venerdì, gennaio 30, 2009

schietti1

dal blog di Schietti:

Si parla anche di me perchè ho inventato 40 metodi per produrre free energy fra cui il Motore di Schietti
. Fra qualche secolo si parlerà di me...
Quindi non esiste entropia ed entalpia, l'energia si rigenera, nell'universo c'è energia sufficiente, non c'è un centro dell'universo, l'universo non è in espansione
In sintesi ho provato che l'energia gravitazionale, la forza di gravità, che è presente ovunque sul pianeta terra, è trasformabile in movimento e quindi in energia.
l'energia per aprire e chiudere le paratie del Motore di Schietti, e caricare d'aria le palle, sarà sempre la stessa, mentre la corrente elettrica prodotta dal Motore di Schietti crescerà con l'altezza dei cilindri.


Il funzionamento è semplice: comprimi un gas in un palloncino, fai salire il palloncino e lo sgonfi, lo riempi di Acqua, lo fai scendere e lo riempi ancora d'aria, ricominciando il ciclo...

purtroppo codesto signore ha due scelte: essere un grande ignorante che contesta tutta la fisica odierna e ci informa che la teoria della relatività non funziona, GPS compresi, e lo red shift è una curiosa panzana, oppure è un furbo di tre cotte che sta cercando di intortare i poveri ignari che gli danno retta.

Prendiamo questo suo primo motore ed immaginiamo una colonna larga una spanna e alta 20 m.

Il primo disegno parte con la macchina carica d'acqua
nel secondo disegno viene inserito la paratia che innalza l'acqua nel cilindro per via del suo volume introducendo energia.
nel terzo disegno si vede bene che la paratia sta reggendo tutto il peso dell'acqua divenendo di fatto il culo della bottiglia. In questo momento il carico è enorme e la tenuta sui bordi del cilindro deve essere mantenuta con una guarnizione che non è certo una passeggiata come attriti durante la sua movimentazione.
Dopo aver tirato fuori con il martello la paratia, la colonna d' acqua scende mentre sale il gas che abbiano introdotto. Nel disegno cinque vediamo partire lo stantuffo.
Nel disegno sette abbiano introdotto una paratia di come si vede bene occupa un volume enorme, esattamente quello che occupava l'aria. di fatto questa è una pompa e sarebbe efficiente se caricata dal basso, ma così facendo si evidenzierebbe bene che deve alzare l'intera colonna. disegnata in questa maniera invece non appare immediatamente.

In sostanza senza neppure fare calcoli particolari possiamo definire le cose in questa maniera:
la tenuta del cassetto superiore può essere ottenuta solamente con guarnizioni di una certa importanza che richiederanno attriti considerevoli come può confermarvi qualsiasi cantiere nautico.
La compressione data dal stantuffo pompa inferiore, perché altro non è che questo il cassetto inferiore, ha necessità di energia.Tanta.
La velocità del pistone-scodella è limitata dall'attrito con l'acqua con conseguente perdita di efficienza.
Quindi, per evitare calcoli, ammettiamo per assurdo la possibilita' del procurar energia attraverso la salita del bislacco pistone ma abbiamo la certezza che occorra un'energia ben maggiore per gestire i famosi due cassetti.

l'aver celato una pompa nel disegno spacciandola come otturatore bisogna dire che ha dell'ingegno. Ciò non toglie la quantità di energia necessaria per compiere un lavoro enorme e non semplicemente come dice lo schietti "aprire e chiudere le paratie dei miei motori non richiede energia"

Per questo motivo il signor schietti ci ha offerto una seconda versione del motore che come vedremo funziona con gran dispendio di energia pure lui.

giovedì, gennaio 29, 2009

le dimensioni contano




Risoluzione:
Si definisce Potere Risolutivo di un obbiettivo e/o un sistema la capacità che ha lo strumento di mostrare correttamente, due punti molto vicini.
Detto così potrebbe sembrare un concetto banale, ma in realtà non è così, visto che gli ignoranti si abbarbicano sui pixel in quanto vi sono precise limitazioni ai risultati ottenibili mediante le leggi dell'ottica della fisica e dei COSTI.


nelle macchine fotografiche prima di parlare di pixel bisogna parlare di dimensione del sensore: questa tabella ci informa delle dimesioni possibili del sensore.
1/3.6" 4:3   7.056  5.000  4.000   3.000

