domenica, settembre 17, 2017

grafitari 1






Avendo vicino a casa dei centri sociali abbiamo la sventura di avere in giro dei deficienti che non sapendo cosa fare si divertono a danneggiare le case altrui pittando sulle facciate una serie di proclami che sembrano intelligenti solo a chi li ha inventati .
Prendiamo per esempio questo:
sulla facciata di una casa, comprata magari con un mutuo di trent'anni da un povero operaio, l'imbecille chiede che gli affittuari debbano pagare la pigione così che non si debbano più fare gli sfratti.
Per una volta sono d'accordo con gli imbecilli: se noleggi un bene DEVI pagare l'affitto.


giovedì, settembre 14, 2017

iphone X

Abbiamo gia' visto l'anno passato che apple ormai e' una moda e SOPRATTUTTO i bug e le fesserie volute dai piu' stolti vengano prese come figata pazzesca dalle riviste. Anche quelle piu' "famose".

e' interessante: capire cosa sia il mercato e come accontentarlo. Ed e' interessante che, ancora una volta, nessuno gli dia contro. Salvo per il colossale prezzo...
Anche il prodotto migliore del mondo ha dei difetti o no?

Ma sappiamo che nessuno che parli male del Re venga piu' invitato a corte e non gli forniscano piu' le merendine.

Non ho niente contro i prodotti Apple, sono ben costruiti, hanno un'assistenza migliore della concorrenza e non si puo' dire che non sappiano cosa stanno facendo. Insomma non parliamo del primo cinokoreano che passa di li. 
Ma da questo passare a dire che un telefono top di gamma sia idoneo al 90% della popolazione, ne corre. 
Al massimo, vista la quantita' enorme di roba che esiste sul mercato, dovrebbe essere idoneo al 0.X% del mercato. 
Piu' una curiosita' come le auto della gumpert o della Koenigsegg che della ben piu' diffusa ford.

Invece il 14% in pezzi che, in valore, consegna di fatto 1/5 del  mercato in valore nelle mani di apple. 
Se poi parliamo del profitto, in pratica il 90% del mercato,  idc dice:

L'abilità di Apple di massimizzare il prezzo e minimizzare i costi di produzione è assolutamente impressionante, e l'iPhone continua a generare profitti mostruosi. 

LG, Sony  e HTC perdono soldi ogni volta che vendono un telefono. L'unico che riusciva a fare tanti soldi (spesso  MOLTI) e' samsung ma il note7 ha inciso sull'anno. 
Remeber: tanto profitto e' uguale a vendere a tanto il poco.

comunque a riprova del giornalismo andiamo a vedere cosa dicono i "giornalisti"




partiamo dal display che tutti osannano

Il nuovo iPhone X possiede ora un display completamente rivoluzionato visto che non possiede praticamente cornici

 Io, sinceramente, non ho provato il X ne il 7eccetera. 
Come del resto questi entusiasti non hanno visto un X dal vero.
Ma dire rivoluzionato mi pare tantino, al limite gli affari senza cornici sono un pochetto scomodi. Magari questo no ma ci cominciamo a mettere nell'idea di NON essere un volantino esselunga?

 Apple è migliore degli OLED tradizionali, e infatti non si chiama OLED ma Super Retina.

Mii che fiGGo supercoso megaspaziale ultapixeloso!

Partiamo dal presupposto che l'O-LED e' un display inventato negli anni 90 da kodak che lo usava sulle sue compatte del 2003. Poi i cinokorea hanno osteggiato la tecnologia (la volpe e l'uva) e nel 2014 la definiscono come la migliore esistente perche' comprano le spoglie di kodak. Ad oggi e' la migliore tecnologia LED disponibile. Chi fa il display, con quale caratteristiche? Mistero.


ha una diagonale di 5,8 pollici senza alcun bordo curvo e con una risoluzione di ben 2436x1125 pixel.

BEN? io avrei usato PURTROPPO.  "a pixelli" per l'imbecille.
 Tale risoluzione consuma Gpu "gratis". E la batteria ne soffre. Ah gia' non sappiamo neppure che piffero di batteria monta.
Tale display offre migliorie solo se intendete usarlo con una notevole lente d'ingrandimento. Altrimenti potreste riderne solo.


 Come i nuovi iPhone 8 e iPhone 8 Plus è dotato di un sensore di luminosità che ne aggiusta dinamicamente la temperatura dei colori visualizzati in relazione all’ambiente dove viene utilizzato

Negli anni 80 per il contrasto e, successivamente nei 90 per il colore, telefunken fece gia' dei TV con tali sensori ma ci si accorse che era una puttanata
In the wild correliamo il K a quello che e' dietro o davanti in base ad una serie di paturnie. In pratica ad un occhio non allenato e' indifferente e a quello allenato causa solo incazzatura. Successivamente philips fece un discorso diverso, illuminare la parete con il colore "giusto".  Al marketing non piacque quello che sembrava una lampadina e lo coloro' aumentando le bestemmie degli amanti del colore.
 True tone o true schifezz?

sulla fesseria del pseudo HDR non parlo neppure.
 




La fotocamera posteriore è un’evoluzione di quella presente su iPhone 7 Plus: il sensore è più grande, l’autofocus più veloce,

D'accordo che avete visto la slide e siete in autoerotismo duro. Ma cosa vuol dire "piu' grande"?
Perche' se da 1/4 passiamo ad almeno 1/2" e' bello. Il rumore diviene un quarto, e' quasi foto. A 1" potremmo sperare nella foto.
Ma se da 1/4 passiamo a 1/3.9 non cambia un piffero. Dash lava di piu' (della cenere, immagino). Stessa cosa per l'AF.



il nuovo iPhone X possiede una una fotocamera posteriore a doppio sensore da 12MP ed apertura focale da f/1.8 e dunque capace di catturare molta luce negli scatti anche in ambienti bui.

Abbiamo capito che dovete leccare il bus del gnao. 
Ma come abbiamo ribadito fino allo sfinimento l'apertura focale di 1.8 NON E' PER LA LUMINOSITA'. e' banalmente per evitare che un sensore troppo piccolo subisse la diffrazione del diaframma chiuso. 
Anzi su un un coso del genere il diaframma di 5.6 sarebbe una benedizione. 
Il problema e' che dovrebbe avere un sensore da almeno 2/3". Oltretutto un sensore da 1" con f5.6 potrebbe essere piu' luminoso di quello dell'iphone per i motivi di cui il link sopra.


 l’eliminazione del rumore digitale migliore
Per chi ha fatto del lecchinaggio la sua professione e' tutto OK. 
Per gli altri sappiamo che una qualunque elaborazione e' come capra e cavoli. La riduzione del rumore abbassa la risoluzione reale e la qualita' dei colori va a donnine.
A quel punto e' meglio partire gia' con meno pixel e il rumore non dovremmo andare a interpolare.



 e, rispetto a quanto avviene su iPhone 8 Plus, la stabilizzazione ottica delle immagini è doppia, in quanto adottata anche sull’obiettivo telescopico.

Fanno quasi tenerezza questi imbecilli che non sanno piu' come chiamare un bifocale.
Si, perche se lo chiamiamo bifocale sappiamo subito cos'e', una buona strategia per risparmiare in voga negli anni 60. Non e' "il male", anzi. Chiamarlo zoom e' da "figli di" e ora ci provano con "telescopico"
ma davvero?
Vediamo il VACCAbolario

telescopico
te·le·scò·pi·co/
aggettivo
Proprio del telescopio o delle sue caratteristiche tecniche e funzionali.
  
