mercoledì, settembre 28, 2011

finalmente! droga

---------------------------------------------------------
Deve essere chiaro agli occhi di tutti che chi acquista anche una piccola dose di cannabis e derivati, o di qualsiasi altra droga, per il proprio piacere personale finanzia la violenza e il mal affare delle organizzazioni criminali e del terrorismo.
I soldi che vengono messi in mano ad uno spacciatore sono esclusivamente sotto la responsabilità di chi glieli dà.
Non c'è nessuna giustificazione né morale, nè sociale, né legislativa che può assolvere o giustificare tale gesto individuale.
......
Per tutto ciò, finanziare le mafie anche attraverso il piccolo acquisto di droga costituisce un atto moralmente inaccettabile e socialmente biasimabile. La prima responsabilità da invocare quindi è quella individuale e non delle leggi che regolamentano l'accesso a tali droghe.

Per ogni spinello acquistato e fumato, la mafia, la 'ndrangheta e la camorra ringraziano. Si, è vero, ma ringraziano proprio chi l'acquista, minorenne o maggiorenne che sia. Acquistare cannabis dai criminali e fumarla per il proprio piacere, esponendo scientemente la propria salute e quella di terzi a rischi sanitari e sociali è un comportamento individuale socialmente inaccettabile e biasimabile.

La droga non è un bene primario e drogarsi non può essere in alcun modo considerato un diritto individuale. E' demagogico ed ipocrita scaricare sullo Stato responsabilità, quali il comportamento di acquisto, che sono soprattutto del singolo e, per fortuna, solo di una piccola minoranza di cittadini italiani. La stragrande maggioranza dei cittadini italiani per fortuna non usa droghe e non pensa che legalizzare tale uso sia serio, soprattutto per uno stato che deve proteggere la salute dei suoi cittadini ed educare i propri giovani a valori e stili di vita sani e nel rispetto della legalità.
------------------------------------------------
fine del comunicato stampa.



Molti anni fa avevo dei compagni di classe che fumavano molta erba loro lo consideravano una cosa di sinistra e un'assoluzione a tutta una serie di problemi. Costoro indossavano la kefiah bianche e nera proclamavano di volere un mondo migliore e si sparavano spinelli a ripetizione nei bagni della scuola. Dove poi trovassero i cinque scudi per comprare la roba di lato al tribunale rimaneva un mistero come il fatto che a 30 m dall'ingresso del tribunale e sotto le finestre dello stesso si potesse spacciare.

All'epoca feci notare che forse il percorso della droga non era poi tanto netto e pulito.

Più avanti negli anni dissi anche che lo stato pietoso in cui volgevano alcune economie come quella della Colombia erano dovuti alla volontà di milioni di persone che abitavano perlomeno a 10.000 km di distanza. Per fare del bene a questa popolazione occorreva quindi troncare qualsiasi consumo di droga, altre soluzioni sono peggiori, per almeno un decennio.

Questa inoltre è una dimostrazione del fatto che gli ecologisti non esistono: la coltivazione di alcune piante e la raffinazione successiva sono un vero disastro ecologico.
La pianta della coca una volta raccolte le foglie in maniera eccessiva viene sradicata e occorrono nuovi posti dove coltivarla. Per far ciò è necessario disboscare ampie zone della foresta, un atto solitamente compiuto attraverso un incendio.
Se questo non bastasse la cocaina deve essere attaccata sia con delle basi sia attraverso il kerosene sia con degli attacchi acidi.

Dove pensate che poi finiscono tutte quelle sostanze come le centinaia di litri di cherosene utilizzato per la preparazione della coca? oppure pensate che le tonnellate di acido solforico vengano smaltite in ottemperanza alla 626?

Fare queste affermazioni in Italia vuol dire essere additato come cattivone!!

Ci sono voluti più di vent'anni perché un politico italiano dicesse una cosa tanto ovvia: se compri della roba dalla mafia stai dando soldi alla mafia.

