
Infatti l'euro due, oppure l'euro tre, non sono due classi ma bensì quattro: l'euro due per i motori a benzina non si può applicare direttamente al motore a gasolio ma viene fatto uno sconto così come avviene per i frigoriferi nofrost con le etichette.

Questa anomalia è stata applicata perché i costruttori di motori a gasolio, all'epoca in tutto il mondo erano veramente pochi, erano principalmente italiani,tedeschi e qualche francese, dissero che mettere due catalizzatori come sulle automobili a benzina, uno riducente e l'altro ossidante, avrebbe portato il costo di un motore già di suo costoso fuori mercato.
Non sarebbe stato un male.

La possibilità di accedere ad un carburante più economico ha fatto si che in molti Stati tra cui l'Italia preferirono spendere in ospedali che in carburante.

A questo si aggiunge che le stesse normative non controllano il grosso problema del motore a gasolio chiamato particolato e solo con le norme più recenti, parzialmente con l'euro cinque e finalmente con l'euro sei, si è cominciato a misurare questo parametro senza però dare un numero paragonabile a quello di un benzina di trent'anni fa.

Alcuni chiedono se il particolato sia così importante io rispondo con due affermazioni:

la prima affermazione è che i blocchi del traffico in quel di Milano sono avvenuti solo per il particolato e in evidenza durante il picco dell'acquisto delle autovetture a gasolio senza FAP.

Per qualcosa di più recente basti vedere che la Clean Air in London (CAL) ha pubblicato un nuovo rapporto, l'ennesimo e non da quest'unica agenzia, nei quali sono decine di anni in cui si dice Una cosa molto banale:
“il pericolo come emissioni diesel cancerogeni sono diventati il problema dell'inquinamento dell'aria più grande e più urgente in città: Policy Exchange ha stimato che i veicoli diesel sono responsabili del 91% di PM 2,5 e il 95% delle emissioni di NO 2 allo scarico dal trasporto su strada a Londra”

Se poi pensiamo che in Inghilterra le automobili diesel non sono diffuse così tanto come da noi viene da chiedersi come mai nessuno più importante di un piccolo blog di provincia abbia messo il dito su questo problema.
Hah, si, Fiat ha il piu' grosso catalogo di piccoli diesel al mondo e gli italiani sono i piu' grandio compratorei di cancro, ops, di gasolio al mondo insieme agli spagnoli.

Ci sono molte altre fonti che raccontano della pericolosità del particolato e alcune sono da fonti che non sono organismi statali arrivando persino a ricerche condotte all'interno della stessa azienda che produce la pillolina blu: dopotutto il cancro è un business per i farmaceutici.

Capite che dopo tutte queste informazioni che vedo da decenni il fatto che siano riusciti ad importare delle automobili a gasolio all'interno degli Stati Uniti è sempre stato per me un grandissimo mistero.

Come si fa a vendere ad un consumatore americano un'automobile che rispetto ad un bel V6 aspirato benzina ha meno cavalli, è più difficile da utilizzare, ha meno coppia, costa di più o inquina di più.

Mi sembra come quando da piccolini si andava vedere pagina 46 della settimana enigmistica per vedere la soluzione agli enigmi.
Haaaaa....
Barano.

Detto questo dovrebbe essere chiaro un po' per tutti e chi ha seguito un attimino il mondo e l'evoluzione dei motori non dovrebbe essere affatto sorpreso.
Il fatto che sulle riviste automobilistiche e sui giornali vari venga raccontata come una cosa sorprendente ma soprattutto incredibile squalifica mostruosamente i redattori.

Chiunque mastichi un attimino di tecnologia sa perfettamente che esiste sempre un rovescio della medaglia. Aumentare la potenza di un motore porta con sé tutta una serie di problematiche che possono sicuramente essere alleggerite da un aiuto elettronico ma non in maniera assoluta perché la fisica chiede sempre di pagare un pegno.

A questo si aggiunge il fatto che questi motori a gasolio dovrebbero competere con il meglio della motoristica mondiale. Nonostante gli italiani… 
Non pensate che motori americani siano arretrati non bisogna dimenticare che purtroppo è l'esatto contrario.

Per esempio quando Fiat ha presentato motori modulari, quelli che possono funzionare con solo una parte degli cilindri attivi, molti giornalisti si sono molto gasati agitando il proprio underwear come delle groupie. Peccato che negli States sono oggetti che esistano da parecchio tempo persino sui pickup.

Ancora è stata fatta una vera e propria opera manifatturiera nel raccontare il biturbo montato sul furgoncino di Bmw perché è un biturbo sequenziale NUOVO e CRUCCO.
Peccato che nessuno abbia mai fatto notare che non solo non è un motore nuovo ma tutta la novità è stata montata anni prima da Peugeot ed e' in realtà un parto americano della BORGWARNER. Non esiste un motore nuovo, ma solo uno molto vecchio che è stato praticamente ristrutturato da una società americana con tubine honeywell. Oltretutto la versione Peugeot era anche migliore.

