martedì, febbraio 28, 2012

volpi elettrizzate


Dispiace sempre per uno che crepa MA e' importante non incensare asini.

Vediamo di capire: un tizio, non importa ancora chi, si arrampica sui cavi dell'alta tensione si mette a palpare i cavi e viene incenerito.

Come si puo' chiamare questa cosa se non suicidio?

Il tizio sale sui cavi mette la mano sugli isolatori che quindi non isolano piu'
Non contento appoggia schiena nel filmato dei TG sul cavo di continuita' che quindi oscilla.


Si vede bene il cavo di continuta' che e' vicino allo zaino e che sta per toccare.
Si vede bene dove la volpe tiene la mano fra gli isolatori e il braccio vicinissimo al cavo mentre l'altra mano nuda a terra sul traliccio. (se fosssero stati 150KV dal gomito sarebbe partrita gia una saetta)

La prima volta gli va bene, forse il suo angelo passava di li, forse quella parte dello zainetto non conteneva conduttori ma successivamente, forse toglie lo zaino, forse fa qualcosa di piu' volpone come appoggiare una mano sul conduttore o magari cambia l'umidita' dell'aria.
Comunque sia, tenta di nuovo il suicidio e ci rimane secco.

Ora visto che a 100.000 volt non e' necessario APPOGGIARSI come ha fatto la prima volta fortunata sul cavo ma e' bastante avvicinarsi a 30cm per innescare in aria un arco che con la ionizzazione diviene abbastanza conduttivo da trasformare il malcapitato in un pollo arrosto in mezzo secondo i casi sono semplicemente 2.

1) Il sig Luca e' un credente nella causa e deciso a morire per trasformarsi in un martire. Col la sola differenza che i martiri sono ammazzati dalla parte avversa mentre costui, non riuscendoci probabilmente, ha deciso di autoprodurre l'incidente. La cosa folle e che i suoi amichetti si son gasati.

2) il sig Luca e' dotato di un cervello di un lemure e pensa che la tensione dei tralicci siano i 12V dei trenini dei bimbi e che la TAV sia il male assoluto perche'... non si sa. Cosi' si arrampica per il bene della sua squadra di amici e quando e' su decide di ciondolare si di un cavo come gli elefanti sul filo di ragnatela.

la cosa assurda e' che MOLTI giornali stanno a leccare il poveraccio per non perdere audience ma oltre che poveraccio e' comunque o un suicida o uno stolto.

Libero, famigerato per le sue posizioni, fa un sondaggio:
Luca Abbà, il 37enne no-Tav, fulminato su un tralicco mentre protestava se l’è meritata?
una frase interrogativa e SOLO il 50% degli itaGliani pensa che uno che si appende alle linee in tensione sia uno che puo' morire.
mentre quasi il 50% degli italiani dice che uno che lecca le dita e le infila nella presa di corrente e ci rimane secco non se l'e' meritata.

Molti blog scrivono che quel sodaggio e' porcheria e vergognoso ma i trovo vergognoso che la percentuali di quelli che hanno votato che uno che si spara in bocca non meriti di morire sia oltre lo 0%.

Allora vediamo di andare sul sito dei ragazzi svegli e vedere cos'e' questo movimento notav e perche' l'alta velocita' non e' desiderabile ed e' cosi' cattiva andiamo sul loro sito:

http://www.notav.info/
Presidio NO TAV al CTO di Torino per Luca Abbà.
Luca è la nostra battaglia!
Comunicato stampa dei legali notav (L’ ordinanza limita ed interdice esclusivamente la viabilità e l’accesso su un’area oggettivamente indeterminata ed indeterminabile)
La Fiom copre gli scioperi di oggi e chiede lo stop ai lavori alla Maddalena
Libero che schifo!
Notav su twitter
Un contributo sulle cariche a Porta Nuova
Incapaci di indietreggiare
“La Tav non ci porta a Lione in tre ore, ma ad Atene in cinque minuti”
La verità sulle cariche a Porta Nuova
Lettera di Giorgio e Luca dal carcere di Saluzzo e Ivrea al corteo notav
25 febbraio 2011 La Marcia dei No Tav
I familiari degli arrestati NOTAV
25/2 Ugo Mattei
Via andateci voi
Interviste NOTAV realizzate il 25/02
NOTAV: perché esserci il 25/02!
notav_info Anonymous a fianco di Luca e della Val Susa. Attaccati i siti di polizia e carabi bit.ly/wCG5yf #notav #Anonymous #forzaluca #infoaut about 1 hour ago · reply · retweet · favorite
notav_info Come se niente fosse - Marco Revelli bit.ly/wiLjEU #notav #forzaluca about 1 hour ago · reply · retweet · favorite
notav_info però ora abbiamo bisogno di cambi in autostrada, che i #notav sono stanchi, chi può salga! about 1 hour ago · reply · retweet · favorite
notav_info #notav Anche la stradale 24 e' bloccata about 1 hour ago · reply · retweet · favorite
Fermarci e’ impossibile! Assemblea verso il 25 febbraio No Tav
BOLOGNA 22/2 No tav Day! La valle non si arresta!
SABATO 18 FEBBRAIO BUSSOLENO FESTA POPOLARE PER LA LIBERAZIONE DI TUTTI I NO TAV
ANCORA MILANO NO TAV [calendario iniziative]
Anonymous a fianco di Luca e della Val Susa. Attaccati i siti di polizia e carabinieri0
Beppe Grillo su gli scontri in val di Susa
Il popolo No Tav sfila pacificamente
25 febbraio 2011 La Marcia dei No Tav
I familiari degli arrestati NOTAV alla manifestazione del 25 febbraio (VIDEO)
INTERVISTE AL CORTEO NO TAV DEL 25 FEBBRAIO documenti

http://www.notav.info/


Mmmmm
A me tutto sta roba sembra un sito degli ultra': rompiamo le scatole a questi,
facciamo casino,
assediamo quell'altro,
manifestiamo,
attacchiamo i siti della polizia (bravi!)

Perche la TAV sia indesiderabile NADA, nulla, nigut.
Forse ci sara' anche (nascosto) ma a questo punto a me sembra un gruppo di gente che si allea per fare casino e non per fermare qualcosa che da problemi.

Faccio un ipotesi:
Per qualche motivo costoro non si divertono piu' alle partite e decidono di fare qualcosa di piu' impegnato e nella loro ignoranza se la prendono con i binari del treno.
Ovviamente essendo ignoranti fanno parte del NO a tutto, solare, nucleare e treni.
Non riescono a capire quali siano i vantaggi di un motore elettrico di una motrice svincolata dalle batterie (poco consumo inquinamento ridicolo) o ad una centrale nucleare o eolica perche' come dicono sono tutte brutte cose. Salvo lamentarsi se il condi non va.
Brutte cose perche' quello che non si comprende fa paura.
E non si comprende neppure l'elettricita', e le sue caratteristiche come la rigidita' dielettrica e cosa sono quei cosi in porcellana tanto belli e lisci che sembrano funghetti impilati sullo spiedo.
Allora uno di loro il piu' figo perche come dicono coloro che lo seguono :
E’ uno che ha i calli sulle mani, uno che ha sempre voluto lavorare la terra in montagna, con tutti le difficoltà che ciò comporta, coltivare i prodotti tipici di questa zona, patate, mele, ortaggi vari a seconda della stagione
Ma comunque rimane uno che la fisica non la conosce, conseguenza:
non capisce che l'elettricita' e' mortale
non puo' capire se la TAV fa danni.

I suoi amichetti dopo il volo arrosto si sono inalberati e hanno piantato casino, come dire che uno che si spara in bocca e' colpa degli altri se lo ha fatto. Avevano bisogno di una scusa per rompere le scatole.

a casa mia vuol dire essere GUERRAFONDAI.



