domenica, ottobre 30, 2011

film distributor 7/7 finale




Sono sempre stato uno che cercava il pelo nell'uovo, qualita' e la parola d'ordine MA
MA esiste un limite dato dal mio tempo.
non posso pensare che a persone che do' la mia vita, i soldi provengono dalla vendita del tempo che mi resta da vivere, mi trattino pure a pesci in faccia o non mi diano cio' che e' promesso, seppur implicitamente.

Quelli che mi conoscono bene sono rimasti stupiti del fatto che spesso mi accontentassi di file di dimensioni, tutto sommato, modeste.

L'imbecille che costruiva le dime per assicurare la tangenzialita' al suo braccio ad S.

il folle che smontava il deck per assicurare l'allineamento delle testine.

L'impallinato che di tanto in tanto rifaceva le convergenze al monitor e ai suoi TV per evitare che il tempo piegasse, seppur di poco, le immagini.

Il bestio che passava le ore a studiare qualche modo per avere una risposta in frequenza perfetta.

Il malfidente che rifaceva le misure sui cavi esoterici, scoprendo che con l'esoteria non vai da nessuna parte.

Bene perche un tale personaggio, sicuramente malato nel cervello, si adagia a vedere, per i suoi standard, MALE?


Semplicemente perche' oggi per vedere bene non e' un risultato di fare le cose per bene ma farle in maniera preordinata.

Fin qua' nulla di male come dissi sull'iphone, ma quando questo preordine non e' nato per i miei scopi, vedere bene, MA contro i miei scopi ed in partiicolar modo VEDERE.


Oggi per apprezzare un film le aziende dicono di usare un BD con HDMI.

Il mio scopo e' vedere un film e vederlo bene.

Fare cio' che e' consigliato ci porta a risultati bizzarri:


il fatto che essendo il BD a 24Hz e il TV a 100Hz si vede MALE. Gia' non e' scritto che non e' compatibile con il BD, vero?

Il fatto di usare il BD ci obbliga alla visioni di parti che non vogliamo vedere!

Il fatto che alcuni TV rifiutano alcuni BD ci impedisce la visione del tutto!

Il fatto che uso un PC per vedere un dischetto e' quasi impossibile.

Il fatto che il tv costa un bel 10% in piu' non interessa a nessuno?

Il fatto che non si riese piu' a ripararlo perche il segnale e' criptato (e solo il Creatore sa dove il segnale e' buono o meno)

il fatto che tutte le attrezzature devono essere nuove

Il fatto che non si puo' aggiungere attrezzature autocostruite o modificare quelle in nostro possesso per meglio adattarle alle nostre esigenze.

Il fatto che la qualita' molte volte e' nettamente inferiore alle promesse.

eccetera.


Di fronte a queste difficolta' e costi io mi arrendo.

Preferisco vedere peggio che subire tutte queste angherie.


Se lo faccio io, un personaggio che ama la qualita', figuriamoci l'uomo della strada che compra un tv cinokorean: a lui il risultato sembrera' uguale, MA, con una differenza di prezzo immane.

Comincera' a chiedersi perche' pagare tanto per avere un BD player

Comincera' a chiedersi perche' dover pagare tanto un pezzo di policarbonato quando suo nipote arriva con una chiavetta (manco sa dire flash drive USB “a chiavetta” la chiama) con 10 film che lui abituato al TV merdin da 300E spacciato per HDTV vedra', a suo dire, benissimo.

Comincera' a chiedersi perche' dover pagare il cinema che tutto sommato si vede meglio ma non riesce a tenere la pipi' dopo ore 2.30 dovute a 40 minuti di pubblicita'.

Comincera' a chiedersi perche' dover pagare di piu' per un TV o un VPR quando non vede grosse differenze qualitative. Dopotutto vedere qualcosa di buono e' raro.

Comincera' a chiedersi perche' il programma televisivo non puo' vederlo in differita, dopotutto non torna a casa prima dalla partita di scopa per vedere rocky 9.

Comincera' a chiedersi perche' dovrebbe essere illegale scaricare visto che lo fanno tutti, e' comodo, ed e' per le sue esperienze migliore.

E' anni che dico che il sistema dei diritti va riformato, e' dal 1988 circa che dico che la musica e il video non vanno nella giusta direzione.

In 20 anni l'unica strategia che ho visto e' chiedere leggi piu' severe, accompagnate da un'aumento dei costi.

Negli ultimi tempi si e' aggiunta anche la complicazione tecnica: pray for sure, hdmi, css, rootkit e merdaccia macrovision (quella che abbassa la qualita' ai legali possessori).