Si potrebbe fare un lunghissimo elenco di tutte le cose che sono arrivate dagli Stati Uniti ma principalmente potremmo fare un paio di pagine per ricordarci tutti gli oggetti che sono nati per uscire ad ottemperare alle severe normative anti inquinamento in particolare a quelle californiane. 

Le marmitte catalitiche e il relativo sistema di alimentazione venivano utilizzati quando da noi la Panda 30 a carburatori faceva un gran fumo perché era più l'olio lavato che la benzina che veniva bruciata.
Da noi i catalizzatori sono arrivati con un certo ritardo perché per poter utilizzare occorre l'iniezione e una certa precisione di montaggio cose del tutto assenti su una gran parte dei motori europei.
Le prime Fiat catalizzate infatti consumavano più catalizzatori che treni di gomme

Non è un segreto che una buona parte dei motori di Mercedes, quelli da sbavo, siano di derivazione americana, che la Fiat si sia comprata un'azienda americana non solo per la rete commerciale ma perché possedeva tecnologie molto più avanzate e telai come quelli che ha cercato di elemosinare più volte anche da VW (diciamo kubang per piangere un pochetto?).

Dopo anni passati a pensare, ad essere INCREDULO di cosa riuscivano a fare ad motore a gasolio ecco quindi la risposta:
non potevano.

Adesso sembra che tutti diano contro la VW, considerata il marcio.

Nella realtà delle cose e molto più banale: essendo leader di mercato insieme a pochissimi altri come Fiat nei motori a ciclo diesel riuscire a imporre un segmento di mercato in cui metà delle aziende automobilistiche non producono motori a gasolio e quelle che lo fanno non hanno certo una gamma. E le porzioni di torta senza concorrenza generano enormi profitti come racconta il furgone VW rimarcato Porsche.

Adesso infatti tutti i giornalisti e i blogger sono lì che commentano cosa assolutamente senza senso come ad esempio l'andamento del titolo VW.

Certo, il titolo ha subito un grande crollo e probabilmente nei prossimi mesi potrebbero succedere cose cattive come ad esempio il fatto di dover riparare queste auto che sostanzialmente sono guaste.
Questo ovviamente può portare nel migliore dei casi a una perdita di potenza del 50% dei motori “Riparati”, cosa non certo gradita dal consumatore il quale potrebbe anche accorgersi di una variazione di potenza (la maggior parte non lo noteranno) citando in giudizio per un risarcimento.

Oppure le auto targate euro sei potrebbero divenire omologate euro 3 senza variazioni e anche questo potrebbe non essere gradita dal cliente ma soprattutto potrebbero smettere di avere il permesso di circolazione in alcuni Stati (o in citta' come milano).

Oppure ancora su questi milioni di vetture dovranno essere sostituiti i motori con caratteristiche vicino al promesso.

In tutti i casi, pensando anche alle multe che potrebbero arrivare soprattutto fuori dalla Germania, vuol dire enormi costi per quest'azienda.

Ma in realtà tutto questo è nato per diversi motivi:
la produzione motoristica europea non è a livello, se non rare eccezioni, con molta produzione mondiale e lo si vede bene anche sui benzina e il ricosro al turbocompressore.

Il turbocompressore è una bellissima scorciatoia che sulle auto con tonnellate di cavalli permette di averne altrettanti ma quando serve unicamente per raggiungere la concorrenza...
Se ci pensiamo bene alcuni motori VW, ma non solo, a benzina, competono con potenze di altri più o meno della stessa cubatura che sono aspirati. La domanda e' perché aggiungere complessità per nulla?

In realtà questa complessità del turbocompressore e di tutti gli ammennicoli che ci vanno dietro serve unicamente per poter ottenere le stesse cose che ci sono su motori più evoluti aspirati ma con minori costi e soprattutto con la possibilità di barare.

Io ho provato più auto negli anni scorsi intorno al 1200 cm cubici e se devo essere sincero le versioni turbo consumano qualcosa meno ma non così tanto come dichiarato. Il quattro cilindri montato sulla Opel, dovrebbe essere di derivazione Fiat, o il quattro cilindri montato sulla Ford Fiesta sono molto più semplici da guidare e non molto lontani come consumi rispetto ad esempio al turbo benzina montato sulla Polo di pari potenza.
Se però noi guardiamo le caratteristiche tecniche che ci sono sui cataloghi il motore turbo dovrebbero consumare veramente MOLTO meno. 

In realtà questo è vero solo a determinate condizioni che guarda caso sono quelle tipiche del percorso di omologazione.

Queste differenze così desiderate dal consumatore che guarda solo la carta, fanno sì che anche altre aziende percorrono la stessa strada.

Io non sono sicuro al 100% ma sarei disposto fare una bella scommessa sul fatto che un software molto simile non sia presente solo sulle automobili a ciclo diesel della Volkswagen ma si era presente anche sulle turbo benzina della stessa azienda e sulla maggior parte delle vetture di piccola cilindrata turbo (qualsiasi alimentazione) prodotte in Europa.


Ormai le potenze richieste sono notevoli: fino al 15 anni fa un'auto da 150 cavalli era una rarità mentre oggi qualsiasi 500 di merda ha motore Enorme.