In biologia: occhi telescopici, allungati e sporgenti dall'orbita in forma di cilindro ricoperto da una grossa lente traslucida, caratteristici di varie specie di Pesci e di Crostacei della fauna abissale, ai quali consentono una maggiore capacità visiva.
 
Nella tecnica, di dispositivi meccanici o altri oggetti costituiti da elementi tubolari capaci di scorrere uno nell'altro.

Bella cosa il vacca. 

Vediamo: la lente del c-tofon e' dispositivo meccanico costituito da elementi tubolari capaci di scorrere uno nell'altro?
non dire proprio

E' un telescopio da 1000mm con fuoco all'infinito e diametro di ingresso importante?
Neanche se ridiamo.

E' percaso dotato di sporgenza cilindrica eccetera?  
Magari, e' piatto.

Oserei dire che bifocale e' vecchio ma adeguato mentre il redattore e' un ignorante. 
La prossima volta cosa useranno: tetrasfogliante? Supercalifragile? galvanoplastico?


Tutto è coadiuvato, come sempre, da un quad-LED flash.

Un LED per definizione non e' un flash, in italiano lampo. Il fatto che sia quadtubbowatto o meno per cercare le chiavi nella borsa va bene nella stessa maniera.  Io non ci perderei un rigo.

Per quanto riguarda i materiali il nuovo iPhone X è completamente rivestito dal vetro con rifiniture nuove in alluminio lucido.
I nuovi smartphone sono tutti certificati IP-67 per la resistenza ai liquidi e alla polvere

 Abbiamo appena visto un Xperia Z2 ma senza connettivita'? Ma non era NUOVO?


Le novità a livello multimediale sono quelle viste con iPhone 8 e 8 Plus e cioè la possibilità di registrare video fino a risoluzioni 4K a 60 fps nonché slow motion a 1080p fino a 240 fps

 Vi e' da chiedersi un paio di cose.
Come fa a fare con un sensore cosi' pessimo un 4K che non sia cacca.
Dove cavolo mette tutta quella roba: un 4K maledettamente compresso beve 200GB in un oretta e con l'HDR promesso passiamo a dimensioni che non esistono neppure a catalogo.
L'unica ipotesi e' che il sensore sia pessimo e per mascherare la cosa comprimano a livelli da far rimpiangere il vecchio PAL che sulle videocassette consumer viaggiava a 25Mbps.
Pippemotion?


la ricarica wireless non poteva ovviamente mancare

Ma anche no essendo una stronzata

Qualcuno si svena sul nome del processore, BIONIC, nientepopodimeno. Mii che fiGGo supercoso megaspaziale ultapixeloso!


Delle altre caratteristiche, quelle importanti, al momento non ne troviamo. 

Non sappiamo nulla MA bisogna incensare e acclamare il RE.
E' bizzarro leggere decine di articoli su un oggetto che il redattore ha visto in TV esattamente come VOI. 
E' Strano che TUTTE le caratteristiche narrate nelle slide siano ottime o positive.
Nessuno si fa domande sulla durata delle batterie dell'osannato processore che dovrebbe dar la paga ad un I5. Perche' possiamo accettare tutto, che consumi la meta', che i pixel siano diretti da una GPU marziana ma se hai a bordo VERAMENTE un processore che martella un intel i5-7360U (15W) montato sul macbook i casi sono due:
1) il mac e' una medda grossa
2) il processore del telefono si beve almeno 10W. X86 non sara' efficiente ma non e' ipotizzabile una differenza fra il giorno e la notte.
E mi dispiace ma con 10W di procio e altri 5 di display GROSSO piu' grosso (scottecs docet) piu' le radio e compagnia cantante a 3.7V sono 5A che gia' portarli in giro per il telefono e dissiparli e' un pochetto da ridere, ma vuol dire o trottling duro o fumarsi la batteria in minuti con il telefono rovente.
Ricordiamo che non sappiamo quanto e' grande la batteria?

e per fortuna che non hanno fatto un colore come il black uber alles tango gay parade ultra.

Non me la prendo con apple, dopotutto e' schiava del peones che con la frusta dei dollari chiede minchiate ma con i giornalisti.

Quasi 1400E sono una workstation portatile di HP.
1400E sono uno scooter 125.
sono un server di marca con tanto di RAID.

1400E sono un telefono molto buono (p2?), un portatile decente di marca e una videocamera panasonic. Siamo sicuri che e' furbo?

1400E sono un VPR piuttosto interessante che apre in due qualsiasi velleita' video del cellulare e avanzano soldi per un minipc da usare a mo' di player.

1400E un buon telefono,una reflex fascia alta di marca , un 18-55 2.8-2.8, un flash di supermarca (metz) e quando vedo le cosacce che fa un telefono mi chiedo ci e' cosi' stolto da usarlo come fotocamera. In piu' mi avanzano i soldi per le stampe.

Perche' di cose con gli oggetti di cui sopra se ne fanno tante e si possono usare per anni. L'iphone X l'anno prossimo ci sara' gia il Xs che sara' uguale ma diverso e alla fine manda le mail esattamente come un telefono da 200E, non ci sono grosse differenze nel vedere il web con dispositivi piu' easy, manda gli stessi SMS e magari non cercano di ruBBarlo. 
Certo che i videogiochi saranno piu' belli, ma non e' detto: nintendo e lucas hanno piu' volte dimostrato che spesse volte non e' l'HW che fa un bel gioco. Anzi, in questi anni abbiamo assistito allo spreco di cicli di clock sulle macchine piu' potenti.

Trollando un pochetto:
Comunque mi dispiace che il lenovo P2 (meno di 190E) non venga piu' realizzato, in ambito professionale e' molto meglio di questo. Ma nessuno ne ha parlato con trasporto.
Anzi parliamo della cinesata okitell 10.000 PRO, molto spregiudicato e coraggioso. Se non fosse per le bustarelle sarebbe passato inosservato.
Parliamo dello zenfone 4 max? Il procio sara' opinabile ma non e' stolto.



Oggi sono cattivo.
oggi?
:-)



giovedì, settembre 07, 2017

antenna hurg!




Nonostante le antenne siano ormai diffuse da qualche tempo le scimmie non hanno ancora imparato come funzionano.
Se una cosa semplice non e' ancora chiara dopo piu' di 100 anni come posso pretendere che sappiano usare un computer o una workstation portatile come quella che tengono in tasca?
Sono stupido io

lunedì, settembre 04, 2017

grillocracy

Prima di parlare dei loro server che non servono, se non a sputtanare gli iscritti, ho dato una lettura, sono masochista, al programma di governo energetico dei Grillini mentre mi sparavo 27 ore di volo.



Devo dire che sono cambiati parecchio. Sono passati da un voto zero a un voto uno. Se continuano così tra cinquant'anni potrebbero arrivare alla sufficienza risicata di un sei. Ma solo se si impegnano. MOLTO.

Diciamo che hanno pagato qualcuno per impaginare il PDF. Non abbiamo più la numerazione delle pagine che va in senso inverso e altre cose che indicano la mancanza più completa della conoscenza di un qualsiasi Word processor come succedeva nel programma passato
In compenso il PDF e' zippato a posteriori e prima di aprirlo lo devi spachettare: notiziona! il formato PDF supporta la compressione. 
Leggiamo il manuale istruzione del mac usato con la fetecchia di MSword per cortesia?