Ma siamo sicuri che il signor Giovanni Serpelloni, Capo Dipartimento Politiche Antidroga, verrà presto sostituito perché in Italia non si può certo dire ciò che è ovvio, no?

lunedì, settembre 26, 2011

macchianera

macchia nera mi sembrano dei gran volponi.
Ogni tanto finisco sul loro sito ma sinceramente non capisco cosa sia, quale utilità possa avere.
probabilmente sono dislessico.
L'unica cosa che ho capito bene nelle 20 o 30 volte mi hanno spinto sopra a forza di link è che ci sono un sacco di foto di Berlusconi il più amato da chi afferma di essere di sinistra e contemporaneamente non possiede neuroni. Una sola di queste due cose ovviamente non basta per fare di Berlusconi un idolo.
Sospetto che il sito sia di questo tipo.


Comunque adesso, da qualche anno, si mettono in testa di fare una votazione per sapere qual è il blog più figo.
il problema che per come è fatto la vittoria è già indicata.
Se guardiamo sotto vediamo come sono rappresentati i vari concorrenti scelti in una rosa che sinceramente non ho capito bene come è stata prodotta:
-----------------------------------------------------------------------------------



----------------------------------------------------------------------------------------------
Come possiamo vedere il primo concorrente è l'unico in grassetto, è l'unico ad avere il link disponibile con il semplice clic.
È abbastanza ovvio supporre che l'utente medio sia spinto anche per la semplice curiosità a vedere quest'ultimo se non riconosce tutti.
Questa situazione è ulteriormente aggravata dal fatto che non è possibile scegliere di votare solo alcune categorie: ovviamente se non conosco nessun blog di cucina la mia votazione potrà essere solo casuale o al limite voterò l'unico che sono andato a vedere.
Per queste banali cose possiamo tranquillamente mettere il blog macchia nera nel cestino della spazzatura: un'altra cosa inutile non riciclabile.

sabato, settembre 24, 2011

bibbia


Santa cipolla!
un libro che ha mediamente 2000 anni e' nuovo?
o si riferiscono alla nuova traduzione CEI del 2008 (nuovo=5anni fa?)
Gia' perche tradurre dal greco “secoli dei secoli”, invece di “eternità” quando e' stata prima tradotta dall'aramaico all'assiro al greco (e chissa' cos'altro) fa una grande differenza?

Comunque definire novita' un libro cosi' antico a me fa strano.

lunedì, settembre 19, 2011

soft riflessioni....

Ormai è da parecchio tempo che sto facendo una riflessione semplice quanto contorta e bislacca: il soft commerciale fare schifo!

Non sono un fan di RMS con la camicia hawaii e capelloni unti MA...

In passato il soft rimaneva indietro rispetto all'hardware. Per esempio quando usci' il 386 si dovette aspettare il porting di SCO per poterlo usare e i clienti MS poterono usarlo solo nel 2000, salvo che si potesse definire NT 3.X sistema operativo.
Quindi salvo eccezioni comunque ritardatarie, OS/2, lo si usava come un banale 286.
Ma erano tempi in cui era difficile trovare anche un compilatore a 32bit.
Con l'arrivo nel 2002 anche del carrozzone miciosoft nei 32bit (Xp) sembrava finalmente che si fosse entrati in epoca moderna.


Qualche mese fa ho avuto l'ardire di comprare un ESAcore della AMD.
Un po' lo fatto perche' avevo provato dei cosi con l'athlon X2 e mi parevan frecce. ovviamente in rapporto al prezzo.
Un po' lo fatto perche' mi pareva conveniente il prezzo/prestazioni.
Una di goccia di antimonopolismo. non sono uno di quelli che grida contro il monopolio e poi dico tanto così fan tutti.
ed infine il mio sogno dei multiprocessori.
Nel 1983-4 quando cercavo di costruire insieme ad un amico un computer cercavamo (che novita') potenza di calcolo e pensammo che era possibile unire la potenza di piu' processori ma non e' certo una cosa semplice.
Qualche anno dopo trovammo la documentazione di una affare sconvolgente: il TRANSPUTER.
http://it.wikipedia.org/wiki/INMOS_Transputer
Inutile dire che alla fin della fiera quell'affare risolveva in maniera semplice tutti i problemi che ci eravamo posti e che per noi erano insormontabili per la nostra ignoranza.
Risolveva anche problemi che non eravamo in grado di spiegare, ci mancavano le parole, e i nostri professori erano molto piu' ignoranti di noi.
I transputer erano fottutamente eleganti!
Tutto cio' era li scritto in quella presentazione su cartoncino: centinaia di processori potevano parlare fra loro!
Da allora mi e' sempre parso che le strade non erano giuste nel mercato dei WINTEL: il bellissimo 386 era molto piu' avanti del 286 MA il 486 non mi e' mai parso all'altezza.
il 586 (poi pentium) poi non era certo questa gran bellezza visto che doveva avere un clock quasi doppio del predecessore per andare un pochetto di piu'.
il P2-3-4 mi sembravano solo l'arrampicata sugli specchi.
Se infine pensiamo poi alla potenza degli Acorn (ARM) un giocattolo messo insieme per produrre una macchina da usare nei corsi in TV.....