Una jaguar XJ nel 2001-9 aveva 238CV a fronte di 5,1m di lunghezza e larghezza di 2,1m (una portaerei molto rapida). Una delle auto piu' sexy e meno capite della storia.
Certo nel cofano di una cinquecento un motore vero non ci sta. Se si tolgono i paracolpi la panda 500 aBBatT potebbe starci nel cofano del jag.
Il problema e' che nonostante sia lo stesso motore del 1985 ispirato dai pegeout TU e pensato per avere 80CV per motorizzare una tristissima tempra che oltre a fare la doccia al conducente beveva piu' olio di una petroliera panamax con il suo motore del 128.

Come ottenere le potenze “americane” se non si hanno in catalogo dei 2500 moderni?
Ecco quindi un milletre' sfiga con enorme garrettona con 215CV.
215CV Sulla panda 500!
E' ovvio che al minimo basta spegnere il compressore per tornare ad avere meno di 60CV e il cosumo da citycar. 
Ovviamente durante il TEST.
Tutti coloro che hanno acquistato roba altrettanto idiota come quella citata si sono lamentati di consumi MOLTO diversi da quelli aspettati, chissssssa' come mai?
 


Ricapitolando
Quale'e' il problema?
Qual'e' lo scandalo?

Diro' una cosa controcorrente:
NON CI SONO SCANDALI, il diselgate non esiste.

NON CI SONO SCANDALI per qualcosa che non era un segreto.

Sarebbe come dire che Cicciolina tromba tanto. Non è uno scandalo è semplicemente un'affermazione.

A mio giudizio da un lato sicuramente l'industria che cerca di “seguire le leggi” profittevolmente.
Ma non è certo una colpa esclusiva e neppure così grave.

Il problema nasce secondo me come al solito del consumatore il quale è fornitore di soldi sia alle aziende che i governi e non vuole rinunciare ad alcune cose.

Da un lato abbiamo dei sistemi di omologazione che non vengono aggiornati perché farlo e costoso ma soprattutto perché se dovessero replicare le condizioni che ci sono su strada sarebbe costoso anche il singolo test che già oggi, per una serie di ragioni, ormai costa milioni di euro per ogni vettura. 
Questo fatto è increscioso soprattutto per le piccole aziende per le quali è più oneroso omologare una vettura nuova che progettarla. 
Se ci avete fatto caso tutti piccoli costruttori sono svaniti.

Detto questo non è mio giudizio il testo più importante di un'autovettura e per pressioni dei consumatori quelli importanti o non si fanno o vengono ormai fatti alla carlona.

Per esempio i crash test secondo me stanno diventando una farsa che hanno fatto si di avere la forma del cofano contraria alla necessaria solo perché devono sfruttare integralmente l'altezza del panettone su cui andranno ad impattare.

Non per nulla alcuni responsabili VW hanno detto che Le loro auto erano comunque omologate.

In effetti le loro autovetture hanno passato regolarmente nelle condizioni di test il test stesso.

Pensiamoci bene: se viene fatto un test a 50 km/h costanti e a quella velocità si misurano i parametri pensando poi che per interpolazione ci possiamo aspettare un certo tipo di consumi stiamo sbagliando qualcosa. 
Sicuramente è improbabile fare un test di 1500 km per provare un'autovettura ma il rischio è che per fare bella figura nei test anche chi non fa una vera e propria barata come quella che sembrerebbe in realtà si studia il comportamento perché riesca bene appunto nelle condizioni di test.

Non è un caso che nei crashtest Ormai tutte le auto abbiano un punteggio minimo di tre su cinque e a maggior parte ormai sono punteggio pieno. 
Possiamo certamente dire che rispetto a trent'anni fa le auto in un incidente si comportano meglio ma non possiamo dire che l'aumento del punteggio recentemente riscontrato abbia portato gli stessi benefici.
Il motivo è semplice: l'auto non è progettata per uscire indenne da un incidente ma da un test.

E' come le classi degli elettrodomensici che abbiamo visto che non sempre la classe A+ sia meglio della B. Il consumatore vuole la letterina giusta sull'etichetta. Di quanto lavi la lavatrice o quanto consumi un frigorifero non importi.

Non parliamo poi degli amici SUV. Essendo ormai questi beniamini dei consumatori, quando esistevano solo in versione lusso erano odiati in quanto irraggiungibili, non sfigurano nei test di frenata e consumo.

Se pensate che queste due cose non siano molto strane, che consumino solo poco di più di un'autovettura oppure che sulla carta riescano a fermarsi in meno spazio di una Lotus elise (alta fino al vostro ginocchio e pesa come un scooter pur avendo più gomma che una cancelleria) siete in quel gruppo di persone affascinate dalla figlia di Fantozzi. 
I consumi per esempio della serie BMW X3 CHE è stata ripresa più volte dei giornali come eco-suv (un fantastico ossimoro) non solo sono poco credibili quanto comunque superiori alla berlina da cui deriva ma peggiore per caratteristiche dinamiche e costi.