Neppure abbiamo la voglia istantanea di picchiarli come quando il loro leader si mette a sparlare di energia. Diciamo che, almeno formalmente, sembrerebbero diventati ragionevoli.
Perché poi alla fine il problema è tutto qui: Se hanno capito o meno cosa sia l'energia.


Apparentemente partono bene: abbiamo un indice e abbiamo delle premesse che si rifanno a riviste scientifiche.
Anche l'inizio della trattazione sembra essere qualcosa che un capo una coda possano averlo.
All'interno del testo ci sono anche delle domande simpatiche che spesso non vengono poste come questa:
È GIUSTO CONSIDERARE SOLAMENTE L’ENERGIA CONSUMATA ALL’INTERNO DI UN PAESE O ANDREBBERO VALUTATI ANCHE I CONSUMI INCORPORATI NEI PRODOTTI IMPORTATI?

Spiegano cosa sia un TEP anche per i non iniziati.

I grafici sono grandi, colorati e sembrano servire a qualcosa.
E soprattutto partono con la mia grande bandiera che hanno sempre usato come cartaigenica:
IL PUNTO DI PARTENZA: DI QUANTA ENERGIA ABBIAMO BISOGNO

Strano forte, vero?

Pero' gia' a pagina 4 “ANDAMENTO DELL’ECONOMIA E CONSUMI ENERGETICI, UNA RELAZIONE DIRETTA?” esiste uno scricchiolio: non capire che il terziario consuma meno dell'industria pesante e se delocalizzi esporti fabbisogno. 
Peccato che la premessa “I CONSUMI INCORPORATI NEI PRODOTTI IMPORTATI” sia gia divenuta incompresa nella stessa pagina.


E' come se ci fossero 2 anime: quella che ha scritto le frasi e i numeri e quella che tira la conclusione. Vedremo che e' proprio cosi'.


“In generale, i paesi a clima continentale presentano valori superiori alla media dell’UE, mentre i paesi a clima atlantico o mediterraneo, valori inferiori alla media.
Anche qui la Polonia rappresenta un’eccezione, che, tuttavia, potrebbe essere spiegata da
un livello di ricchezza pro capite di almeno il 30% inferiore rispetto agli altri paesi
esaminati.”

Certo perche' e' principalmente il reddito che fa il consumo. I ricchi producono e di conseguenza hanno bisogno di energia, hanno stipendi piu' alti che permette loro di usare oggetti e gli oggetti consumano. In piu' non hanno paura di usare un po' di elettricita'. 

Paesi poveri come l'italia, la grecia eccetera consumano di meno. La polonia e' il paese piu' povero della zona EU N ma ai suoi confini, guarda caso, ci sono paesi che consumano di meno o similmente avvalorando che non e' il clima ma e' solo ricchezza, valore e tipo dell'industria.

Abbiamo un primo svarione dopo 6 pagine, infatti si vorrebbe far passare, nelle pagine, che non e' PIL ma virtu' il consumo procapite. 
O almeno si vuol costruire l'idea folle che il 50% del consumo sia “altro da poter togliere”
e infatti fra le cose sensate copiate da altri appare, stortato, un bel

MINORI CONSUMI DI ENERGIA POSSONO ESSERE UN TRAGUARDO POSSIBILE,
MANTENENDO INALTERATO IL BENESSERE DEGLI UTILIZZATORI?
Tutto dimostra di sì, grazie al progresso tecnologico e al cambiamento dei comportamenti
degli utenti.

Come dire che sebbene usiamo sempre piu' condizionatori questi possano consumare meno del non usarli. Mi dispiace ma il phon, la macchina del caffe' e persino i pc consumano piu' di una volta. Non esiste maniera di far consumare molto meno un condizionatore.


Nella disaggregazione per fonti produttive emerge chiaramente come l’ingresso delle
nuove fonti rinnovabili, in particolare fotovoltaico ed eolico, abbia avuto un forte
impatto sul sistema di generazione, andando a sostituire le fonti termiche tradizionali
nel periodo di contrazione della domanda 2008-2014, anche grazie alla priorità di
dispacciamento dell’energia da esse prodotta.
Di contro, con i suoi 174 TWh nel 2014, la generazione termoelettrica è tornata ai livelli
produttivi dei primi anni ’90, considerando anche l’apporto delle cosiddette bioenergie,
anch’esse in forte espansione nel periodo più recente, 18 TWh nello stesso anno.

Fai buttare l'energia delle centrali termiche (evviva l'inquinamento!) per permettere un mercato fallimentare del FV.
Le fluttuazioni che non capite sono date dalla piovosita' (il grosso delle rinnovabili e' idro), nuvole e ore di richiesta.
Il risultato di questo e' un'energia che e' fra le piu' costose del pianeta quando ai nostri confini costa la meta'. 
Guarda caso in EU e' piuttosto raro che una casa abbia solo 3KWp. In Francia ho visto monolocali con 10KW e per molti europei viene considerato da pazzi avere il gas per casa. Per un italiano sostituire il gas e mettere 10KW per permettere di cucinare elettrico e' lusso grosso.

Cominciamo a notare che sebbene abbiano assoldato un liceale per fare C&P poi non hanno ancora capito il senso.

L’incenerimento dei rifiuti, che è in parte considerato come frazione rinnovabile ai fini
delle rilevazioni statistiche, contribuisce per lo 0,8% della produzione di energia elettrica
in Italia ma presenta una serie di impatti ambientali e sanitari che impongono da subito la
necessità di ripensare al più presto l’utilità di questo tipo di produzione energetica.

Vediamo di capirci.
Abbiamo sti cavolo di rifiuti perche' i grillini vogliono, per esempio, 40g di cuffiette in 200g di policarbonato. Non esiste maniera di far cambiare questa cosa soprattutto se piace la GDO  che inquinano anche per iperpompaggio del condizionatore.
Cosa ci facciamo con questi rifiuti?
Possiamo sicuramente mettere una persona che separare le varie plastiche (hdpe, ps, abs, pet, pmma, pc, pp, pvc, pla, pu...) e i vari scarti costando 30E a sacco che buttiamo e con la questione che comunque parte delle cose non saranno separabili.
Ma, sinceramente, io dubito che l'italiano voglia aumentare di 3000E anno l'imposta sul pattume.

Quindi, salvo il voler sotterrare queste cose, la via piu' ovvia e' bruciarle. Tutto sommato fa meno danni del carbone, no? Perche' NON bruciando questa roba, comunque sia, questi 0.8%, che sembrano pochi fino a quando non dici che sono 25TWh. Giusto per capirci impattano piu' del tanto pompato solare che producendo quando vuole lui ha scardinato il mercato e reso maledettamente costoso il buio. Questi sono TWh che ci sono sul picco in inverno e la corrente e' costosa.


Questa dipendenza dall’estero, pressoché costante negli ultimi 25
anni, non è frutto di un deficit di potenza disponibile, vista l’attuale situazione di
sovracapacità,

La sovracapacita' e' un concetto sdruciolevole.
Innanzi tutto il FV ed eolico non vanno sommati alla capacita'. L'anno secco, la nuvola di passaggio fanno si che non siano conteggiabili nel baseload.
Anche la produzione tradizionale ha degli stop dati dalla manutenzione,una centrale non rimane attiva “per sempre”. Se ne tiene conto?
L'idro e' stagionale. Se ne tiene conto?