Poco piu' eleganti i signori di AMD fino a quando non hanno cominciato a fare processori costruiti con un canale che per alcuni versi ricorda quello degli inmos; HyperTransport.
Nonostante cio' nei pc non si e' ancora visto l'uso al di fuori dei server, di piu' processori fisici.

Tutta la manfrina per dire che avere 6 core mi sembrava una figata!

Dopo l'acquisto mi sono reso conto che alcune cose andavano effettivamente alla velocita' della luce rispetto al cadavere del P4 3GHz, ma alcune non cosi' tanto.
Perche' accadeva?
Parte era dovuto al disco ma analizzando bene veniva fuori che sostanzialmente un 80% del software commerciale usava UN SOLO CORE.
Quel bidone di Win7 usa un solo core anche quando deve multimedialeggiare (le miniature per es)
Se Hugin (GPL) era veloce come un voyager, circa 20 volte rispetto a prima, se alcuni convertitori video che guadagnavano veramente tanto altri, quelli PAGATI, andavano piu' veloce solo per l'architettura che per altri 5 core fermi a dormire.
Il grafico dell'utilizzo dei vari core non lasciava dubbi: cinque processori erano sostanzialmente a nanna per gran parte del tempo.

Il programma commerciale e' vecchio perche' progettato prima che io lo comprassi e dopo non viene piu' aggiornato poiche' il produttore ferma l'avanzamento per nuove funzione da pagare non per il prezzo di queste ma per tutto il programma.
Il mio programma di disegno ha 6 anni e non e' piu' neppure possibile fare l'upgrade a pagamento.
Il database ha 5 anni e perche' devo pagare 600 euro ANCORA?
Gimp oggi va molto meglio di qualsiasi versione di porcoshoppo che non sia stata aggiornata annualmente a colpi di 1000 euri.

Quindi posso tranquillamente affermare che tre quarti delle cose che dicono i siti specializzati e le riviste di informatica a proposito della velocità raggiunta è sostanzialmente una bugia. Attenzione non dicono fandonie, nel senso che in determinate circostanze i processori moderni multipli vanno veramente molto più veloci, però sarebbe meglio forse fare dei paragoni sul campo.

L'utente che compra un computer nuovo per tutti questi test si compra qualche migliaio di programmi nuovi di pacca.
Sempre per costoro l'utente possiede l'ultima versione di tutti i programmi.
Ad esempio si paragona l'ultimo open Office con la suite ultimo modello di Microsoft. Si dà per scontato di paragonare l'ultima versione di GIMP con l'ultima di porcoshoppo.
In realtà, salvo che siate pirati, nella realtà non è un paragone corretto.
Negli uffici io vedo tantissimi programmi non nuovi. Il paragone corretto da questi potrebbe essere un office 2000 o 2003 con l'ultimo open Office. Per questo utenti il costo di licenza è lo stesso.

ovviamente un paragone così fatto avrebbe un risultato abbastanza ovvio, ovvio, no?