Ma il cardine rimane comunque la domanda perché i governi offrono soluzioni semplificate per barare senza dare una serie di possibilità di controllo possono andare dalla lettura del software di gestione fino a test molto complessi (se non ne viene data la possibilità di lettura).

già, il cardine

il cardine si chiama consumatore che quell'idiota che desidera il televisore con tanti cavalli, l'automobile con tanti pixel, la macchina fotografica con tanti watt e oltretutto l'amplificatore da 1650 WATTICOSI ma che consumi poco.

Dietro queste insistenti richieste: l'automobile che risulti sulla carta con 
i numerini giusti, 
consumi, 
tipo di carburante, 
stelline di vario tipo 
e soprattutto l'immancabile autoradio da euro 50 ma che occupa il 90% della spesa pubblicitaria dell'azienda automobilistica 
Chi vuole vendere ha una sola Possibilità. 
Fare quello che chiede il consumatore.
Ecco perché tutte le aziende ormai fanno suv anche se realtà ammazza chi le compra.
Cercano di poter scrivere sul catalogo un consumo molto basso nonostante siano obbligate a passare un test.
E nonostante tutto devono uscire utilizzare un carburante che è più pesante della benzina ma economico, perché nella testa del consumatore e' importante è il costo alla pompa.

In realtà è tutto qui, le aziende fanno esattamente ciò che gli è richiesto dal consumatore, dallo stato eccetera.

Se l'esigenza è quella di avere Tutto e di più ovviamente è necessaria una scappatoia.
Perché dobbiamo ricordarci una piccola cosa:
è inutile mettere dei limiti all'inquinamento che non sono credibili.
Semplicemente se si vuole inquinare meno occorrono carburanti più leggeri come il metano o al massimo la benzina.

Ed infine smettiamola di essere ipocriti: l'inquinamento è un desiderio del pubblico il giorno che smettesse di desiderarlo smetterebbe di esistere nelle quantità odierne.

Si chiamano rinunce

lunedì, settembre 21, 2015

boxNcone 20/28

transmission line




Una linea di trasmissione è un differente approccio.
Anzi 3 diversi.

In molte descrizioni, anche fatte da nomi illustri del HiFi noterete che spiegano le TL in 3 modi differenti e cio' genera confusione.

Questo succede perche' e' un caricamento che esteticamente e' lo stesso, e' lo stesso come principio MA si puo' comportare in 3 modi.

In ogni oggetto a forma di tubo, Si instaurano delle risonanze alla frequenza in cui la
lunghezza d'onda è quattro volte la lunghezza del tubo (oddio, non solo. ma e' ok cosi').

Questo effetto è sfruttato in numerosi strumenti musicali, e la risonanza e quindi il rinforzo e' dato dall'aria contenuta.

In pratica eccitiamo il tubo e questo suona per lunghezza. La frequenza d'accordo sara' semplicemente la lunghezza.

Questo e' un modo di vedere la cosa per diametri assai grossi ma un'altro obbiettivo e' quello di vero e proprio rifasamento del  suono posteriore del WF per portarlo in fase con la membrana anteriore. (mica male, no?)

Altre volte la linea acustica e' in realta' una linea d'estinzione, chiamato anche altoparlante a labirinto e figlio del baffle infinito.

In tutti i casi la linea di trasmissione e' MOLTO lunga (almeno 2 metri) e questa  questa è ripiegata e nel ripiegare condotto  la cosa si va a complicare ulteriormente se come spesso accade questa specie di pitone e' acciambellato all'interno della cassa acustica.

Se questo non vi sembra abbastanza complesso tenete conto che la maggior parte dei programmi di simulazione non è in grado di gestire correttamente una linea di trasmissione fatta non linearmente ed è sostanzialmente motivo per il quale è diffuso soprattutto in Inghilterra la terra dove tre quarti dell'alta fedeltà ha avuto origine.

Diciamo che la TL non e' la piu' ambita dal consumatore sebbene alcune realizzazioni siano notevoli.

giovedì, settembre 17, 2015

inno grillinico



I Grillini hanno colpito ancora. 
Nuove vette.
 
Non bastava di aver dimostrato di essere incapaci di governare,
di essere incapaci di utilizzare i nuovi strumenti come i personal computer,
di non essere in grado di tenere un po' dibanale contabilità
di dire bugie addirittura su cio' che esiste sul loro sito,
di non capire molto di fisica di chimica e tutto sommato di essere
un gruppo di persone incapaci in grado di urlare e basta.