Infine i citati costi.
Di recente, per sopperire alla deficienze del FV si e' preferito istallare delle piccole turbogas molto veloci ad accendersi ma molto sprecone. Dopotutto la sera e la giornata uggiosa puo' pagare cifre stratosferiche ma per poco tempo. 
Fare un impianto che rende tanto ma ha tempi e costi elevati non conviene, anche se sarebbe etico e conveniente, perche' siamo  nel contesto "troppo FV".
Andare a produrre sempre, con una centrale che esiste ma e' costruita per fare altro (la spintarella da pioggia), che la vera produzione e' certamente fattibile ma e' da pirla.
Togliendo 
le turbogas, 
il coefficiente di manutenzione, 
la stagionalita' 
ed evitando di usare impianti di backup 
per fare lo zoccolo duro, se quello che ho sentito non e' una vaccata, abbiamo il rischio che anziche' una sovracapacita' stiamo sovraproducendo. Comunque sia, abbiamo limiti che fanno si che importare convenga.


ma della possibilità di ottenere prezzi più competitivi dai fornitori esteri di
energia.

La sovraproduzione spiegherebbe anche perche' la nostra energia costi di piu' nonostante il lungo trasporto (aka ingenti perdite) e il dover pagare pegno.
Sovraproduzione e rinnovabili hanno plasmato un sistema caotico, costoso e veloce.
Sarebbe ora di togliere i privilegi alle rinnovabili e vedere cosa e' veramente conveniente.

l’adozione di soluzioni tecniche meno impattanti per l'ambiente come, ad esempio, l'eliminazione delle tratte aeree a vantaggio di percorsi interamente sotterranei in galleria schermata, nel pieno rispetto del fondamentale principio di precauzione.

Non so cosa si intenda per rispetto  del principio di precauzione, precauzione rispetto a che cosa?
Detto questo le tratte aeree sono semplici da montare e far manutenzione, con poca spesa hanno scalato tensione durante decenni. Hanno anche il vantaggio di poter essere montate in zone agricole o comunque poco abitate dove si fanno strade oppure si arano i campi. 
Una tratta in alta tensione intubata non solo ha necessità di grandissime quantità di materiale rendendole molto meno ecologiche. Le tratte aeree si usano per l'alta tensione perché la rigidità dielettrica dell'aria fa si che basta tenerne a grande distanza e non partono fulmini. 

Una parte interrata trifase HT, salvo che si voglia scavare il tunnel del Monte Bianco per tutta l'Italia, deve avere dei materiali con una rigidità di elettrica notevolissima, parliamo di decine di tonnellate di plastica per Km. Una dorsale di soli 1000Km sarebbero 30/100.000.000Tonnellate di plastica in piu' rispetto ad un traliccio.
Come si possa definire una trincea dove verrà posato sostanzialmente un cumulo di plastica, un tunnel di tonnellate metallo usando tonnellate di gasolio per lo scavo e e dove non si potrà più avere un campo coltivato, una casa, una strada sia qualche maniera meno impattante per l'ambiente. 

Poi i grillini hanno un orgasmo quando dicono di risparmiare un milione di euro... qui vogliono bruciarli in pochi metri.
Chi ha scritto questo paragrafo o non capiva un caso di energia, com'è probabile, ma era sicuramente assaggiatore di funghetti.

pag20
Il risparmio e l’efficientamento energetico, sono i due strumenti a disposizione
per ottenere questa riduzione

di quanto? 0.1% ci stiamo, 0.2% forse ma se si vuole come sembra il 40% o peggio dovete smetterla con il crack. Posate la pipa di vetro!
Anche perche' dire che l'economia puo' essere piu' efficiente e' stupido: l'economia e' sempre efficiente. 
Andate da un'industriale e dimostrate di far risparmiare il 10% dell'energia. Se non costa come la produzione di 30 anni vi fa ricchi. 
Perche' il costo e' importante per chi paga.

Io so come risparmiare il 100% sulla vostra auto: chiamo un portantino a 50E ogni ora.
Idem sul risparmio.


Analizzando la Figura 18, è facile osservare come l’Italia sia una tra le più efficienti
economie, occupando da sempre le posizioni più basse tra i grandi consumatori di energia
europei.

Normale, economia agonizzante semirurale  e dal 2002, anno d'inizio grafico, avevamo gia' esportato l'industria altrove per incapacita' poLLitica. Ma se e' gia molto bassa, abbassarla ancora vuol dire impoverire la gente, no?


Anche in questo caso, come per l’indice dei consumi energetici pro capite, il clima
e lo standard di vita rappresentano due fattori decisivi,

Ma va? Siamo straccioni. Ma il clima? Ancora?

ma il maggiore impatto è determinato dalla tipologia delle attività economiche svolte e dalle tecnologie utilizzate. Lo dimostra il Regno Unito, divenuto il paese ultimo in classifica grazie a un’economia con il settore terziario più sviluppato

Come sopra.
Quindi salvo che di colpo l'italia abbia un commonwealth, divenga la borsa n1 in europa, abbia scolarita' avanzata che permetta aziende hitech che progettano processori a randello e abbia collegamenti aerei con il mondo, scordiamocelo.
Perche' se vogliamo trasformare le decine di migliaia di guarda-alberi siciliani in esperti di alta finanza e gli impiegati che non sanno l'italiano in progettisti di DIE ci sto. Che riusciate nell'intento la vedo male.

Comunque procede per 20 pagine cercando di dimostrare l'impossibile.
Poi avviene il fattaccio. Anziche andare di C&P e aggiungendo frasi tipo “io vorrei l'erba voglio” iniziano a scrivere. Danni. Danni grossi.




Per indipendenza energetica s’intende la situazione in cui un sistema energetico è in grado di soddisfare la domanda con risorse, infrastrutture e tecnologie interne.
Applicato a livello nazionale, il concetto implica la disponibilità di lungo termine di fonti di energia e la dotazione di mezzi per il loro sfruttamento senza il ricorso ad apporti netti da paesi esteri.

Ma alla fine l'importante sono le fonti che possono produrre quei 400TWh che saranno necessari se l'economia riprende. 
Dove sono? 
Come cavolo li produci?
Perche sai, non penso che puoi sloggiare i residenti di un paio di regioni per il tuo rinnovabile.
Non parole che parole di morti.



Nella visione del M5S, la produzione e il consumo di energia dovranno essere
progressivamente spostate in capo alle singole comunità, che saranno quindi
responsabilizzate e dovranno autonomamente provvedere ai bisogni energetici dei
propri cittadini e delle attività produttive ricadenti sul proprio territorio.

Quindi realta' come l'alcoa, la fiat, pirelli eccetera devono sparire?
Lo avete detto agli operai?
Inoltre nuove aziende, non potendo usare energia da luoghi non vicini, non apriranno dove vi e' poverta'. Lo avete detto ai disoccupati?
Avete detto che piccole centrali localizzate sono meno efficienti facendo aumentare il costo dell'energia?
Avete detto che macchia di leopardo e' meno efficiente anche come distribuzione e perdite di rete facendo aumentare il costo dell'energia?
Al sud quando arriva l'estate sanno di non poter piu' usare il condizionatore?
Il cavo che alimenta la sardegna? Lo tagliamo? Lo spiegate coi ai sardi che in estate basta alberghi, case vacanze e condi, vero?



si dovrà compiere il passaggio alla generazione distribuita, in cui non solo
i sistemi di trasformazione, ma anche le stesse fonti di energia si troveranno il più vicino
possibile al punto di consumo

gli hippie dellla verdura a Km zero nel campo energetico!
Quindi motori a gasolio a gogo' per tutti. Prevedo un'aumento dell'inquinamento epico.
una pista di coca per tutti?


sono le fonti rinnovabili di energia (FER), all’attuale livello di conoscenze scientifiche, le uniche in grado di renderlo realizzabile.