I buoi sono scappati, ormai nel recinto vi e' rimato ancora qualcosa soprattutto grazie a chi ha lottato per guadagnare in maniera diversa (es applestore)

Nonostante cio' i fornitori proseguono nella strategia vincente che ha avuto il grande successo di far incazzare i clienti:

aumentare la complessita' con il BD+ e rendendo ferrivecchi centinaia di migliaia di lettori pagati 2000E.

Aumentare il prezzo

Aumentare le leggi cosi' che il RAID mirroring del mio pc paghera' 30 euro a un giovanotti qualsiasi quando i dischi ne costano in totale 54 (+iva).

Aumentare la repressione bustarellando.

Lasciare che i cinema usino VPR degni di un uso casalingo con un audio discutibile.

Lasciare certificare un TV cinokoren da 300E che non risolve neppure il brufolo di Mentana HDqualcosa

Lasciare definire i 16/9 come formato cinema da tutti i supermercati.

Lasciare che l'alta qualita' e la bassa siano scambiate e approfittarne per risparmiare cifre risibili


Alla fine io non sono sicuro che chi scarica sia VERAMENTE, come dicono siae&c, solo alla ricerca di non pagare.

Sicuramente il soldo e' il fattore innescante ma se pagando ho un servizio che e' percepito come peggiore siamo sicuri di poter definire LADRI coloro i quali rubano?

Se l'energia elettrica oltre a costare molto di piu' necessitasse, se acquistata legalmente, tutta una serie di apparecchi modificati e malfunzionanti, di difficile uso e non disponibile sulle 24h quanti potendo accedere ad una fonte illegale, semplice e disponibile continuerebbero a fare contratti ENEL?


Questo paradigma e' dimostrabile dal successo degli online-store.

Se sono facili da usare vendono milioni di brani al mese.

Legali.

Semplici


Perche' i distributori vogliono che i loro film siano piratati?

Questa e' la vera domanda.

venerdì, ottobre 28, 2011

film distributor 6/


Perche la gente scaRRiGa i film da emule?
Ma forse la domanda e': perche' il distributore offende i clienti che vogliono essere trattati decorosamente?
L'unico modo per ovviare a cio' e' fare cose illegali.
Oppure ci si e' stati portati per manina.

Il DVD nasceva per dare una qualita' paragonabile ad un VTR S-VHS ma con il vantaggio che la cartuccia non fosse deperibile: pensavano soprattutto al mercato del noleggio dove il nastro veniva letteralmente strapazzato in VTR cinocoreani non lasciando che un frullato di insalata all'avventore successivo di un funai-tensai-pinpong.

Inoltre il lettore era semplice, la meccanica di un DVD costa 100 volte meno.
Altro vantaggio per le major erano i tempi-costi di produzione: un nastro veniva inciso con il laser e un contronastro a velocita' altissime ma poi bisognava bobinarlo tagliarlo e metterlo in cassetta.
il DVD si stampa come una moneta.

Per il consumatore, giammai cliente, l'unico vantaggio era quindi l'alta qualita' promessa e un sacco di funzioni EXTRA.

In realtà le resistenze iniziali all'adozione di uno standard furono molte fra chi voleva introdurre tecnologie proprietarie e le major che vedevano nella qualita' un orrore.
Si avete capito bene.

Per poter fare tutto questo il DVD e' in grado di pompare fino a 10Mb/s e con una capacita' di 17GB per un totale di 4 ore di qualita' molto alta.

Pero' un disco flip da 17GB al consumatore era scomodo, bisogna alzarsi dalla cadrega a meta' film (ovvero dopo 2 ore) e non e' appetibile esteticamente perche non ha l'etichetta stampata in grande.
Quindi i dischi cosi' sono una rarita'. Piu' comuni sono quelli monofaccia che IN TEORIA dovrebbero avere 8,5GB per una qualita' sufficiente per titoli avvertimenti minacciosi e un film di 90 minuti.
Ma stampare anche il secondo strato costa un paio di centesimi di troppo.
Cosi' assistiamo a molti, troppi, DVD 4.7 che contengono film di oltre 2 ore.
Gia', la qualita' fa paura a chi e' nel giro...

Cosi' i primi che abbassano la qualita' sono i fornitori di film.
Che differenza pensate che veda su di un piccolo 32" LCD cinocoreano un consumatore fra un file da 1GB e un DVD nel quale il film e' poco oltre i 2?
Non pensate che chi possiede un VPR o un TV decente fra un file da 1GB e un bellissimo DVD da 8GB veda un universo di differenza?
Gia'. Ma se non la mostri non la vedono.