È quindi da pensare, o forse è meglio dire ripensare, a quello che è il mercato del software: cose abbastanza costose che dopo pochi anni sono sostanzialmente da buttare rispetto ai programmi gpl che da qualche anno progrediscono in maniera tanto rapida da essere spesso progettualmente più avanzati delle stesse versioni commerciali tanto spinte dalle varie riviste.
Se pensiamo alle innovazioni portate dall'open Office, una per tutte il salvataggio in PDF, e dal fatto che non solo chi ha pagato non aveva la funzione ma non la avrà mai se non riacquistando lo stesso pacchetto che sarà vecchio entro due anni.
Chi ha scelto una suite da ufficio con licenza libera invece si troverà mediamente avanti di almeno un anno anche se per assurdo fosse meno avanzata.

Ovviamente sto parlando dei programmi orizzontali di grande diffusione. Molti programmi sono invece di nicchia e hanno uno sviluppo molto particolare.
Possiamo pensare ad esempio a poderosi affari come Maya o 3DS che vengono aggiornati frequentemente, sempre a colpi di banconote di grosso taglio. Io avevo una licenza 3D studio prima che si chiamasse MAX. Al di là che questa non funziona ( non parte neppure) sulla mia macchina odierna rendendo ancora di più odioso il costo d'acquisto, il caro Blender è comunque decisamente migliore.
Stendo un velo pietoso sulla qualità dei software di contabilità: quelli che reputo migliori hanno come voto "merda".

in questo volo pindarico fatto nottetempo la mia conclusione è stata che i programmi commerciali che possiedo pur essendo costati cifre importanti sono inadatti alla macchina. Migliorerebbero solo in cambio di una robusta dose di danaro pari a circa 10 o 15 computer come questo. Ma allora perché li ho comprati?

Il software libero che possiedo, pur non costando un soldo, è l'unico che qualche volta riesce a ottenere prestazioni interessanti dalla mia macchina poiché rimane aggiornato, spesso in automatico, per il semplice motivo che i miglioramenti sono compresi nel prezzo.

Dove ho pagato ho prestazioni scadenti, dove non ho pagato, e quindi accetterei prestazioni non al top, le prestazioni spesso sono allo stato d'arte.

Questa cosa mi sembra pazzesca.
A voi no?

domenica, settembre 18, 2011

venerdì, settembre 16, 2011

SQuola

In un blog qualcuno a chiamato in malomodo (teroni scansafatiche) i bidelli.
Ovvia la bagarre generata, nord-sud e probidelli.
Bagarre inutile, siamo sulla stessa barca.

Mi dispiace far di tutta l'erba un fascio, spesso vuol dire commettere ingiustizia ma anche poter descrivere un'andazzo.

Anche nella mia, mie, sQuole ho incontrato molti bidelli che facevano i bidelli ma devo dire che era, quando frequentavo, sicuramente un lavoro con un accesso limitato ai lavoratori del sud (terroni va bene, no? [ter-ró-ne] s.m. Epiteto spregiativo o scherzoso con cui nell'Italia settentrionale vengono designati i meridionali)
Mai visto un bidello del nord, come del resto un vigile urbano autoctono fino al 1990 circa.

La maggior parte di loro passava la giornata lavorativa in compiti come lo studio delle telenovelas, il terrorizzare i bambini delle elementari, cercare di fare proseliti nei teenager, imboscarsi, fare la spesa, scomparire....
Pochi erano coloro che si riuscivano a vedere intenti in qualche occupazione durante il loro orario. In una delle scuole penso di non sapere neppure se esistessero, esisteva solo un ripostiglio con le scope...
Ovviamente esistevano delle eccezioni, ma erano appunto tali.
Questo ovviamente NUOCE a tutto il gruppo e se sento dire a qualcuno che i bidelli sono sfaticati e terroni non mi sento di oppormi a quella che spesso PURTROPPO era la verita'.
Oggi non so se le cose siano cambiate e sinceramente non mi interessa.

Disgraziatamente potrei dire la stessa cosa ad almeno il 50% degli insegnanti, gente finita ad insegnare matematica quando non sapeva neppure il PI.
Gente che quando si cercava di andare oltre vedevi il bianco.
Reietti che svogliatamente recitavano da decenni le stesse frasi mentre pensavano ad altro. Professori d'inglese con difetto di pronuncia (per ragioni FISICHE) anche in italiano, come un centometrista monogamba.
Altro prof di inglese che pur avendo vissuto 5 anni nella city ci raccontava delle sue performace di drummer punk: mai sentito parlare in inglese ma faceva degli assoli con le BIC...
Parliamo dei politicanti e bizzarri campioni di un'umanita' bizzarra?