Fumato tanto oggi, neee?
Te lo vedi il trentino durante l'inverno: -15C e 2 metri di neve. Che cazzo di FERramenta hai in valle che possa fare energia? Una cava di carbone, mettiamoci a fare i minatori: almeno si scaldano a picconate.


Inoltre, la scarsità di fonti di energia nazionali alternative alle FER rispetto al fabbisogno
attuale e futuro e i rischi legati ai cambiamenti climatici in atto rende inutile ogni
discussione sulla sostituibilità tra le due categorie, a meno di nuove scoperte o nuove
tecnologie

Per me si fanno di funghi insieme al crack.
E' inutile ogni discussione sulla sostituibilità tra le due categorie, non ci sono gli spazi per farlo in italia e sono a singhiozzo. A meno di nuove scoperte o nuove tecnologie del prossimo millennio non e' possibile sostituire in codesta maniera il termico con il rinnovabile.


Le proposte riportate in questo documento, nella sua prima stesura, si fondano
principalmente sull’utilizzo di tecnologie in grado di sfruttare le risorse rinnovabili
disponibili sul territorio nazionale

Direi che le proposte riportate in questo documento si fondano principalmente sulla fantasia durante trip lisercici e sull'odio profondo verso le calcolatrici e studi scientifici. 
Non esistono risorse rinnovabili di cosi' grande portata e capacita' di soddisfare il picco dei consumi (intorno alle 19) durante l'inverno. Forse i grillini intendono portarci a importare oltre il 70% dell'energia. E chissa' a quale maledetto prezzo!

Tali risorse sono: energia solare, energia idraulica, energia eolica, bioenergie e geotermia. La quota del fabbisogno coperta da ciascuna fonte
è commisurata al potenziale di sfruttamento della fonte stessa, potenziale che è stato
misurato dal Gruppo PEM5S sulla base di studi e valutazioni proprie

Io penso di essere un grande poeta. MA chiunque mi legge sa che e' impossibile.

Le valutazioni del PEM5S (popolo esageratamente minchione 5 volte stolto?) si noti che fino ad ora ha portato solo grafici di cio' che esiste e numeri chiari di cio' che e' pubblicato. 
Sulle interpretazioni...
Non si e' mai parlato di quanto sarebbe cio che propongono. 
Costi, 
 dimensioni, 
aspetti negativi (Persino le torte ne hanno: fanno ingrassare!)

Mettiamo di fare 200TWh di solare, in linea con quanto detto. Chi lo va a spiegare ai siciliani che dovranno andarsene di casa?
La sicilia e' di 25000 Km^2 di cui almeno la meta' sono rilievi o non sufficientemente piani.
Un pannello solare grande come la sicilia, se togliamo anche le strade necessarie per accedere e tutta la roba necessaria, fanno 450TWh che dopo le batterie (che teniamo in calabria dove abbiamo preso mezza regione) sono 250TWh annui circa. 
Peccato che durante l'inverno valgano la meta' e d'estate il doppio. 
In pratica, volendo raggiungere l'indipendenza, valgono come 150TWh di termico. In pratica due centrali elettriche a carbone come quella in puglia che occupa un isolato.
E ci mancano ancora centinaia di TWh da produrre.

Capiamo che se questo documento e' passato i grillimi pippano tutti fortissimo. 
Tra una canna e uno sniffo si fanno una pera. Poi scrivono.

La loro realizzazione, dal lato domanda di energia, si fonderà:
• sullo sviluppo tecnologico;

Ci paga le decine di miliardi?

• sulla disincentivazione degli usi e dei comportamenti non efficienti;

Ancora tasse?

• sull’azzeramento degli sprechi;

Azzeramento degli sprechi, anche se non e' ancora chiaro cosa siano sprechi ed efficienza a questo punto dopo 60 maledette pagine!

• sulla parziale sostituzione delle fonti di energia termica con la fonte elettrica.

CaSSo non riusciamo a produrre per oggi e tu vuoi che usiamo la caldaia per l'inverno elettrica. Lo sai che sono 26KW e non sta accesa solo 10 minuti? Moltiplicare per le case e vedi che botta, oltretutto a sommarsi in orari in cui il PERA system grillino e' morto.


il Gruppo PEM5S propone un graduale ma deciso passaggio alle
sole fonti rinnovabili per alimentare il sistema. Questa trasformazione, che dovrà
riguardare tanto il settore termico quanto quello elettrico, porterà a soddisfare la totalità
dei consumi finali di energia termica da fonti quali quella solare, le bioenergie e la
geotermia, mentre la produzione di energia elettrica dovrà avvenire tramite un utilizzo
massivo della fonte solare, a una marcata crescita di eolico e idroelettrico e a un
consolidamento nell’uso delle bioenergie e del geotermico realmente sostenibili.

Veramente sono 60 pagine che la menate in questo senso, lo abbiamo capito.
Quello che non abbiamo capito e' come riuscirete a produrre almeno 700TWh con le rinnovabili. 
Non penso che in italia ci sia neppure lo spazio. 
Fate almeno un esempio numerico delle dimensioni fisiche e costi di qualcosa che alimenti una citta' della dimensione di milano.
Perche' cosi' vuol solo dire che dalla Romagna in giu' e' un pannello solare unico. Solo di espropri e' il PIL di 600anni.
 Perche', dovete sapere cari fattoni grillini, l'inverno e' l'inverno anche per il sud e noi vogliano l'energia e il riscaldamento anche d'inverno.
Inoltre chiariamo cosa intendete con bioenergie: perche' bruciare foreste non e' ne ecologico ne non inquinante.

Io mi fermo a pagina 60. Di minchiate scritte dal collettivo aluatte ne ho lette troppe.

Piacerebbe veramente sapere chi ha scritto queste vaccate, per vederli in faccia, chi ha autorizzato una simile minchionata e se qualcuno puo' veramente credere a un tale cumulo di fesserie.

Ma forse non ci sono foto perche cosi' fatti manco stanno in piedi...

martedì, agosto 29, 2017

cretinismo grillino

Un po di storia sull'hack dei server dei cinquestelle.



Ad aprile 2013, dopo l'ennesimo default dei servers grillini scrissi un post su quanto fossero ignoranti nel metter su un sistema.
http://allarovescia.blogspot.it/2013/04/grillo-e-la-rete.html

I grillini, autoproclamatesi massimi esperti di computer, misero su un sistemino che ha dei problemi per l'elezione del piu' figo della compa del liceo ma loro, gli autoproclamatesi massimi esperti di computer, lo usano per grandi quantita' di persone e va giu'. Piu' volte, ogni volta che aumenta il traffico.
Gli autoproclamatesi massimi esperti di computer dicono che e' colpa degli accher...

I grillini votano di nuovo e il server, di nuovo, va giu'. Ho gia' detto che CASUALMENTE schiattano tutte le maledette volte che aumenta il traffico?
Ovviamente e' colpa dei caccher, non certo perche' il server degli autoproclamatesi massimi esperti di computer hanno tirato su un sistemino in PHP malfatto operato dal cuGGino.