1/3.2" 4:3 7.938 5.680 4.536 3.416

1/3" 4:3 8.467 6.000 4.800 3.600

1/2.7" 4:3 9.407 6.721 5.371 4.035

1/2.5" 4:3 10.160 7.182 5.760 4.290

1/2" 4:3 12.700 8.000 6.400 4.800

1/1.8" 4:3 14.111 8.933 7.176 5.319

2/3" 4:3 16.933 11.000 8.800 6.600

1" 4:3 25.400 16.000 12.800 9.600

4/3" 4:3 33.867 22.500 18.000 13.500

35mm 3:2 43.300 36.000 24.000

nel 90% delle macchine digitali in vendita il sensore e' largo 5 mm e spiccioli.
Uno zoom di basso prezzo, migliore di parecchio rispetto a quello montato sulle compattine, riesce a risolvere 30/ 50 linee per mm
un obbiettivo STRAORDINARIO simmetrico, COSTOSO e pesante arriva a 90 linee per mm

Vediamo cosa e' necessario per illuminare uno schifosensore da 10Mfotosensori (10MPix interpolati)

NOTA: canon non e' peggio o meglio di altre come nikon, pentax, ricoh eccetera.
Prendo un modello a caso di marca a caso.

PowerShot A590 IS


Specifiche Tecniche




SENSORE







Tipo




CCD da 1/2,5"

Pixel effettivi




8 M




Quindi ci dicono che con 4.3mm abbiamo 3264 fantastici pixel interpolati effettivi (notate la chiarezza di chiamarli interpolati effettivi).

Prendendo uno zeiss da 1500 euro FISSO (non zoom) abbiamo una risolvenza di 90 linee alias 180 pixel/mm.
Cioe' se la compatta avesse un obiettivo FISSO DA 1500 EURO avrebbe una risoluzione inferiore al megapixel.... 180*5=900.
Ovvero la cosa di sopra che ha 8M di fotositi sul densore e circa 3mega pixel non itnerpolati ma in soldoni non puo' che avere MENO DI UN MEGAPIXEL...... se avesse lo zeiss da 1500 euro.

Purtoppo la compattina ha pure lo zoom che peggiora le cose.

Avendo 750 fotositi per millimetro l'obbiettivo corretto, necessario, e' simile quello dell'illustrazione , un'incubo, costando come un appartamento.

Come si e' arrivati allo squilibrio ottica/sensore?
Semplice i peones chiedono 4 cose ad una macchina fotografica:
1)pixel
2) tanti pixel
3) megapixe pixel piscel picsel
4) che sia carina

Le aziende che devono vendere rispondono soddisfando la richiesta del cosumatore: non importa se fa le foto, e' importante che abbia tanti
pixel!



Ricapitolando: aumentare i fotositi aumenta drasticamente il costo o diminuisce la qualita' drasticamente.
Dovrebbe essere ovvio.

Perche vogliono tanti pixel?


Hanno cosi' bisogno che si veda male?



mercoledì, gennaio 21, 2009

scie bianche: WoW e' cocaina!


erano piu' di 30 anni fa.....


ero un bimbo a casa aggrappato alla portafinestra che dava su di un balcone e vidi un'aereo splendente passare: il cielo era terso.
l'occhio mi ando' sulle scie lasciate da altri aerei che incrociavano questa che si stava disegnando: mi piacevano ma erano una rumorosissima rarita' e mi dispiaque non aver visto gli altri 2.
Spesso lasciavano quella delicata batuffolosa nuvola.
Come un gesso sulla lavagna.
Le scie facevano capolino nella T di cielo che si vedeva da quel punto. Mi ricordo che avrei voluto seguirle, non ricordo perche non lo feci. Troppo piccolo? faceva freddo? non lo so.

Rimasi beato a veder quella cosa per molto tempo: forse minuti o forse ore.

Qualcuno di recente afferma che le scie degli aerei sono dispersioni di roba non ben definita e che esistono quindi da pochi anni.

Costoro certamente non sono dei sognatori che amano guardare in su verso le stelle e quindi finche' non gli sono state indicate gli erano ignote.

E costoro, gente gretta, cominciarono ad odiarle perche' gli erano state negate fino ad ora.

martedì, gennaio 20, 2009

fantastiche visioni!

Monitor normale lcd



Crystalxxx per vivere la migliore esperienza visiva sul vostro notebook: e' bello vedere il modo riflesso anziche' il testo.
in origine i monitor lcd visto che erano rivestiti di plastica si penso' GIUSTAMENTE di avere l'opportunita' di fare un reivestimento antiriflesso. Per ragioni di economia si scelse di avere il rivestimento a buccia d'arancia anziche' lucido.
Questo ha un vantaggio, non costa nulla, ma ha un difetto rende un pochetto "opache" le immagini.
Cosi' qualche volpoide del marketing ignorante di tecnica ha pensato di donare una caratteristica negativa del CRT, la lucidida', senza che sia attenuata come si usa sui monitor di fascia alta con un rivestimento in evaporato o con il nicasil.