Gli extra.
I geni del marketing fanno addirittura confezioni con 2 dischi, come per dire "ti do i contenuti speciali, ne!", con entrambi i dischi con solo lo strato da 4GB e un contenuto complessivo di 6GB.
Ovvero ci danno due dischi che contengono meno della meta', quasi un terzo, di quello che ci puo' stare su di un solo disco!. Ci danno due bottiglie con il contenuto di un bicchiere.
Il DVD puo' contenere molte lingue, sottotitoli, angolature di ripresa (utili per i documentari), tipi di audio diversi per diversi impianti, interazioni e tanto altro.
Cosa troviamo su questo supporto?
Oltre alla pubblicita' e se va bene una seconda lingua il nulla.
Nei rari casi che abbiamo una qualche intervista-making questo va a scapito della qualita'.
Tutta roba che era fattibile con un S-VHS con una qualita' superiore.

Sostanzialmente ci promettono un film di alta qualita' e ci forniscono spesso un film di qualita' modesta.

Ora la palla passa al BD, detto anche blu ray disc.
Con ogni layer da 25GB e una capacita di 50GB ed un estensione prevista fino a 200GB.
La velocita' di play prevista e' solo 50Mb/s, il doppio della videocassetta DV, che porterebbe il contenuto di un dual layer in 100minuti.
In realta' questi flussi non sono tantissimi visto che sono spalmati su di una definizione maggiore.
Forse sarebbe stato meglio aspettare e finalizzare uno standard in grado di dare almeno 100Mb/s.
Comunque sia sara' da vedere quando il formato prendera' veramente piede, e se lo fara' visto che al consumatore e' stato spiegato che non e' importante la qualita', come verra' utilizzato dalla major

Il BD e' un formato che promette anche per il consumatore un sacco di funzioni EXTRA.
Gia' sentita, vero?

Per il momento l'extra veramente presente sui dischi e' la sfigata cosa dell'obbligo alla presa fantozzi, l'HDMI.
Quindi io non potro' usarlo.
Sostanzialmente se dovessi vedere un film in HD o comunque con una definizione superiore al 576 dovro' usare un file tarocco.
non lo faccio per tanti motivi MA se lo volessi fare sarei OBBLIGATO al tarocco.

mercoledì, ottobre 26, 2011

film distributor 5/


Perche la gente scaRRiGa i film da emule?
Ma forse la domanda e': perche' il distributore offende i clienti che vogliono essere trattati decorosamente?
L'unico modo per ovviare a cio' e' fare cose illegali. Ci si e' obbligati!



Il solito branco di paguri che non hanno buonsenso ne hanno appena inventata un'altra:

Far pagare chi fa pubblicità GRATUITA ai film!

Folle?

Da imbecilli suicidi che perseguono da anni la tecnica dell'autolesionismo?


La SIAE ha deciso di spremere denaro anche dai siti che pubblicano i trailer dei film su richiesta di: AGIS ANEC, ANEM, ACEC FICE e BDP (branco di paguri).


Ovvero se lo spot pubblicitario viene trasmesso su volonta' delleditore questo paga MILIONI di euro per farlo, se viene fatto su base volontaria da adesso l'editore prende i soldi.

Ovvero se trasmetto uno spot di un film anziche' essere ringraziato debbo pagare?
Se su questo b-log metto il trailer di avatar, dicendo che mi e' molto piaciuto ed il render e' veramente notevole vengo punito con 1600E annue?

Cioe' per convicervi a scucire i vostri soldini da blockbuster e di conseguenza a chi distribusce il film debbo pagare?
Mi sembra il mondo sottosopra.


Mi sembra normale che poi uno si metta a scaricare... e gia' che e' li con la stessa fatica scarica il film intero, sicuramente piu' esatto come spiegazione qualtitativa di uno spottone da 2 minuti, no?

sabato, ottobre 22, 2011

film distributor 4/


Perche la gente scaRRiGa i film da emule?
Ma forse la domanda e': perche' il distributore offende i clienti che vogliono essere trattati decorosamente?
L'unico modo per ovviare a cio' e' fare cose illegali. Ci si e' obbligati!

Una volta avevo un DVD player: ora e' in un sottoscala.

Perche' avrei dovuto pensionare il DVD che all'epoca costo' non poco (processore ciccioso, lettore schede...) e non usarlo?

Perche' se una persona telefona per venire casa mia con un DVD gli chiedo di ripparlo e portarmi il file?

Perche se tizio mi chiede se mi piace l'idea di vedere il suo DVD dei BB gli dico di non portarlo che lo emulizzo? Ovvero pur AVENDO IL SUPPORTO LEGALE PREFERISCO NON USARLO?