Cosi' "l'infame" libero ha messo il dito sulla piaga:
uno che si butta dalla rupe va a cercare la morte.

il resto e' fantasia

sabato, febbraio 25, 2012

italiani: brutta ggente

Ogni tanto da alcuni venditori sparsi per il mondo (questo era un russo su ebay) leggo roba cosi':

All pictures are actual , you receive what you see .
Shipping details: I ship WORLDWIDE. Delivery by registered postal packet .
time for delivery 1 - 3 weeks Shipping cost 9$ to any country.
I always do very good and reliable packing!
I do not ship to Nigeria and Italy.
Payment details: Payment in USA and PAYPAL only .
No cash in letter.
Payments must be received within 7 days after auction ends.
Return policy:
I guarantee you complete satisfaction with all my high quality products. If you receive an item you did not buy or if an item you ordered is received damaged or defective, I will refund you the price you paid for it . NO OTHER REASON FOR RETURN IS CONSIDERED EXCEPT THE MENTIONED ABOVE! If you're not satisfied with your purchase, contact me, and we will try to discuss the matter and resolve the situation! Item for return must have the original tags and packaging, otherwise it won't be accepted.


gia' se non lo avete notato:
I do not ship to Nigeria and Italy.

giovedì, febbraio 23, 2012

i morti non possono parlare




Certe volte vorrei aver in mano un bazooka.
Indipendetemente che uno preferica morire di cancro con una centrale a carbone o di debiti con una a metano ci sono alcuni che odiano profondamente il nucleare.
Gia', uno al massimo dovrebbe considerala inadeguata, ottima, pessima, migliore o peggiore portando motivazioni piu' o meno profonde.
non ODIARE.

Perche' odiano il nucleare?

Perche' hanno letto degli studi di Rubbia e pensano che non sia intelligente usare una BWR?
Perche' pensano che le centrali autofertilizzanti possano perdere sodio?
Perche' hanno paura dei furti del fissile?

GIAMMAI, sarebbero troppo banali!, il motivo e' che loro tengono alla squadra gialloverde e non alla rossablu.

Cosi appena esce qualsiasi notizia da Fukushima come quando dicono che su 6 termometri uno dice cose molto diverse subito accorrono i vari portatori della fede a dire che addirittura sta esplodendo e se non lui il popolo!

Molto probabilmente la termocoppia che magari e' li da 20 anni e 50 terremoti (sappiamo vero che non e' il primo terremoto che si ciuccia l'impianto, vero?) sommersa in acqua e bombardata da radiazioni MAGARI dico MAGARI dopo 20 anni di ammollo ha deciso di guastarsi.

Dicono di aver sistemato un guasto?
giu' a dire che quel guasto che e' stato scoperto, guai a dire riparato, fara' tanti MORTI.

Tutte le volte che qualcuno da un numero, che possa essere una T o il numero di scarpe del direttore, subito ci sono dei zanzaroni che blaterano a proposito di ESPLOSIONI e MORTI.

A questo punto penso che queste persone VOGLIANO vedere tanti morti per appagare il proprio ego, come nella speranza nel far vincere la propria squadra verderossaarancocca.

I MORTI sono richiamati a GRAN voce 1, 10, 50 100 o mille un grande numero che da soddisfazione 1000 morti!

La catarsi!
Evviva i morti!

Nessuno dei gonfiatori di MORTI spera in qualche maniera che possano essere meno, che le statistiche citate da un sito che considera l'aranciata un ottimo anticancro e il Klingon una lingua parlabile possa prendere cantonate, NO perche chi dichiara TANTI morti e' nel giusto.

Piu' morti piu' divertimento: chi ne dichiara di piu'?

Mi sembra di essere tornato all'incidente MILITARE di chernobil dove per il numero dei morti una delle associazioni vampiresche davano 10 milioni di morti nella sola ucraina.
Ora, per quanto gli incidenti militari siano genericamente mortiferi, mi sembra che gli ucraini continuino ad essere circa 50 milioni dopo decenni: con quel tasso di morte dichiarato non avrebbero mantenuto la popolazione sopra i 2 milioni neppure fossero stati conigli cocciuti!
Se in certi paesi morisse il 90% della popolazione rimarreste li?
mah!

Cosi' finito l'incidente militare da troppo tempo perche' possa essere croccante e bello come un pollo appena sfornato ora approfittano della tragedia giappa. In un caos di DECINE DI MIGLIAIA di morti e' successo anche un incidente ad una centrale nucleare: una goccia nel mare della tragedia.
Certo poteva essere piu' grave e la messa in sicurezza durera' decenni con costi non banali, ma davanti a quasi 30.000 morti io non direi che e' IL problema come continuano da giorno del disastro i vampiri.
dei 30.000 nessuna traccia, morti invano.
dei PRESUNTI 2, 4, 10 o 200 e' pieno il web e giornali continuano a parlarne.