Imbecilli all'attacco!
consumatori sempre meno clienti.

sabato, gennaio 17, 2009

stand-by4



Si possono smontare tutte le fantascienze dei famosi cacciatori di stand-by.
Nei televisori e ormai anni che ci si trova a consumi molto bassi durante questa fase dell'uso, tipicamente intorno ad 1 W, alcuni televisori possono scendere intorno a meno della metà rendendo di fatto assolutamente inutile qualsiasi provvedimento. La televisione digitale ha necessità di poter operare anche nottetempo per gli aggiornamenti: il mancato aggiornamento causerebbe poi perdite di tempo o im possibilità di vedere dei programmi ed e' quindi un male necessario.

I videoregistratori nei tempi passati avevano display molto luminosi per via della necessità della programmazione. Con l'evoluzione tecnologica è successo che questi display, molto costosi dal punto di vista produttivo, venissero levati a favore di una programmazione sul display del televisore che quindi deve rimanere acceso durante questa fase. Il consumo e stand-by è disceso .

Gli impianti hi-fi propriamente detti hanno di solito un'alimentazione separata per la parte comando e per la parte di potenza: il consumo è nettamente basso.
Nei supermercati i nuovi peones acquistano però degli oggetti stracolmi di lucine che durante lo stand-by arrivano dagli addirittura a mostrare aeroplanini che volano nel display super illuminato. Sono oggetti che hanno sostituito indegnamente il vecchio radio registratore che pur avendo batterie e maniglie suonava meglio. Questi oggetti audio non vanno mai in stand-by poiché il target principale consiste nel illuminare a giorno la stanza dove vengono posti, è come una lampadina sempre accesa ed e' giusto che consumino energia. Chi vuole ascoltare musica si rivolge su altri apparecchi si desidera una luce di compagnia non può pretendere che non consumi nulla.



Sicuramente se tutte queste attrezzature consumassero meno sarebbe meglio. È banale. Altrettanto banale è concentrarci su magari qualcosa che consuma decisamente più di questo ma nessuno ci fa caso.


I computers erano degli oggetti dotati di un bellissimo tasto di accensione ma il consumatore ha spinto perché è si potesse avere un tasto morbido da schiacciare e si potesse accendere non attraverso i semplice tasto ma anche dalla tastiera o da altre procedure. Il risultato consiste nel fatto che i computer oggi in commercio vengano perennemente accese le schede di rete le porte universalmente stupide, la tastiera, il modem ed in taluni casi la scheda audio. Conseguenza necessaria lo stesso trattamento per quanto riguarda il monitor ad essi collegato.

Qui dove esiste un certo consumo tutti zitti perche' non vediamo la lampadinetta!

Oggi per esempio per motivi di estetica e moda abbiamo decine di apparecchi che hanno stand-by silenzioso.
Le lampade per esempio:
Vent'anni fa era normale che Le lampade a piantana avessero un interruttore a pedale: ti avvicinarvi alla lampada schiacciavi col piede l'interruttore e la lampada era completamente spenta. Oggi siamo nel l' l'epoca in cui vogliamo l'interruttore piccolino simpatico a mezz'asta o addirittura sul braccio. Contemporaneamente desideriamo spendere poco per il nostro attrezzo. Il risultato molto bello che riusciamo ad ottenere sono le famose lampade da supermercato stile ikea, possiedono l'interruttore a valle del trasformatore che essendo cinese a vuoto consuma come un ossesso: ho misurato sino a 4 W. È molto divertente che persone che vadano a preoccuparsi del consumo del loro televisore moderno, nelle stesse condizioni questo consuma circa 1/20simo della lampada a piantana, o da tavolo, presente nella stessa stanza. È divertente che non vadano a preoccuparsi: nell'intera casa possiedono sei o sette lampade del genere.

È divertente che si parli di frigoriferi con classi di consumo performanti e poi si schiaffi il povero altro domestico dentro in pareti di legno che fanno sì che la famosa classe a+ divenga un misero f.
Forse prima di decretare, bestemmiare o strapparsi i capelli come fanno alcune pseudoassociazioni di consumatori sullo stand-by di una segreteria telefonica sarebbe il caso di eliminare completamente il frigorifero ad incasso: la differenza di consumo sarebbe così alta da permetterci risparmi veramente consistenti.