E se proprio proprio mi vedo arrivare a casa uno con un DVD lo rippo con il pc fisso prima di mettere il solo file sul P4 che uso come MCE (linux) lasciando che la gente attenda 15 minuti che io compia questo tour?

Vediamo:
Metto il dvd nel cassetto premo play e mi aspetto la stessa bellezza del CD: un secondo, massimo due e la musica invade l'aria!
NO, il bastardo mi comunica che e' severamente vietato questo e quello e se lo copio sono io il bastardo!
Io che il DVD lo acquistato/affittato regolarmente cerco di skippare con il FF il messaggio osceMo.
Nulla da fare il bastardo^2 si rifiuta di skippare e mi devo beccare 1'20" di cagate che mi mettono di cattivo umore.
Penso che sia finito, un bel fade sulla montagna di roba pussolente, mi metto tranquillo ma parte una PUBBLICITA' di un altro film di ben 2 minuti!
UARG!
Passo ancora 2 minuti sul tasto FF che e' stato reso inutilizzabile.
merda merda merda!
Finisce anche questa e..... parte una animazione di 20 secondi per il menu'.
Avete indovinato, non e' possibile saltare neppure questa.

Non e' SOLO per i 4 minuti ma perche' il mio tempo, la mia corrente, e il mio DVD sono attivati CONTRO la mia volonta'. e' come se fossero 40!

Come un TV che durante la pubblicita' non potesse cambiare canale!

Veramente MOLTO irritante.

Durante il film vai a fare pipi' premi stop anziche' pausa e al ritorno premi RW perche' la tua compagnia si e' persa qualche misero fotogramma e.......
HAAAAAAARRRRGGG!

il DVD bastardo mi comunica che e' severamente vietato questo e quello e mi devo beccare 1'20" di cagate che mi mettono di cattivo umore un bel fade sulla montagna di roba pussolente, parte la PUBBLICITA', 2 minuti, e..... l'animazione di 20 secondi per il menu'.

Merda merda merda!!!!!!!!
Per 4 minuti perdo il controllo della mia vita!
Devo aspettare i comodi di una macchina, non perche non puo' farlo ma perche non lo vuole fare!!!!
Come se fosse un mio superiore!

Un bel giorno nel prendere un fazzoletto misi un piede sul telecomando e si ferma per la seconda volta il film, dopo il play il DVD bastardo mi comunica che e' severamente vietato questo e que***........ STRAP, PONG, SGUISH

Ero stufo! non passarono i 4 minuti per prendere il DVD scollegarlo dagli RCA dell'HiFi, togliere il cavo S-video, strapparlo dalla ciabatta e metterlo nel sottoscala fra gli sguardi basiti dei presenti.

Ogni tanto mi guarda melanconico attraverso il gradino ma sa che non lo perdonero' MAI.
I DVD sono ormai banditi dalla mia casa.

Accendo il PC che ho carrozzato in legno tinto di nero, il tempo che bostrappa Linux e' inferiore all'attesa in cui mi si da' del pirata, e VLC e' pronto e sorridente.
Il cavo VGA e la skeda ATI fanno un lavoro discreto e grazie ai filtri VLC e' spesso possibile avere una qualita' interessante.
Il film lo fermo e faccio ripartire a piacimento e lo telecomando pure da un banale nokia.
Non mi prendo piu' del bastardo ad ogni film, non devo per forza guardare la pubblicita'.
Se dovessi schisciare il tasto sbagliato, anche lo stop, in 2 secondi sarei dove vorrei essere:

una liberazione.
Davvero.

Stessa esatta cosa il BD, ti becchi la manfrina, la pubblicita'....
In piu' esiste l' affaire HDMI, la presa degli sfigati.
Il mio VPR non la supporta, e non dovrebbe avere problemi ho altre TRE maniere di entrare:
RGB sicuramente non inferiore alla pesa sfigata, anzi in questo specifico caso SUPERIORE.
S quasi la stessa qualita'
Inoltre potrei collegare un lettore al mio MCE e partire da li, sarebbe la cosa piu' bella e lineare con la possibilita' di poter comandare tutto con un unico telecomando o mouse come ora.
Esisterebbe un'altra strada ma occorre un accessorio a parte.

Invece lo stronzone usa solo la presa degli sfigati, qualsiasi altra roba e' vietata!

Bene io vieto al BD l'ingrsso in casa mia essendo INCOMPATIBILE con i miei apparecchi che dialogano tranquilli e senza belligeranza alcuna pur essendo prodotti fra il 1971 e il 2010.

Il BD ha una qualita' superiore?
Forse, ma io non voglio complicarmi la vita un amico mi ha portato un file di 10GB, veramente impressionante (anche se il P4 spesso si impuntava) ma se devo sorbirmi come un bambino dell'asilo delle PUNIZIONI per aver fatto la marachella di comprare un DVD vuol dire che non lo faro' piu'!