Adesso hanno fatto che un inno con tanto di videoclip. (fortuna che ridevano per fooorza itaaliaaa)

Analizziamo il testo:

Lo facciamo solo noi
La questione è potente e richiamo moltissimo il “siamo solo noi” di Vasco Rossi.
E noi è potente in tutti i partiti principalmente in quelli di sinistra in cui il noi è il legante cosmico per poter definire gli altri che sono quelli che non sono del partito.
In una frase si sono auto definiti ghettizzati e di sinistra.
NOI e LORO.
NOI
LORO
lo vedremo ancora come pervade il messaggio grillinico da sempre.

di salire sopra il tetto
Di salire sopra il tetto per quanto mediaticamente abbia abbastanza funzionato non è una cosa che fanno solo loro, giusto per ricordare il più famoso tetto parliamo di beatles. E poi cosa ha portato: una migliore gestione nazionale energetica?

di pretendere rispetto
Il rispetto è una di quelle cose che non si possono certo dare a chi dice tutto e il contrario di tutto ma soprattutto come rispettare gente che insulta i partner degli italiani?
Ricordiamo, vero, il fatto che in una sessione ufficiale del Parlamento è stato detto dai grillini che gli americani sono sostanzialmente dei bastardi?
E' non e' l'unica cosa GRAVE.

da chi proprio non ce n’ha.
Anche qui molto divertente: i Grillini non hanno rispetto di nessuno, quindi si può assolutamente affermare che bisognerebbe pretendere il rispetto da questa montagna di gente che si crede Superman.

Lo facciamo solo noi
di non fare compromessi
Chiunque non abbia vissuto in una bolla dorata sa perfettamente che la vita è un compromesso. 
Per esempio non è possibile avere le automobili senza avere petrolio e quindi le trivellazioni. 
Se l'idea è quella di aumentare le strade e le auto come più volte ribadito nel videoclip è automatico avere un aumento dell'inquinamento ma è quello che loro dicono di non volere: parliamo d'esempio del particolato di cui Beppe grillo ha fatto una bandiera?

di restar sempre noi stessi
Anche qui mi viene mente una frase celebre che diceva che solo gli imbecilli non cambiano mai idea.

per amore di onestà
Sull'onestà ci sarebbe molto da discutere visto che molte cose che sono state gestite/dette dai Grillini potrebbero essere interpretate... Glissiamo, non abbiamo 50 pagine.

Lo facciamo solo noi
di non prendere i rimborsi
Sul fatto che non prendano i rimborsi ci sarebbe da discutere parecchio innanzitutto per il fatto che loro stessi non possono accedere a questi rimborsi.
Quindi non è una questione che non hanno preso i rimborsi perché potevano accedervi e non l'hanno fatto. 
Semplicemente non potevano farlo.
Se nel frigo non ho la torta non posso dire di aver rinunciato a mangiare la torta perché nel palazzo tutti avevano la torta in frigo e  l'hanno mangiata.
Detto questo è anche vero che chi detiene potere all'interno del movimento macina parecchi soldi e probabilmente non sono una cifra molto distante da quella dei rimborsi.
Sarebbe interessante per esempio capire se è meglio avere un partito con un blog molto pieno di pubblicità e spara molte bugie e cavolate ma che catturano il clic oppure dei partiti e sui siti pubblicano solo le cose istituzionali.
Ancora un NOI 

di far fatti e non discorsi
Per quanto mi riguarda centinaia di volte che mi è capitato di ascoltare le corbellerie sparate dai Grillini solo una volta mi è capitato di un rappresentante che avesse fatto qualcosa di buono, fattivo e che parlasse con cognizione di causa. Ero basito.
Evidentemente anche nella discarica può nascere un fiore ma non è la regola.

Noi diamo i soldi per fare le strade
Mi piacerebbe sapere come si concilia il fatto di aumentare le strade con la presunta diminuzione dell'inquinamento.

Ancora un NOI 

loro distruggono la scuola pubblica
Oserei dire che per quanto mi riguarda trovo che la scuola pubblica sia migliorata parecchio con le ultime legislazioni ma che in realtà sia ancora molto lontana dagli standard europei vuoi perché esiste ancora una resistenza da parte degli insegnanti ad essere licenziati perché non servono più, alcuni tipi di insegnamento sono obsoleti e quindi inutili, e la mancanza di insegnanti delle materie che servirebbero come ad esempio informatica ma soprattutto l'uso dell'informatica all'interno di materie che non solo si appoggiano ormai da decenni ai computer ma anche la possibilità di gestire materie umanistiche con i nuovi attrezzi che ormai spopolano nel resto del mondo. (es MIDI?)

noi finanziamo le piccole imprese loro le fottono con la politica
Non mi pare che ci siano delle legislazioni che abbiano effettivamente cambiato il quadro legislativo delle piccole imprese. Magari mi è sfuggito qualcosa.
 
Ancora un NOI 


le auto blu le lasciamo alla casta
Le auto blu esistono in tutto il mondo. 
Sebbene sia vero che in Italia si è fatto un abuso decisamente allucinante è pur vero che se tu vai a recuperare un presidente del consiglio tedesco non ci va certo con la matiz ruggine, no?

guadagnamo quel tanto che basta
Anche qui è una cosa molto divertente: guadagniamo quel tanto che basta... per che cosa? 
Basta per presentarsi come degli straccioni a qualche meeting europeo?
È sufficiente per permetterci di interagire con il resto del mondo attraverso la partecipazione fattiva ai meeting? 
Di trovarsi al momento giusto magari in vacanza insieme a qualche leader per poter magari interagire con loro o semplicemente 
Forse basta, è sufficiente, a un Cipputi qualsiasi che era disoccupato e ora gli sembra che quel guadagno sia notevole semplicemente perché è gli permette di andare alla pizzeria "bella rosa" con tutta la famiglia il sabato sera?

per fortuna che qui prima o poi
governiamo noi.
Viste le TANTE premesse in questi anni Speriamo che questo proprio non succeda.