Ma il vero risparmio economico ed ecologico non viene solamente dalla scelta degli apparecchi a viene soprattutto dalla consapevolezza dell'utilizzatore: la conoscenza è risparmio.
Molte massaie quando estraggono dal congelatore il cibo lo lasciano sul lavandino: basterebbe metterlo in frigorifero per risparmiare parecchi chilowatt all'anno.

Altre fonti di consumo consistono nel classico modo di fare quando ci si lava le mani: aprire rubinetto ed aspettare, facendo altro, che divenga calda. Spesso esiste un rubinetto più vicino al boiler. Ricordiamoci che un boiler istantaneo eroga circa 30.000 W perciò una sola ora all'anno di uso improprio equivale allo stand-by di un televisore per circa 10 anni.

Vogliamo parlare delle volpi che accendono in un'auto calda il condizionatore lasciando alzati i cristalli? in quel momento si stanno consumando diversi chilowatt per non ottenere nulla: tutti i manuali di istruzionedelle autovetture sconsigliano la manovra in quanto tanto costosa quanto inutile.

Ci sono migliaia di cose estremamente stupide o che consumano quantità di energia spropositata rispetto al necessario: è inutile andare a cercare dove il rubinetto perde la goccia quando abbiamo la casa allagata dal fiume.

giovedì, gennaio 15, 2009

weilla!


Qualcuno, dopo 10 anni che lo dico, si e' accorto che il formato cinema NON E' 16/9.

Philips, che ricordiamo e' un grande attore nella tecnologia video, mica quei micio micio orientali molto marketing oriented, ha presentato questo affare: un tv 21/9.
Ho sempre sostenuto che il televisore ideale avrebbe dovuto essere 4/3 oppure 22/9.
I formati di mezzo rallentano solo la transizione.


E' utile?
dipende,
se un lcd 100Hz e' gradito (per motivi sconosciuti)
se un 32 Full e' richiesto (per motivi imperscrutabili)
allora, per chi vede solo film da dvd e' una panacea!


Certo e' che oggi il 90% del materiale e' in 4/3

mercoledì, gennaio 14, 2009

High presa per i fondelli

FAQ HD
http://www.sky.it/corporate/pagine/pacchetti_servizi/schede_servizi/servizio_sky_hd/scheda_servizio_tab5.shtml

Cosa significa HD?

...4 volte superiore... per garantirti una visione molto più dettagliata rispetto a quella di un televisore standard.

Ancora una volta si dice che ci daranno 4 bottiglie anziche' una ma non dicendo se sono piene. Piene in maniera ragionevole sono (DVD*4=32Mb/s) Sky hd trasmette anche a 5Mb/s...


Quali sono i vantaggi di SKY HD?
la tridimensionalità quasi reale
...... anche il suono sarà più pieno e forte.


FORTE? PIENO?
A
zz, non sapevo che SKY mi omaggiasse di un ampli e 2 casse!!!!
la tridimensionalità quasi reale? da quando trasmettono in 3D? ma a semiquadri, anaglifo o cartaigenica (le munizioni della macchina da presa per il C)


È migliore il formato 1080i o il 720p?
Dipende dal programma: alcuni tipi di programma, si adattano meglio al formato 720p, mentre per altri è più adatto il formato in 1080i. SKY HD supporta entrambi i formati per permettere ai produttori di contenuti di scegliere.


Traduciamo: non e' il caso di dirvi che dovete avere un cinescopio o 2 pannelli diversi...
Dopotutto non lo sappiamo nemmeno noi.



Come si collega il decoder SKY HD alla TV?
Il decoder SKY HD è dotato di un cavo HDMI, che garantisce la massima qualità dell’immagine mantenendo una connessione completamente digitale. La maggior parte dei nuovi televisori HD Ready sono dotati di connettori HDMI: nel caso in cui il tuo TV avesse solo una connessione DVI, puoi collegarlo al decoder SKY HD attraverso un apposito adattatore di connessione.

Salvo che abbiano spento l'hdcp ieri mattina dovete solo provarci a collegare un tv che non ha il set anticopia aggiornato. Senza chiavi vi attaccate come alcuni possessori di vecchi samsung, nikkei, irradio....
Figuriamoci con la DVI
hd e ridi.... non sanno neppure cosa stanno combinando.



http://www.sky.it/corporate/pagine/pacchetti_servizi/schede_servizi/servizio_myskyhd/scheda_servizio_tab6.shtml

Quante registrazioni posso archiviare?
L’hard disk di MySKY HD ha una capacità di 250 GB che ti permette di registrare fino a 90 ore di programmazione.