Perche' dovrei pagare per avere un servizio peggiore?

giovedì, ottobre 20, 2011

film distributor 3/


Perche la gente scaRRiGa i film da emule?
Vediamo di spiegarlo agli ottusi che se lo chiedono.

Ma forse la domanda e':
perche' il distributore offende i clienti ?
L'unico modo per ovviare a cio' e' fare cose illegali.

Nel gergo del cinema la window e' il tempo permanenza nelle sale, ad oggi circa 12-18 settimane.
In realta' moooolto meno.
Quando arriva la prima e' solo in alcuni cinema, ma il tempo scatta nel cronometro.
Salvo che sia Avatar dove non puoi non sapere, o sei uno che passa le giornate a cazzeggiare sul W3 o vieni a conoscenza qualche settimana dopo che esiste un film che e' tratto dal tuo libro preferito, e tu hai gia' perso qualche settimana fra la prima e la scoperta.
Se poi come me non hai la TV.....

Ora SAI che vorresti vederlo MA avendo una vita aspetti 2 o 3 settimane il momento "giusto".
Non e' che tutti i giorni vai al cinema e ci dormi dentro: devi anche lavorare e nei WE vuoi fare... altro.

E passato piu' di un mese, quasi due, e le videoteche annusano gia' l'odore del policarbonato e mettono in vetrina il POP di cartone con la siluette di Don Figaccion ed SamanTHA Longlegs.

Nell'istante che succede tutti i cinema delle grosse citta' decidono che se un film e' gia' nell'home video automaticamente non e' piu' un film degno di un cinema.
Sono passate 8-10 settimane e tu stai cercando dove cavolo lo danno ancora: a 30Km di distanza ovvero 3 ore di viaggio AR e 8 euro di parcheggio: lasci perdere.

Mi e' successo che film di grande successo per settimane non riuscissi trovare posti e poi sparissero 3 settimane dopo l'impossibilita' di sedersi.

Questo fa si che il pubblico percepisca che un film non stara' molto nelle sale e causera' una disaffezione a quei film che andrebbero a vedere ma danno per scontato che non sia piu' possibile vederlo anche se lo e'. Un cane che si mangia la coda.
Il chiudere la window ha portato ad un decremento di pubblico e questo ha risposto dando per scontato che un film va visto subito o nulla.
Sarebbe da vedere in faccia i direttori delle case di distribuzione. Che suicidi favolosi!

Perche' dovrei faticare e correre per pagare il biglietto?

martedì, ottobre 18, 2011

film distributor 2/


Perche la gente scaRRiGa i film da emule?

Ma forse la domanda e':

perche' il distributore offende i clienti che vogliono essere trattati decorosamente?
L'unico modo per ovviare a cio' e' fare cose illegali.



Vado al cinema nonostante tutte le premesse di accoglienza come vedremo sono paragonato ad un forzato, a forzato a fare qualcosa che non voglio.

Il film inizia alle 9.00 e alle 9.02 non e' piu' possibile entrare: cosa giusta di per se'.
Pero' anziche' iniziare il film iniziano gli spot: non e' che iniziano PRIMA e smettono alle 9.00, iniziano AL POSTO del film.
uno potrebbe questionare che per un po' di pubblicita' si puo' soprassedere, uno spottino o due mi stanno bene MA 35 minuti fra spottoni e trailer se permettete sono troppi.
Chisssenefrega di vedere un pessimo render della alfa-panda-mito che spara ai bidoni (guerra fra bidoni?) per 5 LUNGHI minuti.

90 minuti di film e 35 di spot e' un rapporto da TV commerciale dove sono libero di non guardare ma qui sono COSTRETTO seduto senza giornale senza radio e senza bagno a 3m dove durante lo spot mi lavo i denti o schiscio un foruncolo.

35 minuti di spot equivalgono al mio tempo e questo va pagato come tutti i lavori ed e' superiore al valore della visione del cinema, salvo che vedere male su un grosso telone costi 60E.

i 35 minuti sono il record sperimentato ma negli ultimi 10 assaggi si e' andati da un 23min ad un 35 con una media intorno ai 30.
A mio giudizio questo e' un abuso e rovina il gusto dell'andare al cinema.

Perche' dovrei pagare il biglietto, meglio stare a casa,no ?

domenica, ottobre 16, 2011

film distributor 1/


Perche la gente scaRRiGa i film da emule?

Ma forse la domanda e':
perche' il distributore offende i clienti che vogliono essere trattati decorosamente?
L'unico modo per ovviare a cio' e' fare cose illegali.