I server del movimento 5 incompetenti nel 2013 vanno giu' come un aereo a cui si sono dimenticati di fare quella cosetta che si chiama “ala”.
Ovviamente i database vanno a donne di facili costumi a pagamento.

Mentre gli esperti di computer si chiedevano come si fa a votare il futuro di una nazione con un affare che anziche' fare delle somme tira fuori risultati casuali gli autoproclamatesi massimi esperti di computer informano che va tutto bene: i server funzionano. Cerrto la spia e' accesa!

Il voto online e' controverso gia' di base, in definitiva qualsiasi esperto di informatica vi puo' dire che il voto online, anche ben fatto, e' un maledetto problema irrisolvibile e occorrono, per chi vuole provarci, particolari e notevoli attenzioni.

In pratica i grillini sono folli imbecilli autoproclamatesi massimi esperti di computer che forniscono accesso a chiunque nel mondo voglia votare al posto dei grillini.

A maggio 2013 scrissi del presunto furto delle e-mail grilline, quelle con la password 1234, per intenderci.
http://allarovescia.blogspot.it/2013/05/ancora-grillini-e-pc.html

Dal 2013 ho smesso di parlarne perche' se a uno dici che e' un folle imbecille a tener su quella infrastruttura colabrodo e ai fan sta bene (per cose come un algerino votante 10.000 volte pro immigrazione) certifica solo che i fan sono idioti e lo stato per ragioni oscure non procede contro i grillini rei di fregarsene della 196/03.

Ma questa estate, dopo quasi un lustro di minchiate e aggiustamenti alla benemeglio per evitare che caschi ogni 20 secondi, arriva un hacker, uno vero, non uno autoproclamato, e manda una mail al gruppo di aluatte che gestisce il colabrodo spiegando che hanno gravi problemi spiegando quali sono i piu' grossi ed evidenti problemi del sito di merda.

Forse lo fa perche' gli aplorrini rischiano di prendere in mano il volante della corriera paese e il fatto di avere uno strumento di gestione delle decisioni che e' peggiore di avere i freni rotti mentre si scende dal passo non e' il caso.
Un santo uomo.

Anziche' ringraziare il pover'uomo, che si e' preso cura di loro e gli ha fatto un'analisi che altrimenti costerebbe una bombata di soldi, I grillini il 3 agosto decidono di accendere il ventilatore e infilarci un po di feci. Dopotutto le scimmie lanciano le feci, no?

L'attacco hacker subito da Rousseau di cui si parla oggi, in realtà è avvenuto all'interno del vecchio sito. La nuova versione di Rousseau, non presenta più la vulnerabilità segnalata.

In realta', da analisi fatte successivamente, la nuova versione non ha alcuni aggiornamenti di sicurezza dal 2010. Tanto nuova non e'. Diciamo BUGIARDI?

Sono già state messe in atto tutte le azioni necessarie per impedire il ripetersi di intrusioni informatiche come questa.

Anche questa e' una bugia. Le falle di misurano a badilate.


L'attacco non è avvenuto durante votazioni.

Anche questo si rivelera' una bugia.
Non solo, con questa frase si apre l'enorme voragine di non aver capito quale sia il grosso problema a cui vanno in contro i poveracci che sono iscritti a quella piattaforma.


Valuteremo l'azione legale da intraprendere nei confronti dell'hacker, il cui attacco è assolutamente da condannare.

Uno ti fa un GROSSO favore ed e' da condannare? Scusate vi facevo un gruppo di idioti, ma non cosi' colossali.

Grazie alle donazioni dei sostenitori, continueremo ad investire sulla sicurezza e sulla protezione dei dati degli iscritti, che sono sempre state una priorità e sono state garantite con elevati standard di qualità.

Insomma, non garantiamo un cazzo, i vostri dati sono perforati, siamo ballisti ma dateci i soldi: li gradiamo tanto.

Concludendo: reagiamo con una valanga di merda prima che qualcuno legga cosa effettivamente e' successo e comprenda la gravita' della cosa.


Neppure il giorno dopo un certo cracker, R0gue_0, inizia a fornire le prove di essere in grado di leggere da anni tutto quello che e' contenuto nei DB e, nei giorni successivi, fornisce esempi di scrittura.

In pratica se siete utenti del sitarello grillino il vostro nome, numero di cellulare, mail e password (perche' incredibilmente in chiaro) sono in mano a criminali.
Una pericolosita' inaudita.
Se troverete la carta di credito azzerata grazie ad un phone hijacking, un conto corrente fumato attraverso la vostra mail o il credito di paypal disintegrato insieme alla carta di credito sapete che avete fatto l'errore di essere cosi fessi da essere iscritti al grillinismo
Inoltre la scrittura del DB squalifica qualsiasi votazione ottenuta dal catorcio, anche quelle su cui si decide come difendere l'italia e gestire i militari o come scegliere il presidente della sicilia.

Se fosse un'azienda sarebbe uno scandalo cosi' grande che partirebbe una class action miliardaria con i grillini urlanti.

Ma non e' tutto: il sito fornisce dati personali degli iscritti anche a chi visita pagine nascoste ma indicizzate da google. Roba da gelato in fronte. Almeno questa viene poi riparata senza che si sappia cosa abbia spifferato a chi e fa un po sparira' dalla cache. Chi vuole provare su WBM?

Di Maio, un'altro genio di computer afferma che non ci sono problemi: basta cambiare a' passwodda


Angelo Tofalo, deputato pentastellato e componente del Copasir, il Comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica. «L’attacco hacker subito da Rousseau è avvenuto all’interno del vecchio sito. Le vulnerabilità scoperte sono state superate con la nuova versione della piattaforma racconta Tofalo, Ma va detto che gli attacchi informatici mettono a rischio la Cia e il Pentagono, così come il Corriere della Sera e la Nasa.: normale che lo sia anche Rousseau»

Eggia' noi, il pentagono e la nasa, uguali uguali. Fortuna che fai parte del copasir. Dimettiti visto che non hai capito nulla.


«Difficile parlare di una vera intrusione nel sistema operativo di Rousseau— sostiene il parlamentare Da quello che ho visto mi sembra che gli hacker abbiano avuto accesso a un database vecchio, con dati superficiali, nonostante contenesse informazioni personali».

Chissenefrega dei dati personali. Anzi apriamo tutti i dati di tutti online direttamente via web. 
Dai, mettiamo su anche i redditi di tutti gli scritti, che auto hanno, dove passano le vacanze, quali proprieta' possiedono  e se hanno amanti, poi tutti in acido con la cocacola con aspirina e mentos. Sai che rutti!, divertiamoci e dimentichiamo le cose serie... come al solito.

Fossi un grillino, di quelli un pochetto meno imborniti, mi girerebbero le balle che tutti i miei dati personali, compresa la cifra che ho dato al partito e, magari,  cosa ho votato, finissero nelle mani di sconosciuti.

Anche quello di confondere un sito con un sistema operativo, fatto da molti grillini desta spavento. Roba che neppure gli ignoranti grossi come il ministro franceschini fanno. Questi sono peggio del franceschini e i suoi valvassori, capite dove stiamo finendo?



gli atti criminali che il MoVimento 5 Stelle ha subito [] i sicari....