Visto che parliamo di HD registriamo ad una qualita' di 4 volte inferiore ad un banalissimo DVD recorder PAL

che sia questra l'alta definizione di sky?
e quella normale com'e' conciata?


domenica, gennaio 11, 2009

stand-by3



Ho sempre dato per scontato di chi non conoscesse ciò che andava a a realizzare non poteva che proporre, come facevano i vecchi cerusici, acqua fresca per curar calvizie.
Dopo aver già visto mesi fa uno strano apparecchio costituito per eliminare la stand-by ma causando enormi problemi scopriamo che anche altre aziende decidono di seguire la strada tracciata.
È inutile ripetere perché questi oggetti facciano più danni di quelli che vorrebbero sanare, è già stato detto.
È interessante però vedere quanto queste persone che propongono questi oggetti ne sappiano veramente poco utilizzando solo leggende metropolitane per far spaventare le persone.

Prendiamo questo sito fra i tanti

http://www.standbystop.com

(nel testo parla di un'etichetta di un apparecchio)

In questo caso é segnalata una potenza assorbita di 35 Watt ma questo dato non é corretto perché la potenza attiva consumata, ossia quella che voi pagate nella bolletta é di poco inferiore ossia circa 20 Watt/ora. La restante potenza non é assorbita ma generata dal vostro elettrodomestico. si tratta di energia reattiva, . Questa forma di energia generata dal vostro decoder non é conteggiata e quindi non la dovete pagare ma non tutti sanno che l'energia reattiva crea una serie di problemi piuttosto gravi.


Questo semplice trafiletto contiene delle cazzate pazzesche.
1)La potenza assorbita di 35 W, come dice la parola e' potenza assorbita. La potenza ATTIVA è appunto dichiarata in watt.
2)Nessun elettrodomestico che non sia un generatore a gasolio è in grado di generare una qualche potenza
3) abbiamo le idee molto confuse su cosa sia l'energia elettrica. Smettiamo di vender oggetti che c'entrino qualcosa con essa e ritorniamo zappare la terra.
La potenza reattiva si misura in VAR e la potenza complessiva (apparente) di watt e VAR sono i VA.
Quando un apparecchio viene collegato alla rete e inizia a consumare energia non sempre la consuma in fase: il consumo potrebbe arrivare ad essere in anticipo od in ritardo ( mi scusino coloro i quali capiscono di elettrotecnica per queste aberranti semplificazioni). Per questo motivo il consumo di energia reattiva viene chiamato anche sfasamento. Lo sfasamento è l'angolo che separa, in anticipo o in ritardo, in watt e i VAR. Dal momento che la maggior parte dei carichi sono di tipo induttivo, motori e trasformatori quasi sempre lo sfasamento in quella direzione. Il nostro caro del decoder dell'esempio di cui sopra ha uno sfasamento minimo da considerarsi anche per il motivo che spesso è dotato di un alimentatore elettronico che non procura nessun tipo di sfasamento.
Quindi non solo l'affermazione è sbagliata ma dimostra anche di non capire assolutamente di cosa si stia parlando e chiama con la stessa unità di misura due entità diverse.

Ma l'animale continua:
Tutti gli elettrodomestici generano energia reattiva che moltiplicata per le centinaia di migliaia di apparecchi collegati alla rete, contribuiscono significativamente a compromettere la qualità della fornitura elettrica e creano squilibri nelle line che possono essere compensati, nel caso di utilizzatori domestici, solamente aumentando l'energia immessa negli elettrodotti e ciò comporta per le centrali elettriche un consistente aumento del consumo di carburanti fossili e nucleari.

Rimane convinto che gli elettrodomestici anziché consumare energia la generino. In realtà quest'energia essendo nel campo reattivo produce si dei problemi ma non di questo tipo. Infatti all'interno delle stazioni di distribuzione ma soprattutto all'interno delle grosse aziende che possiedono carichi fortemente reattivi si usa mettere dei rifasatori. Questi oggetti sebbene ingombranti e di taglia decisamente considerevole altro non sono che dei condensatori come quelli che si trovano normalmente all'interno degli apparecchi. La norma vuole infatti che all'interno di molti degli oggetti reattivi, come le plafoniere per i tubi fluorescenti sia già presente un condensatore elettrolitico per compensare l'induttanza e portare il fattore di potenza a 0.90.