Ho un VPR da pochi soldi: prendo un film e lo vedo con una qualita' che non esiterei dire appena sufficiente (non ho un tritubo da 7", ne!) in maniera semplice.

Vado al cinema (trascinato dalla pulzella) e nonostante tutte le premesse la luminosita' e' meno uniforme del muro di casa (proietto sul muro ed e' ora di imbiancare) il telo non e' teso uniformemente.

Quando parte il film (SE, come vedremo) la qualita' lascia a desiderare: non dico di usare il proiettore "piu' meglio" dell'universo ma cavolo si vede il lavoro del duplicatore di linee.

Non basta, l'ottica e' un culo di bottiglia: in presenza di forti differenze di luminosita' ha gli stessi problemi di flare del mio coso da 400E! Quando poi ci sono i titoli di coda le A sono piene di luce divenendo delle lambda come le B e le D sono assai simili.

Ancora il contrasto e' regolato alla "TV" style: bello pompato. Il mio VPR almeno no.

Se questo non sembra un buon motivo per non andare al cinema...
La matrice DLP era guasta! e una zona ad ore 10 di tanto in tanto flikkerava rimanendo sul nero.
Grazie UCI cinema!

Perche' dovrei pagare il biglietto?

giovedì, ottobre 13, 2011

Dennis_Ritchie

Mentre il popolino bue e idiota piange la morte di un qualsiasi steve jobs, quello che nella apple andava a chiedere i soldi, non quello che ha inventato la apple (faceva sempre steve ma wozniak) muore un personaggio MOLTO piu' importante..

Dennis Ritchie e' qualcuno senza il quale i computers si sarebbero fermati al commodore 64.
E' talmente importante che fra gli iniziati la sigla K&R e' un mito visto che con Ken Thompson fara' la maggior parte delle sue scorribande.

Steve woz, la apple, ha inventato il computer moderno, modulare, il famoso apple II, pronto per l'uso e hanno imitato l'Alto XeroX.
in Apple hanno venduto lettori mp3 molto carini e telefonini cicciosi.
Se si esclude l'apple II e l'idea di vendere il Lisa (imitazione di xerox) non ha fatto nulla che usare delle confezioni belle e vendere cose curate.
Non sto denigrando Apple, in questi tempi di cinokorean sono cose rare, ma Dennis e' un'altra cosa.
Era.

Dennis ha scritto lo UniX nel 1971.
Le versioni successive di questo SO motorizzano il 90% dell'informatica odierna e la restante lo imita.
Come succede nelle serie televisive, alla CSI per intenderci, nascono molti spin off:

BSD UniX (csi las vegas?) e' una versione dell'universita' di berkley.
Quando Woz dopo un incidente aereo non capiva piu' nulla e il Lisa del 1983 (ricordo che il mac era la sia versione economica) cominciava a dimostrare tutti gli annetti che aveva presero il SO freeBSD per fare MACOSX (in realta' la cosa e' piu' contorta).
Ancora oggi e' possibile scaricare per via delle licenze la versione modificata da apple di freebsd chiamata Darwin
http://opensource.apple.com/static/iso/
Quindi tutti gli i-cosi funzionano con il motore di Dennis: gli i-cosi sono retti non da jobbs ma da Dennis. ricordatelo quando un applefan loda la stabilita' del macOS.

Anche i SO come Solaris, true64 e tanti altri si basano su BSD.



UniX LinuX (csi new york)
Dallo scherzo scritto in un pomeriggio di pioggia a SO copia di uno UniX. Grazie Linus.
Quando come televisore avete un sony e non e' della fascia di prezzo di un cinokorean sappiate che avete a bordo uno UniX derivato: LinuX.
Quando avete un telefonino android in realta' e' solo un'altro nome di LinuX
Quando avete in mano un mediaplayer di vario tipo avete in mano un PC con LinuX
Anche il vostro router con cui vi collegate a inet e' magari motorizzato LinuX.
Quando usate Facebbok o Google con cosa pensate che funzionino? con la XboX (windows) o con linux?
I due robottini che scorazzavano su marte con cosa pensate che funzionavanano?
Linux e' il SO oggi piu' diffuso al mondo... e fuori.

QNX (csi miami)
Rim ha appena acquistato QNX: accortasi che il proprio soft faceva cag, ops, pena, ha acquistato lo unix che viene montato nelle centrali nucleari.