Caro VAMPIRO la cosa divertente che le tue speranze di vedere 200 morti in 80 anni (uno che arriva a 90 anziche' a 95 io lo chiamo ferito) certificherebbero solo che una grossa centrale che fa 200 feriti durante un FATTO che ha provocato 30.000 vittime e' MOLTO sicura mentre una piccola centrale idroelettrica li vicino nella prefettura di Fukushima è crollata.
L'acqua che ne è fuoriuscita ha spazzato via circa 1.800 edifici cancellando la città di Sukagawa.
L'idroelettrico ha fatto piu' di 100 morti piu' centinaia di feriti e' quindi poco sicuro rispetto alle 11 (undici) centrali nucleari coinvolte che sostanzialmente non hanno avuto problemi se non nella seconda della stessa prefettura.
Gia' perche' i giornali non dicono che Fukushima Dai-ichi vuol dire UNO perche le centrali erano 2. E la dai-ni (DUE) a 11Km di distanza visto che non si e' giocata tutte le fonti energetiche ha retto molto meglio.
La raffineria di petrolio della Cosmo Oil Company e' esplosa a Ichihara, Prefettura di Chiba, il fuoco è stato spento dopo dieci giorni, uccidendo 10 persone e causando sversamenti per 100.000m^3: quanto hanno danneggiato l'ecosistema? I fumi quanti morti hanno fatto nei prossimi 20 anni?
Mi sa che i danni da petrolio sono come quelli automobilistici: ci sono e basta. Chissenefrega.

Questi sono FATTI.

Quindi smettila di fare il vampiro SPERANDO che qualcuno muoia non e' bello sperare che altri tirino le cuoia solo perche' non ti piacciono le centrali che aneli visto che sicuramente usi tanta energia.
Se tu, vampirone, non la usassi tutta quell'energia nessuno le monterebbe, no?

Comincia a fare qualcosa di positivo anziche' menare rogna ai giapponesi.
Se poi scopri di essere incapace di intendere e volere una riduzione dei tuoi consumi puoi sempre selezionare la via rapida: suicidarsi.

giovedì, febbraio 16, 2012

Andare a cagare regolarmente

Io sono sempre più convinto che al consumatore piace essere preso per il culo: non vi è altra spiegazione al fatto che lo sciampo debba essere alla pro vitamina V (sostanza non meglio identificata, probabilmente liposolubile di derivazione vegetale).

Mi piacerebbe sapere quanti barattoli di sciampo vendono questi simpatici burloni e quanti dei loro clienti, mi si scusi non sono così intelligenti, consumatori sappiano anche solo cosa sia una pro vitamina.
Io non mi reputo una persona ignorante in maniera colossale: cerco di informarmi e spero per questo motivo di non poter essere paragonato a una capra tibetana ma nonostante ciò ho dovuto farmi spiegare che cosa sia una pro vitamina da un biologo di laboratorio e sinceramente non lo ricordo così bene da poterlo spiegare correttamente. Sul fatto della lettera o del numero il mio cervello risponde con un buio assoluto.
Immagino che su milioni di potenziali acquirenti la maggior parte siano almeno nella mia situazione ma siccome l'uomo di marketing insiste con questa dicitura sicuramente vendono più sciampo e se vendono più sciampo automaticamente significa che ci sono degli imbecilli che di fronte alla parola magica, visto che non può essere nient'altro che magia una parola che non si comprende ma che sicuramente fa ricrescere capelli volare più in alto e guadagnare più soldi, credono che questa serva alla sua bisogna.

Ma la vergogna non si ferma qui il consumatore la parola magica la mangia anche sperando di cagare.
Esiste una grossa multinazionale del cibo che ovviamente deve competere con tante altre ed oggi visto che non esiste più il cliente ma ci sono tanti consumatori bisogna cercare di parlare la stessa lingua del consumatore che vuole lo sciampo di prima con tanti pixel oppure uno yogurt ad alta definizione con la presa HDMI.