Ancora un NOI 

Lo facciamo solo noi
di difendere l'ambiente
Visto che la fisica la chimica che sono le armi per capire e difendere l'ambiente sono qualcosa che ai Grillini sono assolutamente sconosciute e visto che tutti i Grillini con cui ho parlato, un paio anche eletti localmente, quando gli chiedi cosa vogliono fare ad esempio della spazzatura ti guardano ebeti figurati cosa possono fare veramente.
Quando si parla di ambiente di solito fanno yabbadabba solare,  yabbadabba alternative, yabbadabba futuro...

Ancora un NOI

di arrestare il delinquente
che avvelena la città
Anche qui si sono lanciati in una classica invenzione di una (si una) nuova legge per reati che erano già puniti. Sembra proprio di essere tornati alla politica classica quella che dicono di odiare.
La legge e' molto strana.  Leggetela.
Di fare cose che migliorino l'ambiente NADA.

Lo facciamo solo noi
di creare il Cambiamento
Per creare il cambiamento è necessario portare nuove idee. 
Tranne una serie di 
NO 
NO  e 
NOOOOO 
 a me non sembra che sia mai stato fatto qualcosa di nuovo.
È stato provato a guardare ad esempio il discorso delle piccole industrie in una maniera diversa?
Hanno provato ad esempio dei piani di studio per le scuole migliori e più simili a quelli del resto del mondo?
In cosa è stato fatto un cambiamento?
Nel modo di urlare forse?

Ancora un NOI  (che palle!)

noi che siamo il Movimento
e che siamo ancora qua.
Cioe' vi meravigliate che nessuno si sia accorto di cosa siete?
 
Ancora un NOI 


RIT:
Loro fan fuori la salute pubblica
Bisognerebbe capire perché la salute pubblica per i Grillini è stata fatta fuori. 
Bisogna ricordare infatti che le prestazioni ospedaliere nel meridione costano circa 4 volte tanto e sono di così pessima fama che nella mia città c'è un'invasione sia di persone del sud sia di extracomunitari che vengono curarsi qua. Persino gli extra non si curano al sud.
Nessuna di queste due importanti cose è stata presa in carico da costoro.
Perché la puoi menare quanto vuole ma se tu regali prestazioni a mezzo mondo automaticamente avrà un incremento di costi che ti porterà a ridefinire molte cose.
Se lasci che al sud vada come va... non e' certo un CAMBIAMENTO, no? 

Ancora un "loro"

noi lavoriamo anche quando è Natale
In molte società private soprattutto per quanto riguarda i manager, e un partito governo altro non è che un gruppo manageriale che dovrebbe gestire l'Italia, esiste l'orario flessibile per un motivo molto banale: non importa il tempo che ci metti a farlo l'importante che il lavoro necessario sia fatto.
Se anche quel poco che possono darci i Grillini per farlo  devono lavorare fino a Natale per ottenerlo vuol dire che non sono in grado.

Ancora un NOI

a loro sembra che è sempre domenica
per fortuna che qui prima o poi
governiamo noi.
governiamo noi.
governiamo noi.
governiamo noi.
Ancora una volta vediamo la classica divisione a loro e a noi.
E il classico modo, ad esempio, che utilizzano i sindacati per creare una barriera invalicabile.
Noi e loro.
È un sistema ghettizzazione che permette di recintare le pecore per poterle gestire.
Voi penserete che gli altri dicano sempre cose sbagliate.
Gli altri sono il nemico.
Per gli altri voi non contate nulla.
Si chiama creare una barriera dalla quale nulla può transitare.
Se ci pensate bene è lo stesso motivo per il quale i Grillini non collaborano con nessuno.
La razza deve rimanere intatta perché sono loro gli eletti che devono mantenere la purezza ariana di coloro i quali sono scelti dagli dei (o da beppe?).

Perché possiamo metterla come vogliamo ma queste contrapposizioni così dure non nascono oggi con i Grillini, neppure ieri con i sindacati ma neppure l'altro ieri col campanilismo. 
È una leva potente su cui fanno leva le società che vendono telefoni cellulari come il nostro Beppe grillo che guarda caso a come numero due, braccio destro un pubblicitario.
Accettare un accordo con un partito per ottenere magari una riduzione dell'inquinamento in cambio di un ospedale in una zona disagiata non è una via percorribile: equiparrebbe i due soggetti mostrando che sono identici, due banali partiti politici.

Come vediamo il testo, nonostante sia cantato in maniera che sia gioioso e giocoso, probabilmente vuole veicolare un messaggio di ostracismo e razzismo nei confronti di chi non è grillino. 
Chi non salta e'....

È incredibile che oggi nessuno si sia mai fatto delle domande, almeno 30% degli italiani non lo ha fatto, su cosa vuol dire esattamente quello che dicono i Grillini. Bisogna anche dire però che la stessa percentuale di italiani e analfabeta certificata da studi delle varie università e raggiunge il 43% al sud nelle donne.