Altri unix
AiX, Plan9, riscX, iriX...
In realta' esistono tutta una serie di altri UniX piu' o meno completi o diffusi ma basti pensare che quello che non e' UniX e solo una piccola minoranza nella quale l'unico nome che fa percentuali decorose, per quanto piccole (ma ricche), e' microsoft.
Se pensiamo poi che in Microsoft SO imitano da sempre le caratteristiche degli UniX possiamo dire che MOLTO e' lavoro di imitazione di uno UniX.



Il signor Dennis ha scritto anche il linguaggio di programmazione C che, casualmente, e' uno dei piu' diffusi del pianeta. Indovinate con cosa e' scritto Windows?


Quindi se vogliamo incensare una persona che ha fatto qualcosina con l'informatica, va bene!
Ma proporzionalmente dobbiamo parlare di qualcuno che ha cambiato l'informatica, apple compresa, parliamo di Dennis MacAlistair Ritchie.

Non penso che nessun computer sulla terra dotato di un processore a 32 bit non abbia qualcosa di K&R addosso.

invece la pagina si wiki fa schifo.
http://it.wikipedia.org/wiki/Dennis_Ritchie

I giornali trattano la cosa, quando la trattano, come se fosse morto il gatto di paris hilton.
Boh.

mercoledì, ottobre 12, 2011

solare o pipe di zucchero?

Questi sono i risultati di una dissennata informazione che ha costretto l'uomo medio, in Italia particolarmente ignorante, a pensare che fosse meglio votare per una centrale a carbone che per una nucleare. Così ora le scorie nucleari sapete che aumenteranno.

Ma oltre ai grossi attori esistono tutta una serie di piccole realtà che giungono sulla carogna ancora calda per mangiare quello che non è stato prelevato dai grossi predatori.
Quello che state vedendo è una brochure informativa di un'azienda che installa pannelli fotovoltaici, ripeto fotovoltaici, in una fredda valle bergamasca dove il sole tramonta presto e l'inverno morde duramente.

La prima pagina noteremo che qualcosa di estraneo è già apparso: nonostante parliamo di una cosa vediamo in copertina qualcosa che assomiglia ma non lo è. I pannelli ritratti nella foto non sono fotovoltaici ma sono termici. Visto che anche all'interno della brochure si parla di tecnologia fotovoltaica in maniera plurima è evidente che questa azienda non ha mai visto un pannello in vita sua ed è quindi già minata la sua credibilità.
Sarebbe a dire un po' come se io vi racconto nella mia nuova lo moto e vi mostro le foto di una auto.




Forse più drammatico è l'interno:

la prima affermazione in forma che il pannello che andranno montare supporterà tranquillamente sia l'elettricità che la luce consumata all'interno della casa per vent'anni.

Ancora una una stranezza nella seconda affermazione: vedrete le vostre bollette crollare dell'80%. Ma non avevano detto che non si dovevano pagare? a casa mia non doverli più pagare vuol dire che il crollo deve essere del 100% e comprensivo degli oneri fissi.


Ma non è ancora finita esiste una terza affermazione che dice che in 10 anni si ripaga e poi si guadagna. Questo è in contrasto con quanto affermato precedentemente: se nei primi 10 anni sto andando incontro a ripianare la spesa iniziale come funziona la storia di cui sopra?

Vediamo di fare due conti:
una caldaia per riscaldamento per un'abitazione relativamente piccola si beve la bellezza 30.000 Watt e rimane accesa per parecchie ore comprese quelle notturne. È facile ipotizzare che durante gennaio e febbraio quella caldaia possa andare gran parte del giorno della notte quando il sole è breve, molto inclinato e tetti in quella zona sono bianchi.
Bianchi di NEVE.

Salvo di pagare un uomo che va a a spazzare questi pannelli l'energia prodotta sarà pari a zero. Ma anche con questa manutenzione il rendimento sarà intorno al 5%.

Per evitare di morire al freddo, letteralmente, sarà necessario che durante tutto l'inverno la nostra energia verrà da qualche centrale nucleare.
Durante l'estate dovremmo avere una produzione così elevata da riuscire a ripianare non solo dal punto di vista del kilowatt ma anche da quello monetario visto che comprare qualcosa che comprensivo anche dei costi di trasporto è più caro del vendere.

Ecco quindi che la nostra abitazione di 100 m quadri di una famiglia media di tre persone
avere DA QUALCHE PARTE, per esempio sul balcone, la superficie di qualche campo da calcio. Quanti calcolateli voi.

A questo punto loro vi trovavano pure una banca che si offre di investire per i 10 anni il costo dell'impianto e il poderoso impianto produrra' energia sufficiente
non solo per pagare il gas
non solo per pagare l'elettricita' consumate
non solo per pagare il 10% dell'impianto ogni anno
ma anche per pagare la banca che ovviamente non lavora gratis. Foss'anche il 10% per 10 anni la risultante e' che il costo d'impianto si raddoppia.