Si, entrare su un database non protetto altrui e' un crimine. Non proteggere minimamente il database, oltre ad essere un'istigazione, e' un fottuto enorme crimine.
Non sono sicari, al massimo ragazzetti con un piccolo sasso da 20 grammi.
Stiamo probabilmente parlando della piu' grande e pericolosa perdita dati (con pass in chiaro nei DB) avvenuta in italia.



La vera domanda a cui non vogliono rispondere rimane:
Da quando esiste la possibilita' di scorazzare dentro li?
Io azzardo un “da sempre”

Cosa e' stato di conseguenza rubato?
Io azzardo un “tutto”

Cosa e' stato fisicamente cambiato?
Io azzardo un “poco, dopotutto al momento manovrano contro gli interessi degli italiani”


I grillini vantano inoltre una presunta certificazione delle votazioni.
Due parole:
sembrerebbe che la certificazione sia realmente presente solo per 2 su 70 delle votazioni
Mi devono spiegare quale parte delle votazioni e' certificata.
Mi spiego.
Io posso certificare che la cassetta delle offerte e' presente, 
posso certificare che la gente la usa, 
posso certificare che e' di legno ed e' in chiesa
posso certificare che passa regolarmente di mano in mano 
posso certificare che vengono fatte offerte
posso certificare che non e' stata bruciata o distrutta
posso certificare tantissime cose.
Ma se e' piena di buchi e passa di mano in mano non posso certificare che il contenuto rispetti il numero di monete entranti dalla fessura ma solo il fatto che ci sono delle monete. 
Se le monete sono entrate o uscite dai buchi grossi come un pugno sui lati o se le monete siano solo quelle entrate dalla piccola fessura in alto nessuno, onestamente, e' in grado di dirlo.


In pratica il sito grillino e' una puttanata e andrebbe mandato giu' istantaneamente e i dati presenti azzerati. Solo cosi' si garantirebbe una protezione degli utenti che dovrebbero iscriversi ex-novo ad una nuova versione evitando cosi' di propagare l'errore.
Questo ovviamente causerebbe uno stop di mesi. Uno di quei mali necessari.

Inoltre adesso vedremo davvero se i grillini sono la kasta o sono contro la politica.
In un mondo perfetto fra mail disperse e alte menate avrebbero dovuto finire nelle grinfie del garante.
non e' successo.
Ora, con questi bug, alcuni semplicemente colossali, il garante dovrebbe per lo meno chiedere, come capita spesso, di pagare ad ogni utente una multa di 250E.
Oppure, come sarebbe ovvio, una enorme multa seguita da anni di reclusione del responsabile dei dati.
Se questo non accadra' sapremo che la piu' grande kasta, il potere forte, gli intoccabili, quelli che sono sopra le parti sono i grillini.
Io faccio una scommessa: i grillinini sono la nuova kasta regnate e intoccabile dalla legge.

Come si fa un sito che non serva per eleggere miss maglietta bagnata?

Dove sono i server.
Il problema che per roba cosi' non possono essere su un arrubbone qualsiasi ma devono avere una sorveglianza degli accessi al di fuori di ogni ragionevole dubbio.
Diciamo che deve essere piantonato 24/24 e solo un ridotto numero di persone puo' accedere alla stanza e queste devono essere selezionate.
Se le mettiamo su una rete di un provider, chi e' che garantisce il personale del provider e il personale degli altri clienti da cui potrebbe partire un attacco?

Poi esiste il problema dei dati. Diciamo che usare un mal configurato SQL accessibile a tutti e con bug preistorici come hanno fatto non e' una soluzione. Il server dati e il frontend non devono comunicare su internet a la cazzo ma se proprio devono stare in differenti luoghi, come deve essere per il backup, le connessioni devono essere almeno su una VPN protetta  criptando anche il traffico fra server.
Ovviamente deve essere tutto in mirror per evitare che sul piu' bello vada tutto a rotoli: serve una terza location protetta.

Inoltre il frontend e il backend non devono essere lo stesso affare. In pratica quando vogliamo sicurezza, come succede con le banche, noi in realta' non siamo sul computer della banca ma una sua copia. Finita la transazione, senza errori e senza che qualcuno ci abbia messo il becco il movimento viene fatto in maniera identica anche all'interno dell'istituto. Se viene attaccato il frontend, il sito ecc non viene attaccata la banca o il sito di votazione.

Ovviamente un sito che vota un presidente di regione non puo' certo fare un accesso con una banale password in pieno stile di un forum di alfisti che parlano del carburatore. E' il caso che preveda, per ogni accesso, un'autenticazione a 2 fattori o l'uso della smartcard che tutti possediamo.


Questo solo per iniziare. Poi nascono altre domande.
Per esempio: come possiamo essere sicuri che il voto non sia commercializzato e l'utente non e', di conseguenza, chi dice di essere o venga minacciato per. E' il motivo per il quale non si puo' portare un cello in cabina elettorale.
Il client, ovvero il pc del grillino, come possiamo essere sicuri che non sia un windoze XP full of bug & worm che voti diversamente dal grillino alla tastiera?
Per non parlare dei fessi che votano con un telefono roottato o jailbeackato.

Ovviamente queste sono solo le basi minime. 
Quali di queste sono state usate da grillo?
la risposta e' NESSUNA.

il sito e' sniffabile, non e' neppure https, non rispetta neppure le cose che ha un sito di e-commerce delle mutua che installi in 5 minuti per vendere la pepata di cozze della nonna che tanto non andra' a visitare nessuno.

E' il caso di usare un simile scolapasta per contenere dati sensibili e votare il futuro della nazione?
evidentemente no.
Se i grillini hanno pensato che questo e' il modo giusto di fare le cose e nessuno di loro si e' accorto di quanto e' follia fare una cosa del genere  e' la certificazione che i grillini sono banalmente degli idioti.
Idioti al cubo visto che dicono di essere esperti di rete.
Se questo e' un esempio come vogliono ridurre l'italia e come vogliono costruire il futuro e' un biglietto da visita impressionante.
Conseguenza naturale e' sciogliere il partito e mandarli a lavorare come manovali senza alcuna responsabilita'. Mi raccomando, non devono avere neppure la patente automobilistica, per loro e' troppo.
Fortuna che dovevano essere il nuovo. Se questo e' il nuovo comincio ad avere nostalgia dei d'alema e berlusconi.

io ho i brividi...
Voi?

lunedì, agosto 28, 2017

cerchi nel grano


Ogni tanto arriva l'idiota che dice che il cerchio nel grano e' fatto da forme aliene perche' "e' troppo complicato"
 oppure
e' troppo complesso da fare a mano.


a questi coiotes semi grillini farei notare questi campi di riso.

NB sebbene si opti per la progettazione a computer dei disegni oramai divenuti complessi le piantine sono messe in sede in maniera tradizionale 
Del resto anche i cerchi nel grano piu' belli sono disegnati prima a PC.






sabato, luglio 29, 2017

auto elettriche?

Molto spesso sento parlare gli ecologisti di auto elettriche e non c'è verso di farli smettere.
Se poi arrivano i poLLitici che dicono cassate...



“, il Regno Unito investirà circa 100 milioni di sterline per creare una rete di colonnine di ricarica.”
Segretario di Stato per l'Ambiente inglese Michael Gove mentre inneggiava allo stop di benza e gasolio entro 15 anni. Come vedremo con quella cifra non ci fai quelle necessarie per un caseggiato.