Ovviamente, se le cose non sono cambiate, per forza si oppongono a drastici cambiamenti nella scuola: magari gli tocca pure lavorare.

martedì, settembre 13, 2011

coriere della pera 2: revenge

Nuova unita' di misura VIS:
i Grattacieli!!!

Dopo famiglie, case, persone,cani e criceti abbiamo i Grattacieli!!!
non ci posso credere!!!!

Ma i verdosky puntano sempre piu' in alto.
O forse e' solo un giornaletto dell'oratorio che ha scritto stupidate?....

Google consuma energia elettrica quanto 41 grattacieli
Ops e' il corriere!
Ma quanto consumerebbero "sti cosi" ?

2,3 miliardi di kilowattora

Io immagino il redattore un pomeriggio...



Aho', ma quanto costa er gelato?
150 centesimi tondi tondi, risponde il barRista.

Poi va a comprare 100 decagrammi di pane
e una memoria da 8mila milioni di bit.
Infine si rilassa guardando 5 migliaia di secondi di film.


Certo dire 2,3TWh faceva meno figo? era meno terrific?
A me sembra che 2,3 miliardi di kilowattora siano solo un portatore di errori.
Poi si parla di case, altra unita VIS, di GW confrontandoli con i GWh. Evidentemente il redattore non comprende che la su auto in coda non fa 200Km/h...

e scrive ancora:
E a un quarto dell'energia utilizzata da una centrale nucleare

E a un quarto dell'energia, forse, PRODOTTA, da una centrale nucleare.
Poi perche' nucleare?
e' piu terrific di dire che consuma come un quarto di tutto il solare prodotto nel mondo?

ORRORE
TERRORE
Harg!
CLANG CLANG
Nucleare
BOOOOM!!!

Mavaff, di cuore!

Vediamo CHI ha scelto il direttore per parlare di ENERGIA con termini OSCEMI:

Alessandra Farkas (vedi foto)
Università di di Firenze French, Spanish and English language and Literature
Bene se si deve declamare un sonetto o fare una traduzione sappiamo a chi rivolgersi

ha scritto un polpettone autonbiografico, gia il titolo e' un programma:
Pranzo di famiglia; ripercorre origini, tragedie e gioie della sua famiglia, diventate profondamente sue, intorno ad un tavolo.

Fammi capire le tragedie della sua famiglia non sono sue?

si spaccia come esperta della politica, in particolare americana, dove risiede.

ama il dr house e pur essendo una corrispondende del corriere evidentemente non capisce un tubazzo di energia.

Ma se non capisce l'energia.... allora non capisce la politica.

Torni a scrivere di catullo dei suoi genitori e nonni, magari evitera' di dire che suo nonno le manca da 300 mila ks.

Chi scrive cosi' non ha il diritto di avere un pubblico.

sabato, settembre 10, 2011

corriere della pera eccollloggico!

non so se avete mai notato ma i giornali ultimamente stanno divenendo sempre meno utili della carta igienica.
Tutte le notizie che conosco di prima mano, come quelle avvenute nella mia citta', contengono GROSSE inesattezze. Per le cose teNNiche poi e' una catastrofe continua, dopotutto alcune cose sono facilmente verificabili senza neppure muoversi dalla sedia.
Il premio banana e' ovviamente di repubblica ma il corriere non vuol essere da meno nella ballificazione della realta'.

Si noti bene che anziche' usare il sistema SI o mKs la stampa italiana segue pedestremente le guide di coloro che non vogliono far capire se una strada e percorribile o meno usando il sistema VIS (verdosky ignorant system - famiglie, vecchi over 80, mamme, case, gabbiette per criceti, cucce per cani e tane di conigli).