Guardiamo invece quello che è il video dove
una ragazza vestita in bianco, altro riferimento alla purezza,
uscendo dal bosco, ma quanti cavolo di riferimenti incrociati fanno?,
seguendo un nastro-rosario del colore partitico
attraversa le stazioni, nessuno ha notato l'ennesimo riferimento alla Chiesa cristiana?, ove ci sono alcune referenze Grilliniche.

Già questa partenza indica una cosa molto banale: vanno impattare in maniera colossale su tutta una serie di entrature culturali di cui siamo intrisi.
 Se il vecchio partito comunista utilizzava spesso volentieri una serie di tecniche della Chiesa senza però calcare la mano per evitare che si vedessero per quello che erano i Grillini, senza vergogna, hanno capito che in uno stato senza cultura rubare a piene mani da tutti, nazisti compresi, passa inosservato. 
E forse per questo che non vogliono che si cambi la scuola?

Il primo step è quello dell'articolo 138 in cui si può dire tutto e il contrario di tutto ma se volessero veramente riformare lo Stato...

La seconda casa della via dolorosa riguarda la frase "zero alleanze" con un Beppe grillo sfuocato che sta, come al solito, urlando.
Ho una  zia ignorante, lei anziché parlare urla perché altrimenti non gli darebbero retta: è forse il caso dei Grillini?

Ovviamente non manca uno spot pubblicitario del pennarello in cui si può leggere marca modello. Non è stato inquadrato con la scritta rovesciata, 
parzialmente nascosta 
o addirittura con il nastro adesivo. 
No, la marca appare in tutta la sua magnificenza, perfetta  a pieno schermo in orizzontale omaggio al produttore del pennarello che probabilmente sborsò un fondo nero. 
Non si spiegherebbe altrimenti il perfetto allineamento e i 5 lunghi secondi in cui appare.

La via crucis prosegue con la storia dei 42.000.000 che non hanno preso cosa che tecnicamente non avrebbero potuto comunque fare visto che mancano i presupposti per accedervi.

Poi c'è un po' di pubblicità con frasi del tipo noi finanziamo, loro distruggono per rinfrescare il dualismo guerrafondaio.
Un po' di sproloquio come FOTTIAMO
e poi quello strano logismo che ha tanto imperversato perché è crea invidia che si chiama casta. Questi dovrebbero andare in India per vedere cos'è veramente.

Un pochino di immagine di un pirla che canta e suona sorridente per alleggerire il tono e dimenticare che qua si sta facendo una contrapposizione potente.

Arriva la stazione della legge sull'eco reato che viene mostrata come se fosse un parto esclusivo del partito di grillo. 
In realtà la legge parte da molto lontano, dal tanto vituperato partito democratico, e viene votato a grande maggioranza. 
Probabilmente se non fosse esistito il partito cinque stolti una legge simile avrebbe comunque visto la luce se non altro per il clamore di quei giorni. Nonostante ciò in Italia continuano imperterrite cose come la terra dei fuochi.
Al di là di ricordarvi che altro non è che una postilla norme già vigenti che prevedono addirittura la pena di morte, è l'ennesima castrometria del fatto di aggiungere carta e legislazione quando poi non esistono controlli. La legge nasce in seguito alla vicenda eternit e se fosse applicata alla lettera causerebbe più di qualche problema.
Ma si sa leggi italiane sono state fatte per essere interpretate. il vecchio articolo:
Chiunque commette, per colpa [43] (1), alcuno dei fatti preveduti dagli articoli 438 e 439 è punito:
1) con la reclusione da tre a dodici anni, nei casi per i quali le dette disposizioni stabiliscono la pena di morte (2);
2) con la reclusione da uno a cinque anni, nei casi per i quali esse stabiliscono l'ergastolo;
3) con la reclusione da sei mesi a tre anni, nel caso in cui l'articolo 439 stabilisce la pena della reclusione.
Quando sia commesso per colpa [43] alcuno dei fatti preveduti dagli articoli 440, 441, 442, 443, 444 e 445 si applicano le pene ivi rispettivamente stabilite ridotte da un terzo a un sesto

La stazione successiva riguarda invece il fatto che il 30% degli italiani ha votato i Grillini: tipica manifestazione da classico partito che stappa lo spumante al raggiungimento di determinati obiettivi. Ancora una volta mi dovete dire in che cosa si differenzia da un partito qualsiasi.

Ancora un po' di pubblicità con un po' di immagine sfocata e per definire noi e loro.
Ancora un pochino di ragazzo con faccia pulita che canta sorridendo per distogliere l'attenzione alla gravità tutto detto prima

Insomma quasi 3 minuti per dire che hanno votato DUE LEGGI in DUE ANNI
Figo!
Se non hanno da dire nient'altro di fattivo e' immobilismo alla massima potenza!
Il partito del rinnovamento statico!


E adesso viene il pezzo da 90.