Così nella pubblicità dallo yogurt per fare la cacca, uno yogurt probabilmente di merda, la pubblicità ci informa che possiede un fenomenale e popoloso batterio dal nome, squillo di trombe e rullo di tamburi:
Bifidus Actiregularis

Che nome figo, vero?
Ma la cosa strana è che solitamente quegli affari prendono il nome dato dai
Ricercatori i quali solitamente se non danno il proprio nome alla bestia che trovano e non hanno nessuna pulzella da omaggiare solitamente danno un nome che li ricordi per aspetto, colore, macchie o che derivi dal nome comune che loro hanno incontrato.

Tutti bambini conoscono ad esempio il nome della iena ridens (oggi Hyaenidae croccuta croccuta)
panthera leo (leone),
Canis lupus dingo,
Labeo bicolor (oggi qualcos'altro),
Danio nigrofasciatus,
Puntius everetti, nigrofasciatus,
Puntius pentazona
Puntius tetrazona (giusto per capire che la livrea e' tutto e io sono appassionato di pesci d'acquario)


La cosa divertente è che in teoria chiamandosi BIfido la cosa pare strana visto che i bacilli si chiamano così in quanto la maggior parte delle loro forme ricordano un bastoncello inoltre tutti quelli che si usano per fare lo yogurt o una parte di solo un paio di famiglie, generi per essere precisi.

Anche sottogenere desta stranezza: è credibile che un ricercatore che finalmente riesce a scoprire un nuovo coso, una nuova forma di vita non solo gli dà un nome ridicolo come virgolette "fai cagare regolarmente" ma questo scoprendolo nel microscopio sa gia' che questa è la funzione che questa forma di vita produce quando ingerita.
Il ricercatore quindi scoprendo un nuovo batterio sa già che non sarà come l'antrace, un vicino parente, ma bensì sarà santifico nella cura della stitichezza.

Quel ricercatore merita un Nobel.


Anche in questo caso possiamo dire che l'uomo del marketing fa quello che desidera il consumatore: raccontare una storiella incredibile in cui un soggetto inventato di sana pianta non nei meandri di un laboratorio ma sulle scrivanie di un ufficio lindo di quattro fessi che fa pubblicità produce risultati che appaiono nuovi o migliorativi rispetto al passato quando invece sono la solita minestra di sempre.

Probabilmente il batterio utilizzato nella pozione magica altro non è che il solito
"streptococcus thermophilus"

Chiamato in questa maniera perché fa parte dello stesso genere di quello che provoca la polmonite e si chiamano così perché sono di forma sferica, cocchi, che di solito crescono a coppie. La specie invece questo nome bizzarro poiché resiste alle alte temperature.

Un'altra possibilità è il cugino "lactobacillus salivaris" , oppure il "lactobacillus bulgaricus " è come vedete non hanno dei nomi particolarmente invitanti visto che ricordano catarro da neonati.

Lascio voi il motivo per cui li hanno chiamati in questa maniera assai simpatica ma molto poco fotogenica: immaginate il troione di turno mezzo scosciato ed invita ad assaggiare il suo lactobacillus salivaris per divenire invitante come lei.

La cosa che a me lascia più stupito di questo è che non esiste nessuna organizzazione di quelle che si reputano contro gli abusi verso consumatori che si mette contro a queste evidenti storture mentre per altre più banali cose fanno delle vere e proprie lotte senza quartiere magari mettendosi sul lato sbagliato della barricata.

Mi lascia stupito e milioni di donne guardino la zoccola che dice un nome sconosciuto e arcano e anziché sentirsi offese perché gli hanno dato appena delle stupide ignoranti utilizzando tra le altre cose informazioni false e anziché mandare una lettera di sdegno o mandarla verbalmente a cagare tutte le volte che la vedono in televisione vanno supermercato e acquistano lo yogurt con il bacillo sconosciuto e probabilmente inesistente sfidando il pericolo o la celia.


Ma forse sono solo sposate con il maritino che ha appena comprati un fullHD da 32" che PENSA di poter vedere da 4 metri.
Evviva i consumatori!!!

mercoledì, febbraio 15, 2012

cartelli...



io lo so che è difficile per qualcuno utilizzare il computer poiché siete sprovvisti di cervello ma non arrivare neppure a capir di dover fare dei cartelli diversi per la destra e per la sinistra non mi sembra che ci dovesse volere più di un criceto o un criceto e mezzo.