Comunque questo signore che scrive queste note completamente al di fuori di ogni ragionevolezza ci racconta che il suo decoder satellitare consuma la bellezza di 20 W in stand-by. Mi viene da chiedergli cosa possa consumare da acceso tale orpello e se debba alimentarlo quindi non con la volgar energia elettrica ma a carbone. Nelle stesse pagine il signore si è inventato gli elettrodomestici in A++++, forse li produce lui.

E da qualche altra parte dice

Forse vi chiederete se accendere e spegnere gli elettrodomestici con Standbystop© sia rischioso e lli possa danneggiare. Ció è impossibile perche' Standbystop© è munito di circuito anti inrush current che permette l’accensione dei vostri elettrodomestici in maniera graduale evitando così la possibilitá di QUALSIASI DANNO!

Come abbiamo visto nell'altro occasione ci sono una serie di apparecchi che si danneggiano ad essere spinti improvvisamente. Hanno delle procedure di recovery ma non sempre queste possono funzionare correttamente. Se l' accensione graduale così come dicono non tutti gli alimentatori elettronici possono gradire. Ma forse il nostro non ha mai sentito parlare neppure di quell'oggetto che l'esatta antitesi del suo che si chiama un gruppo di continuità.

Infine la chicca:

Se avete la buona abitudine di spegnere il televisore con l'interuttore rischiate che in breve tempo questo si rompa incorrendo a spese significative per la riparazione! I televisori sono progettati per essere spenti con il telecomando e la meccanica applicata ai loro interuttori non sopporta troppi cicli di accensione/spegnimento.

Per chi ha un minimo di conoscenza sa perfettamente che in alcuni televisori non esiste più pulsante di spegnimento e in altri è un semplice interruttore: né più né meno di quello contenuto all'interno del l' apparecchio che si cerca di vendere.
Se si possiede un televisore con il cinescopio ce ne sono molti il cui interruttore è stato previsto per un uso sistematico poiché esiste un contatto allo spegnimento che serve per attivare l'anello di demagnetizzazione. È cosa risaputa infatti che nei cinescopio vi è sensibilità al campo magnetico terrestre per evitare una deflessione indesiderata è necessario saltuariamente operare questo processo che si ottiene semplicemente spegnendolo col tasto principale. Il non utilizzo a favore dell' orpello porterebbe a breve a un peggioramento da qualità d'immagine.
Comunque vedere televisori con il tasto di accensione rotto, se si esclude una certa marca nipponica 15 anni fa, sono probabili come la neve ad agosto.


Ma la cosa divertente in tutto ciò è che la gente questi oggetti li adora e li sta acquistando tipicamente nei posti di perdizione come nei supermercati dove basta vendere e prendere per il culo la gente.

Negli ultimi anni i marchi storici della tecnologia sono stati soppiantati dai marchi su misura per la grande distribuzione innescando un abbassamento qualitativo veramente impressionante.

venerdì, gennaio 09, 2009

berluscao



All'inizio di dicembre è scoppiato l'ennesimo scandalo della serie Berlusconi. La cosa divertente non è se Berlusconi sia un'anima pia o dannata, anche se sarei disposto a credere più alla seconda che alla prima, ma ormai questo signore è diventato l'unico argomento di conversazione della sua concorrenza politica.
Ecco come riportavano i giornali nei primi giorni di quel mese.


a pay-tv di Murdoch che sarà costretta a “prelevare” dalle tasche dei suoi clienti il maltolto.

Le forze politiche dell’opposizione, dal Pd all’Udc, hanno fatto sapere che ritengono la mossa ideata dal Ministro Tremonti assolutamente scorretta

"Se qualcuno ha deciso il raddoppio dell'Iva per Sky è il governo Berlusconi - ha detto Gentiloni

Siamo da capo a dodici. Il governo - afferma Walter Veltroni - prende una misura che un aumento delle tasse sulle famiglie, perch non parliamo di famiglie ricche ma dei tifosi delle squadre di calcio

«La norma su Sky penalizza SkyBasta leggere la norma - ha proseguito D'Alema - per rendersi conto che raddoppia gli oneri fiscali per un concorrente.

è stato duro il commento di Pierluigi Bersani, ex ministro Pd, che osserva: "In quel decreto c'è una tassa sulla pay-tv che pagheranno milioni di famiglie e che pesa uno per le aziende del Presidente del consiglio e cento per un suo concorrente. Ci si siamo ormai abituati a tutto, ma voglio credere che una simile stortura del mercato non passi inosservata".

Paolo Gentiloni, responsabile comunicazione Pd, ha parlato di "blitz contro Sky, il principale concorrente privato di Mediaset"

Beppe Giulietti: "Con questa norma - ha ironizzato - Berlusconi ha risolto definitivamente il conflitto di interessi, nel senso che ha eliminato il conflitto salvaguardando il solo interesse".