Per dimenticare che tutto uno che è stato fatto fino adesso è roba vecchia o comunque piuttosto pesante alleggerita solamente dal pirla che canta la vostra anima costretta viene ora liberata con un grande respiro.

Ecco quindi una serie di immagini che potrebbero essere state prese al volo dalla campagna Stefanel oppure mulino Bianco.

Il passo e' cambiato ora siete pronti.

Ecco la tecnologia, 

la super bicicletta (ecoqualcosa, no?),

L'esoscheletro che aiuta i vecchietti, dimenticando che è stato sviluppato dalla DARPA

La auto dei film di fantascienza degli anni 40 (mai rinunciare alle auto, no?),

l'auto che guida da sola, (mai rinunciare alle auto inquinanti)

L auto va in una una strada libera come può esserlo solamente nella pubblicità delle case costruttrici o in quella della coca cola... visto le stelline...

ancora auto perché il grillino desidera la propria auto pagata con sudate rate e andare in giro libero senza nessuno
(aho' ma non Erano ecologisti?)

stampanti 3D (Mah!, manco sanno cos'e' word)

un sacco di pannelli solari messi a ufo

una città molto urbanizzata con grattacieli ma che puzza di film di fantascienza futuro e felicita'

the end....





Alcuni hanno detto che questo video è fatto molto in economia oppure fatto male.
Non sono d'accordo: la qualità delle immagini è esattamente quella che ci si aspetta per l'obiettivo da raggiungersi, il peone ignorante.

La realizzazione è semplicemente eccellente con il giusto peso e gusto per raggiungere l'obiettivo previsto.
Di definire delle classi, noi loro, e definirsi migliori degli altri ed eletti è una strategia che fa colpo sulle anime semplici.

Bellissimo anche il finale che risolve due grossi problemi.

Il primo problema che hanno i Grillini e' che sono completamente ignoranti di tecnologia e hanno fatto già svariate decine di figura di merda attraverso l'uso di queste ultime.
Loro, con queste immagini, ci raccontano la balla che sono il partito della tecnologia che amano le cose nuove come le auto che guidano da sole, le stampanti e un po'  solare che non guasta mai in campagna elettorale.
Cosi' il partito della pietra di selce veste l'abito HiTech.


Il secondo problema che risolvono e' il fatto che non hanno un futuro.
Non ho ancora sentito dal partito grillino una qualsiasi visione sul futuro, persino Bersani ne aveva una.
In pratica ci stanno dicendo attraverso queste immagini che loro rimangono immobili tanto...
la tecnologia risolverà tutto
Che è un sentire molto comune all'interno della popolazione ignorante.

La realtà è molto diversa, parafrasando Bruce Schneier:
Chi pensa che la tecnologia possa risolvere i problemi  non ha capito i problemi e non conosce la tecnologia. 


Il risultato di questa analisi e' inquietante e lascia il dubbio che 
o gli italiani siano tendenzialmente idioti 
oppure ci stiamo preparando ad una guerra.

Io non so cosa e' peggio.

lunedì, settembre 14, 2015

boxNcone 19/28

Un grande dimenticato dalla massa e' l'uso di un accordo passivo. In pratica e' una massa sospesa che sembra un altoparlante ma non e' collegato a nulla.








Pur avendo molti vantaggi, uno per tutti la minor problematica di mantenere la precisione come sul reflex, non e' amata dai consumatori.
Innanzi a tutto vi e' la questione che “ha poche vie” rispetto al numero apparente degli altoparlanti e poi vi e' la solita roba che al consumatore non piace cio' che e' per lui nuovo.

Il consumatore ama le cose vecchie ma sbandierate come hi tech e chiamare 4.0 affari dal risultato mono e' OK ma un cono passivo sa di schifo.

Per aver successo si doverbbe chiamare “Kramer fantastico S6 plus mega bakur”

Cosi' salvo qualche KEF di rado ho sentito questo tipo di altoparlanti...

mercoledì, settembre 09, 2015

optical connect





Se non avete una fibra per connessione ottica abbastanza lungo e non volete andare a cercarlo....

lunedì, settembre 07, 2015

boxNcone 18/28

doppio reflex ovvero  passabanda

In questi sistemi il diaframma viene caricato su entrambe le facce, in pratica nessuna delle facce comunica direttamente con l' esterno e solo i condotti reflex saranno visibili all'esterno.
Nei sistemi reflex  in corrispondenza della frequenza di accordo si ha la minima escursione del diaframma. In questo sistema due volumi accordati avranno due frequenze in corrispondenza delle quali l'escursione del cone (e quindi anche la tenuta in potenza sara' elevata con distorsione minima)  è minima.
Ovviamente il rovescio della medaglia (sempre ne esiste uno!) e' che la risposta in frequenza sara' pessima come larghezza. Ecco perche' e' ottimo per dei sub che operano in zone precise dello spettro.

venerdì, settembre 04, 2015

nutella, chi?



non tutti pensano che l'originale sia la nutella...
Sicuramente non e' la piu' buona, a me ha sempre lasciato la bocca lappata l'imitazione del cioccolato: provata quella della lindt o simili con vero cioccolato?