Una volta questo non accadeva perche si doveva andare da una persona che sapeva scrivere e fare: il tipografo!

venerdì, febbraio 10, 2012

percezione autorita'

NB non tutti gli insegnanti sono come dico: purtroppo una fetta TROPPO grossa lo e'.


Tanto tempo fa la maestra insegnava era un'insegnante: una persona che aveva deciso di portare insegnamento ai "giovani" e cercava di farlo nel massimo del possibile.
Per questo motivo gli insegnanti erano cosi' degni di rispetto che meritavano ricordi a distanza di decenni per cio' che avevano fatto per gli alunni.
Ho fatto tempo vedere manifestazioni d'affetto di persone oramai pensionate che rimembravano il proprio insegnante delle superiori e altre che tessevano le lodi di una maestra elementare deceduta da poco e non erano casi isolati.
ANZI

Le istituzioni fino agli anni 60 funzionavano probabilmente visto che la parola carabiniere faceva un po' effetto.

Altri esempi piu' antichi ci sono dati dai libri come il Don Camillo.

Io faccio parte del boom e gli insegnanti, divenuti insufficienti, andavano a prenderli dove qualcuno, delle istituzioni in terre corrotte dicevano che erano in grado. BALLE.

Certo si doveva fronteggiare un'emergenza ma io mi sono trovato in prima elementare con una maestra che non sapeva scrivere, in seconda una cosa che non ricordo bene e poi in 4 e 5ta una yippie che finalmente funzionava.

Lo stato nel frattempo avrebbe dovuto cominciare a scremare un poco e rimettere i remi in barca ma alle medie la proffa di geografia aveva un diavolo per capello come un buon 30% delle sue colleghe e gli insegnanti degli di questo nome non erano certo degni di questo epiteto.

Invece di gestire la cosa lo stato faceva lo jyoyo: prendeva professori dove apparentemente crescevano sugli alberi, il meridione, li portava qui al nord in classi di 35 persone un po' di anni e li faceva tornare nelle scuole al sud. Non so quante persone ci fossero nelle classi al sud ma io pensavo al massimo 5.
Comunque sia nella realta' mi ritrovavo insegnanti che faticavano a parlare l'itaGliano ma pretendevano di insegnarlo e dopo aver insistito per 2 anni a cercare di farci pronunciare il lemma "topo" nella maniera che loro ritenevano corretta perche' a parer loro il topo lombardo e' sbagliato visto che il vocabolario lo cita come [ ɔ ] e non come [o] come del resto pare si usa nelle loro terre originali.

Cosi' nel fervore del topo, e di altre topiformi differenze nella pronuncia rispetto al vocabolario non si accorgevano neppure che i lombardi dicono e scrivono cose elefantiache come accellerare senza ha ne bah.

Ma e' dalle elementari che e' cosi': mi ricordo che siccome mia nonna chiamava il frigo Frigidaire in classe ho avuto la sventura di chiamarlo cosi': mi sono preso una cosi' grande ramanzina sul fatto che noi del nord non volevamo imparare l'italiano ma solo il loro dialetto che quando vidi mia nonna la redarguii a mia volta.
La capra ignorante dell'insegnante non sapeva neppure che chi aveva il frigo quando la sua famiglia era ancora alla ghiacciaia aveva sempre sul cofano una bella scritta con quel nome di un'industria americana ancora esistente.
Chissa cosa avrebbe detto a mia nonna che chiamava butter il burro o se fosse entrata in uno studio al momento che urlavano di mandare un Ampex.

Ma la cosa assurda che cazziavano chi non parlava il dialetto (mai saputo il mio dialetto) ma Pino, che era del meridione e aveva un pesante accento, la scampava.

Chiusa la parentesi delle primarie la cosa alle superiori ando' di male in peggio con insegnanti che essendo li a reggere il moccolo e superiori della loro posizione si dilettavano a strapazzare gli studenti che non imparavano a memoria le poesie.

Ma la cosa piu' scioccante era che quando avevo un problema di matematica per me enorme, in realta' erano stupidate per ragazzini solo che erano su riviste inglesi dove probabilmente la matematica faceva parte della materia di studio, il professore non sapeva raccapezzarci.
Una volta su di un problema per la generazione del PI la proffa rispose: che ne saccio io?
Gia' che ne sa lei come si trova il PI?