Prendiamo questo articolo:

In particolare l'impianto del castello di Windsor solleverà l'acqua di due metri dalla presa sul Tamigi al generatore

Ora qualsiasi pongide classificato sa che sollevare una banana si fa fatica, ma sia il redattore, che la redazione e il direttore non lo sanno.

sarà di 17 mila chilowattora all'anno

come sarebbe a dire 17 mila mila wattora?
Cioe' aspetta, il limite in autostrada? 13 mila Dm/h? (lo so che con il SI e' diventato dam) aspetta meglio 0,13 mila Km/h!
il redattore non ha fatto neppure le elementari!!!!!

17Mwh....
Vediamo il redattore cosa, usando il sistema VIS (verdosky ignorant system - famiglie, wasp, single, mamme, case, gabbiette per criceti, cucce per cani...) che equivalenza riesce ad ottenere.

17Mwh nel VIS equivalgono a (rullo di tamburi)
400 abitazioni (sfitte) !

nuova unita' di misura: l'abitazione sfitta!

diciamo il consumo medio di 3 persone in Italia?
Visto che in italia necessitiamo di poco meno di 400TWh di produzione
visto che in italia siamo 60M.
rimane il fatto che per vivere, lavorare, giocare e svagarsi ogni persona consuma nella citta' 6.5MWh


La domanda e' PERCHE' prendere in giro?

Spero che non siano cosi ignoranti da non sapere neppure leggere la bolletta di casa, altrimenti piu' che giornalisti debbono essere dichiarati incapaci di intendere e volere, ribadisco:
Quale e' lo scopo di tutto cio'?

giovedì, settembre 08, 2011

famolo strano



Qualche tempo fa il capitano della renault disse che era ora di fare un'esperimento di marketing.

Lo disse cosi' senza mezzi termini, senza nascondersi.

Ufficialmente disse che voleva fare un'auto pessima ma "nuova" destinata ai pollastri: vediamo in quanti abboccano. Non era una cosa nuova, era lo stesso che era stato detto dal reggente della philips (ambilight, dice nulla?) siamo entrati in una nuova era non solo i consumatori sono cosi' tonti da comprare il pessimo ma lo comprano anche se l'etichetta dice "pirla chi compra".
Comunque sia per entrambi fu una scommessa vinta e per la quaKshai fu un enorme successo di vendite e le casse della renault ringraziarono chi compra a tanto il poco.
Quelli della nissan dopo essersi ripresi dallo sciopone di dover triplicare il volume produttivo, mica avevano pensato alla percentuale di pollame decisero di perseguire piu' a fondo la cosa.
Perche' fare auto belle e al limite anonime ma ottime mome le almera, teana per non parlare delle costose ma convenienti skyline e gtr quando la gente mostra di gradire il quak-quak-shai?

Alla renault non sono stupidi!

Prendono una clio a botte e la alzano di quasi il 10% rendendola, stando agli studi, piu' prona agli incidenti.

Poi imitano le muscle car americane mettendoci passaruota degni di una charger pimpata.

Il sedere deve essere bizzarro come un dali'

Ovviamente il bagagliaio SPARISCE rispetto alla clio, non ci sta' piu' nulla. Discorso gia' visto sulle bmw X.

Dentro e' piccola per gli ingombri, gia' i passaruota escono 10cm!

Consuma il 20% in piu' della clio da cui deriva. (ancora qualcuno pensa che basti mettere un motore ibrido o forse e' meglio pensare di cambiare la forma al veicolo?)

mettere in gamma motori per sparare il "coso" a folle velocita', 215Km/h, quando sarebbe meglio limitarlo a 120.

Mettere i fari in una posizione "nuova", come per dire che fino a ieri erano tutti idioti.

dopo aver fatto questo aumentare il prezzo di 3-4000euro

Il risultato e' un brutto water con le ruote.


Io lo trovo vomitevole: tutte le volte che ne vedo uno mi sale un conato.

Na merda.

La cosa divertente e' che la comprano!

mercoledì, settembre 07, 2011

test drive opel corsa

Ho percorso 1500Km in in misto con tale macchinetta: il listino ufficiale parla di 12Ke: in questi tempi in cui comprare un'auto sembra di dover entrare in gioielleria sono cifre firstprice.

Mi aspettavo la solita carabattola tipo le punto o peggio le uno alle quale preferisco allora un sano essenzialismo di una R4: sara' una povera macchina ma non pretende di esser diversa ed e' indistruttibile.