Sostanzialmente costoro ci dicono che vengono in cada nostra, fanno una makumba, e poi noi ci ritroviamo con un reddito sufficiente per coprire luce e gas per 10 anni.
Per altri 10 anni il reddito sara' perlomeno il triplo.

Figo!
Mi sembrano quei libri per vincere 10.000.000$!

Ma ci sono cosi' tanti fessi in giro?

giovedì, ottobre 06, 2011

consumatore eco?


Un CONSUMATORE se si trova un po bianchiccio perche' quando non passa il giorno in ufficio passa le giornate alla TV compra una bellissima lampada per abbronzarsi UVA da 400W.
Costo 250E
ovviamente brucia carbone.

Ora si trova abbronzato ma flaccidino e decide di comprare un tappeto per corsa motorizzato con display LCD: 800E e 300W
ovviamente brucia carbone.

Non contento, le braccia non sono contente, si abbona in palestra dove in cambio di 500E rimediera' al problema recandosi IN AUTO una volta ogni 15gg.
ovviamente brucia benzina.

Un CONSUMATORE compra, per rasare l'erba della porzione di condominio orizzontale, da lui chiamata pomposamente villa, un tosaerba a motore da 4CV 2T con 3 marce: 2 avanti e 1 retro.
Costo: 1000E
Ovviamente brucia miscela.





Un ECOLOGISTA tutte queste cose le fa con un falciaerba a spinta da 70E che andra passato spesso regalandogli un prato all'inglese, abbronzatura e muscolatura.

Questa e' la differenza fra un ecologista vero e un verdosky che pensa che 100m^2 di prato sia una conquista eco di qualche tipo.

aforismi2

Non sei bloccato nel traffico.
Sei tu il traffico.


per tutti quelli che pensano che il problema siano gli "altri"

mercoledì, ottobre 05, 2011

aforismi

« La qualità della musica attuale è crollata ad un livello talmente schifoso che un pezzo di disco music degli anni '70 ci sembra un'opera d'arte. »

(Elio, 27 Apr 2008 6:29 pm)

come non essere d'accordo?

sabato, ottobre 01, 2011

Pollitica locale

Un gruppo di manifestanti, i soliti gruppi diciamo no a qualsiasi cosa, fece una grossa fiaccolata nella mia città contro il nuovo piano regolatore che prevedeva un bel po' di metri cubi di cemento. Sinceramente non ho nessuna idea se fosse così tremebondo come piano come dicevano i manifestanti o come asserivano quelli del comune un'ulteriore espansione della nostra cittadina che pur essendo già molto costruita ha bisogno di nuovi spazi.

I manifestanti hanno comunque dimostrato un grande genio poiché sono andati a fare una fiaccolata su di una piazza, quella davanti al comune, che non solo è costata veramente un sacco di soldi ma era appena uscita da una manutenzione che era durata diversi anni.

Ovviamente il sindaco ha fatto notare che avevano macchiato, in maniera decisamente zozza aggiungo io, la piazza appena finita.

I manifestanti hanno irriso il sindaco dicendo che non erano certo i quattro gocce di cera a provocare problemi quanto la grande quantità di cemento prevista in arrivo.

Aggiungevano pure che siccome la cosa dava così fastidio si sarebbero adoperati per pulirla.il tutto detto e scritto in maniera canzonatoria del tipo cosa vuoi che facciano quattro gocce di cera.

Gli stupidi non hanno capito bene il perché il selciato della piazza ha "stranamente" trattenuto i residui di cera delle fiaccole semplicemente perche' e' granito grezzo! oggi va di moda fare le piazze pedonali con quel look finto fine da gente che esce dalla miseria e ovviamente il progettista disegna secondo la moda del momento infilando dei bei pezzi di roba chiara che fanno tanto Giappone ma che è bella porosa.

Quindi quando scrivono stupidate del tipo:

"Gli organizzatori si rendono disponibili alla soluzione dell’inconveniente effettuando la pulizia con una attività dei propri volontari."

Devono rendersi conto che volontari dovranno pensare di utilizzare del lance a vapore unico sistema per poter tirar fuori la cera.

Visto che son passato ieri, dopo tre mesi dalla manifestazione, oserei che e' al solito, per gli itaGliani politicanti, una bufala; un blablabla.


La cosa divertente della politica italiana e che esistono due schieramenti il potere e l'opposizione, scemo più scemo, spesso chi si pone a qualsiasi manovra di ampliamento o di cambiamento con un semplice no è quello che in realtà è ancora più marcio anche se si veste da Salvatore della patria o della cementificazione.