La poca matematica che so e' gran parte autoistruzione, come del resto la fisica, la programmazione e l'inglese...

Gia' l'importante inglese: 3 anni con un professore di inglese che non poteva parlare correttamente perche' semiparalizzato in faccia.
Pare che gli abbiano lasciato la cattedra e nessuno affia meffo in fuffio fhe forfe la fua fronunfia non foffe un froblema: inglese dopotutto era una materia minore e di nessuna importanza in un istituto tecnico. Le documentazioni in tutto il mondo negli ambiti tecnologici sono redatte in itaGliano, no?
Mi dispiace per lui ma e' come un centometrista senza un piede o un autista orbo. una carriera finita.

Ma se le mie disavventure erano finite lo stato prosegue nella continua pessima abitudine di non verificare gli insegnanti.
Addirittura qualche anno fa ne avevo incontrati molti e mi divertivo a giocare, ammazzarli e' piu' giusto, al vocabolario.
Chi mi legge sa che uso un itagliacano spaventoso, la mia costruzione verbale e' "tirata giu'" dal mio modo di parlare e scritta e' mooolto peggio perche' (pure quello!) nel farlo perdo i pezzi.
Insomma ho autoimparato a scrivere.

Pero' ho sempre letto molto e il mio vacca-bolario e' sopra la media e questo mi permette di giocare a trova il lemma con insegnanti (il termine e' eccessivo) di italiano.

Cosi' quando lo pseudoproffo che si dimentica delle arzigogolate che piacciono tanto nei licei classici e di nessuna importanza nella vita se non in questa occasione si ritrova davanti a termini presenti sul vocabolario da centinaia di anni ma non utilizzati ne dal Manzoni con la sbarbina ed il tontolotto, dal Grande Segaiolo o dal peggior scrittore di tutti i tempi ma obbligatorio (nonostante non scriva in italiano) oscilla e cade con lemmi come abbattitore, imbutire, sartiame, saprofago, sargasso, voucher, yacht, galvanico, giuggiole eccetera...

tutto questo testo allucinante per dire una cosa.
Se alcune istituzioni, la scuola, i vigili, i caramba &c, vengono derisi e considerati iniqui, incapaci inutili o prevaricabili come in vignetta e' perche' lo stato ha permesso a chi faceva parte della scuola ridicolizzare per incompetenza manifesta l'istituzione che ha perso la faccia.

I genitori divengono consumatori (e si comportano da tali) di un entita' che commercia ore in classe e non clienti del sapere erogato da insegnanti.

sabato, febbraio 04, 2012

ricchi, fighi e folli



Visto che finalmente i video sono quasi tornati su internet dopo una TRISTE assenza di 10 lunghi anni, mettiamo qualche video di gente seria, gente cosi' seria che quando ha in mano un giocattolino di una diecina di milioni di euro e lungo 20m e alto 30m si diverte a surfare sulla chiglia che in questi scafi e' mobile.
quindi toglie uno dei timoni e trimma la deriva, manco fosse un laser (un barchino piu' piccolo di un windsurf) e dopo due tentativi molto onestamente ripresi cammina sulla chiglia vestito di tutto punto in stile con lo sponsor.

Molto figo per essere le barche piu' veloci della terra insieme a qualche altro maxi.
Piu' veloci di questi sull'acqua ci sono solo gli aerei.
Le barche a motore non contano perche' dopo poche ore a 30 nodi rimangono a secco.
L'unica eccezione se si escludono navi non piu' esistenti come il REX ma che con quasi 300m di lunghezza e' una citta' non una barca, e' quel cesso del destriero: un siluro-serbatoio (cmq NAVE) di benzina che se deve prendere una rotta diversa di poco o trova un tempo contrario rischia di finire comunque il carburante.


ricchi, fighi e folli.
li invidio.
Solo a timonare un affare cosi e' da tosti.

giovedì, febbraio 02, 2012

rottura spaghetti

Spesso mi sono chiesto perche' rompendo uno spaghetto si spezzasse in 3.
Beh, qualcuno lo ha calcolato....
http://www.lmm.jussieu.fr/spaghetti/index.html
la vita segreta di uno spaghetto rotto.
Stupendo!