Entrare in rotonda con appoggiato l'acceleratore e il vigoroso motore, scopriro' solo dopo che e' dotato di 100CV, spinge lasciando solo un po' di sovrasterzo e il retrotreno non fa una piega.
Allora esageri: entri sostenuto (ben oltre cio' che si puo' scrivere) arrivi alla soglia del limitatore pronto ad inventare qualche roba circense e... cavolo! rimane compatta, al solito si lamenta l'avantreno per l'esuberanza cavallina.
Auto che costavano come un'appartamento non ci riuscivano con questa grazia!
Certo non e' una macchina da pista, non e' neppure da confrontare con un berlinone supergommato tipo un mercedes 200, ma se mi avessero detto che andava cosi' non ci avrei creduto, da provare!
Altro oggetto incredibile e' il motore, ha ogni tanto incertezze ma e' moooolto silenzioso.
Forse perche' mi sono abituato ad auto a olio pesante o di grossa cubatura. Per capire auto come la bmw serie1 gasolone 177cv e' molto piu' vibrosa e la punto gasolon sembra un camion. E' forse piu' silenziosa del jag X.
Anche la spinta non e' male, a patto di salire di giri (dove rimane silenziosa).
Chi arriva da un turbogasolone e' avvisato: se ha il piacere della guida  cestina  il common rail giorno stesso. Per intenderci una punto MJET tubbo gasolon del costo superiore (acquistata nel 08 e che ho guidato per 6/700Km sul misto) ha lo stesso appeal di un trattorino falciaerba per di piu' nervoso ed inquinante.


La macchina perfetta?
CALMA, deve essere venduta al consumatore!
Infatti i difetti peggiori non sembrano dovuti da un'incapacita' progettuale ma da una scelta voluta per compiacere l'imbecille con i soldi che ha potere contrattuale.


Il primo e' il peggiore: non esiste il volante!
E' stato sostituito da un paddle per videogiochi.
una mega servosterzo galattico da 50mila cavalli alleggerisce cosi' tanto il volante che se si "lancia" il volante l'inerzia e' sufficiente per proseguire il moto. e' cosi' leggero che non ti accorgi di girarlo facendoti trovare in situazioni prurigginose.
Il feedback? che cos'e', si mangia?
un acessorio forse per donne in menopausa mononeuroniche che per motivi che esulano la guida devono riuscire a strappare le gomme sull'asfalto da ferme? (tipicamente davanti al mio portone)
Insomma lo sterzo e' una merda!


Altra storia strana e' il muso/cruscotto monovolumetrico: io ho capito che l'idiota preferisce i suv-monovolume ma era necessario accontentarlo cosi' tanto?
Meta' cofano e' in auto e per ingentilirlo la plastica chiara che vedete prosegue intorno al displey (con quella forma non potevano metterlo in una posizione comoda) riflettendosi sul parabrezza.
Certo si migliora con 2 pezzi di nastro nero ma il muso rimane cosmicamente brutto oltre che invisibile in marcia. addio percezione degli ingombri.

Bella e comoda la forma del volante quanto assurdi i tasti radio-telefono sulla presa: on-off on-off on-off on-off on-off on-off on-off on-off on-off on-off on-off
cia' spegni la radio che non riesco a sentirla.

Sempre per il muso la posizione di guida e' stranina tanto che la cintura passa SOPRA la regolazione dello schienale: farla all'interno, no?

Gli specchietti, sempre per rispettare il lineup da monovolume, sono proporzionati... all'estetica e TROPPO PICCOLI!

il motore, come molti ormai, il minimo non arriva subito: alzando l'acceleratore la spinta non cessa subito, almeno non e' mortalmente pericoloso come la golf. Sarebbe da capire perche' molti motori ormai hanno questo comportamento idiota.


Chi ha provato la macchinetta?
cosa ne pensate?

martedì, settembre 06, 2011

Davis


Le idee nuove, veramente nuove vengono osteggiate.
Ne ho vista una in un colore moderno, viola metallizzato, ed e' molto piu' moderna di una panda o la sua gemella 500 tanto osannata.