Rienzi ha detto «no all’aumento dell’Iva sulla pay-tv perché di fatto la pagano i consumatori»



Questo è uno degli innumerevoli casi per i quali viene urlato un presunto inganno o truffa da parte del signor Berlusconi quando, almeno stando alle mie conoscenze, ciò non avviene. In compenso spesso e volentieri tacciono a proposito di questioni molto più importanti che spedirebbero il tizio in questione in galera se non fosse che probabilmente risultano coinvolti loro stessi.
Vediamo di raccapezzarci nelle affermazioni rilasciate da costoro che dovrebbero essere gli illuminati che ci mostrano la strada verso uno Stato civile di norme e di fatti.
Partiamo dalle affermazioni di chi scopre come il Sig Rienzi che l'imposta sul valore aggiunto sostanzialmente la paga l'utente finale. Forse un piccolo corso di contabilità permetterebbe quest'ultimo scoprire come vengono applicate le tasse in Italia.
Gentiloni: non si capisce se sia effettivamente un responsabile comunicazione del partito oppure quello di una multinazionale: ma la gente di sinistra non odiava le multinazionali?
Pierluigi Bersani, quell che dimostrato di non capire un tubo di telecomunicazioni, lo stesso che si è piegato davanti ai tassisti italiani, quello che voleva mettere le tasse ancora più alti sui venditori al dettaglio attraverso una serie di legacci si lamenta delle tasse che pagheranno i ricchi.

Già, parliamoci chiaro la sinistra in Italia non esiste, forse escludendo poche eccezioni, non è mai esistita.
Se prendiamo contratto sky che ci permetta di vedere qualche film ed un po' di sport potremo scoprire che il costo annuale per questo passatempo, non è certo un bene di prima necessità, corrisponde ad oltre 600 euro all'anno più i costi per installare la parabola.
Io sono sicuro che il signor Veltroni sia abituato a guadagnare cifre consistenti, avere uno stile di vita ben diverso dai poveracci che lo votano. Consiglio al Walter di turno di farsi tre mesi con in tasca € 1000 mensili e vedere se la sua percezione di famiglia ricca continua ad essere la stessa.

Negli ultimi anni mi è venuto un pensiero: fini è di sinistra, D'Alema e amici sono di destra e la lega, se continua così ci manca poco, diviene l'unica sostenitrice dei diritti degli immigrati.

Dopo verbalizzato questi primi sproloqui viene da chiedersi se effettivamente vi sono delle nefandezze o la norma è legittima.
Parto dal presupposto che la legge deve essere uguale per tutti, negli articoli di giornale di manca sempre un paio di formazioni importantissime: al di fuori di sky gli altri cosa pagano?

Le mie informazioni dicono che Mediaset Premium viene colpita dal raddoppio dell’Iva solo per quanto riguarda gli abbonamenti, per le schede ricaricabili l’aliquota applicata e' la solita del 20%.

Anche per gli introiti della pubblicità, Rai&Mediaset "dovrebbe" essere applicata l'aliquota standard.

Se così fosse trovo assolutamente giustificato il rincaro della tassa sul valore in quanto non è un aumento ma bensì un riportarla a valori medi.
Si può al limite questionare se sia giusto operare improvvisamente o dare la possibilità di scaglionarlo in due momenti successivi a distanza di un semestre o due: Una botta improvvisa e' un po' una carognata... ma forse vi erano delle avvisaglie che durano da anni, no?

Se le mie conclusioni sono corrette vorrebbe dire e tutti i signori che hanno fatto tali affermazioni non sono degni neppure di pulirci le scarpe: i bugiardi e gli arraffoni è meglio allontanarli.

I giornalisti che hanno scritto con parole infuocate andrebbero radiati.

martedì, gennaio 06, 2009

stand-by2






http://www.centroconsumatori.it/41v209d21119.html


Utilità dello standby
Lo standby serve solo a soddisfare le nostre esigenze di comodità (e la nostra pigrizia). Chi ha più voglia di alzarsi dal divano per accendere o spegnere la TV, quando può ottenere il medesimo risultato semplicemente premendo un tasto del telecomando? Per le stesse ragioni ci siamo abituati a lasciare in standby il fax o la segreteria telefonica.
Il consiglio del CTCU
Individuate gli apparecchi di casa tenuti inutilmente in standby e abituatevi a spegnerli del tutto quando non li utilizzate.


Questi sono forti: stanno consigliando di spegnere la segreteria telefonica perché è inutile ricevere i messaggi.




http://www.repubblica.it/2006/a/sezioni/scienza_e_tecnologia/standby/standby/standby.html

anche il curioso dato sull'hi-fi: lo utilizziamo per un consumo di 20 kWh all'anno, mentre per tutto il tempo che resta in modalità "sleep" consuma 60 kWh.

La cosa divertente che tutti gli hi-fi degni di questo nome che io abbia mai provato vanno da un minimo di 0 (zero)W ad un massimo di uno. In genere c'è un relais che sgancia l' alimentatore principale.


I consumatori ritengono il pulsante "standby" come un puntino rosso luminoso, innocente, senza impatto di alcun genere.

Adesso abbiamo capito qual'è il motivo di tanto subbuglio: si vede qualcosa di acceso. Ciò che si vede consuma ciò che non si vede, come il ferro da stiro dimenticato acceso con il suo bel 1000 W, lo consideriamo innocente.




http://www.tuttoconsumatori.it/archivio/2007/07/consumi_elettri.shtml
Ad esempio, un vecchio impianto stereo in stand-by costa circa 22 euro l'anno (pari a un assorbimento di energia di 15 Watt)

E ci risiamo forse tutti costoro stanno parlando non di impianti ma di qualcos'altro come potrebbero essere i compatti dalle 1000 lucine e addirittura dalle casse motorizzate. Ma non sono impianti di hi-fi. Forse il caso di essere precisi perché con stereo il truzzo di periferia definisce dall'autoradio al lettore MP3.
Comunque sia 15 W e sono veramente tanti e ci informino a cosa possano corrispondere questi consumi.




http://www.acsi.ch/index.cfm?scheda=787&start=1

Alcune funzioni, come le immagini mobili o fisse “salva-schermo” (screen saver in inglese) non servono a far risparmiare energia, ma bensì a salvaguardare lo schermo stesso. Durante questa fase, il consumo di energia è infatti pressoché lo stesso che durante la fase normale.

Forse non hanno visto cosa consumano certi salva schermi: senza i quali lo schermo andrebbe direttamente in stand-by e il processore, se di tipo moderno, porterebbe andare in uno stato di consumi inferiore. Invece grazie al salva schermo il consumo è nettamente superiore di decine di watt.


Basta guardarsi attorno: televisore, videoregistratore, caricatori per piccoli apparecchi, impianto hi-fi, ecc., rimangono spesso inutilmente in ”stand by”.

I cattivi rimangono gli accessori tecnologici. Illusi.


ciò è indicato da un piccolo “led” che rimane acceso

Già, è sempre colpa della lampadina!




http://www.verdenatura.net/2005/11/29/ecoconsiglio-televisione-e-stand-by/

metti il televisore in stand-by (con la lucetta rossa accesa per intenderci) non pensare che non consumi elettricità!

Eddai! Immagino che se la lucetta fosse verde non consumerebbe così tanto! È la lucetta che consuma! Se ci metti su un pochino di nastro adesivo non consuma più!ci sono dei tv con 0.04W di consumo in attesa! (philips)




http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=267369

Significa che la tv spenta, ma con la spia rossa accesa, consuma quasi la metà di quando è in funzione.

Ragazzi questi devono fumare roba veramente pesante!
Ci sono dei brani dell'articolo che non sono in italiano.




http://www.terranauta.it/nt/ecoart.php?id=300

-spegnere i led degli apparecchi elettronici in stand-by

È la lucetta che consuma!





Ricapitolando sembra che per tutta questa gente il consumo e in stand-by sia quello degli apparecchi elettronici. Ma come dice la parola questi apparecchi sono in attesa sono operativi in quel momento, non semplicemente per attendere un semplice telecomando. Mi sembra ovvio che un telefono senza fili abbia di consumi superiori ad un vecchio telefono provvisto del cavo: noi paghiamo con paio di euro la comodità di poterlo trasportare in tutte le stanze, l'alternativa sarebbe come s'utilizzava una volta di montare dei cavi che percorrono la nostra casa: l'impatto ambientale solo di costruzione di questi cavi sarebbe superiore a quello energetico che sborsiamo.
Molti di questi apparecchi elettronici hanno una doppia vita necessaria: un sintonizzatore che non aggiorna il software ci fa perdere parecchio tempo o addirittura la nostra partita per preferita. Altri consumi sono dati dal fatto che esiste il consumatore e questo strano individuo desidera cose strane ad esempio per i computer.

Vedremo breve divertente consumi di ordini di grandezza superiori. Ma gli ecologisti finti non lo sanno.