“Il nuovo ministro dell’ambiente francese, Nicolas Hulot, ha annunciato un divieto alle vendite per le automobili a benzina e diesel nel 2040.”
Certo, mettendo alla frusta le centrali nucleari (smettendo di vendere a quegli stolti degli italiani tonnellate di elettricita') avrebbero la produzione ma, come vedremo, non la distribuzione.

“Norvegia: secondo il quotidiano economico Dagens Naeringsliv, ci sarebbe un accordo fra i quattro principali schieramenti politici della nazione per imporre lo stop alle immatricolazioni di auto con motore endotermico a partire dal 2025”

eccetera eccetera.

I voti degli imbecilli e' sempre ben accetto. Salvo poi modificare o dimenticarsi di leggi promulgate all'arrivo delle date.
Dopotutto non si capisce perche' non fermare SUBITO il gasolio, dopotutto toglierebbe gran parte dell'inquinamento da autotrazione senza fare nulla che non sia gia' industrializzato con costi  "bassi". Fermare i pellets farebbe diminuire l'inquinamento generale lombardo di una cifra superiore alle autovetture (merdoso diesel compreso). Ma la politica sta diventando uno spettacolino da parrocchia.

Tornando all'auto elettrica...

l'Auto elettrica è molto affascinante, se non altro perché ha delle prestazioni di guida veramente esaltanti, non avendo i problemi di scarsa coppia di un motore termico a benza e inesistente di un cancerogeno gasolone.

Quando ho provato la tesla mi sono trovato così a mio agio...

Ma non e' “conveniente“ neppure dal lato inquinamento.
I poco informati controbattono con il fatto che tanto basta commettere una spina nel box per soddisfare la necessità di carica.

Il problema è che una spina nel box durante la notte può erogare solo 2 kW (in Italia) perché se ne bevesse tre e nottetempo vogliamo farci un caffè o semplicemente lasciare acceso frigorifero potremmo andare incontro dei problemi.
L'auto della tesla contiene 70-120 kWh per un'autonomia di circa quattrocento kilometri “veri” per la versione superiore che, a mio giudizio, è il minimo sindacale per definirsi un'auto elettrica da tutti i giorni.
In pratica vuol dire che la ricarica avviene, con i dati sopra indicati, in almeno 50 o 60 ore ovvero dovete veramente sperare che di giorno fate meno di una ventina di kilometri se non volete trovarvi ad affrontare problemi mica da ridere.
Se rientrate la sera dopo una cena da amici a mezzanotte e dovete essere in ufficio alle 8 partendo alle 7 (14 KWh) non e' detto che siano sufficienti, il vostro ufficio potrebbe essere oltre i 20Km o potreste volere l'aria condizionata O IL RISCALDAMENTO incolonnati a milano a -10.

A questo punto una ricarica in cinque o sei ore al massimo, sarebbe ideale.
Per ricaricare 85 kWh ce ne vogliono 110-120 circa.
Infatti dobbiamo tener conto che lo stesso caricabatterie che porta la tensione dalla 220V a quella necessaria per le batterie ha un rendimento che e' circa i 90% se fatto a regola d'arte, poi ci sarà il gestore di carica e persino le batterie stesse si riscalderanno buttando altra energia.

Per evitare che salgano troppo di temperatura ci sarà anche l'impianto di raffreddamento forzato dell'auto che entrerà in funzione consumando dell'energia. Perche' puoi dire che la pompetta-ventilatore da 300W e' piccolina, ma quando sta accesa 6 ore, sono 2KWh solo lei.
Così 120 diviso sei ore fanno 20 kW che dalle nostre parti ENEL, in alcuni posti, non ti monta neppure se apri un'azienda.
A questo punto dovresti fare anche un progetto elettrico, aver un quadro certificato e il tuo box dovrà superare tutta una serie di specifiche obbligatorie di legge. Stai sorpassando i 6KW che in italia sono maGGici.

Così ti sembra di aver risolto il problema aumentando diametro dei cavi del tuo posto auto, rifacendo l'impianto del tuo palazzo e, per far questo, speso un po' di soldi.

Il palazzo, in uno scenario di diffusione,  non sei l'unico ad aver comprato un'auto elettrica!
Un palazzo con solo10 famiglie sono ormai 20 auto almeno. Figuriamoci i palazzoni enormi.

Parliamo di 400KW e questi, mi dispiace, non sono i 20KW di picco totali che portano per alimentare i vostri 10 appartamenti. Parliamo di portare cifre vicine al massimo per ore di seguito. Sarebbero quasi 2000A roba da portarsi su sbarre grosse come un braccio. Anche se usate il trifase non e' che poi cambia molto.
Dovete quindi nel vostro, simpatico, piccolo palazzo, avere una stanza dove arriva la media tensione e avere un trasformatore (che costa come una fiat punto) e la stanza (il costo di un box). Vi costera' anche fra norme e menate assai. Se volete faccio i conti ma fra superficie, norme e hardware parliamo di migliaia di euri a pioggia come noccioline in un bar.
Giusto per capirci: il solo interruttore generale in uscita per staccare la cabina pesa 20Kg e costa di listino 6000E. Salvo di portare la MT nel box e relativi caos legislativi e tecnici.

Chi paga del palazzo queste decine di migliaia di euro? Lo dividete fra condomini, certo, ma parliamo di MOLTI soldi. Chi nel palazzo ha un'auto a benzina vorra' partecipare a questa enorme spesa?

Ma non e' finita, perche' non siete l'unico palazzo in zona.

Ti sembra di essere intelligente perché immagini questo: siccome la notte l'energia elettrica viene utilizzata meno di sera tu puoi utilizzare la rete per attingere facilmente energia.

Questo è vero solamente se sei l'unico ad avere un auto elettrica. Perché si, i contatori in genere sono 3 kW,  ci sono molti negozi e aziende e tu sfrutti il margine.
Ma esiste sempre un fattore di contemporaneità per il quale il progetto globale della zona, del tuo quartiere, non è certo dimensionato perché tutti contemporaneamente bevano quest'energia come cammelli dopo la traversata.
Altrimenti bisognerebbe portare non dei cavi ma delle sbarre oscenamente grandi.
Ora proviamo a immaginare che per quella zona che ci siano un paio di palazzi come il vostro. Se nel palazzo di fronte a venisse la stessa tragica situazione ci ritroveremo ad avere consumi tali da mettere in crisi l'intera via. Cosa succederebbe se i palazzi con le elettriche fossero non 2 su 100 ma molti di piu'?

Dovremo portare l'alta tensione nel cuore delle nostre citta': cosa non solo poco semplice ma anche maledettamente costosa. In pratica ad ogni quartiere dovranno esserci cabine con trasformatori enormi dal costo proporzionato (ricordiamo che il rame COSTA?). 400KV e fulmini da B movie per tutti.

Come si vede l'intera infrastruttura non è pronta neanche per avere il 2% delle auto elettriche.

Se questa cosa non bastasse, come abbiamo già fatto notare più volte, non esiste in Italia una produzione energetica sufficiente per caricare tutte queste auto elettriche visto che l'energia che finirebbe alle automobili e', grosso modo, poco meno dell'energia che viene immessa sulla rete e usata. Vedi i calcoli fatti in altri post. Tenuto conto che importiamo gia' il 15% dell'energia non e' una cosa furba.

Per 4 condizionatori in croce del grande caldo del 2007 l'Italia ando' giu' e in alcune province si rimase al buio per quasi una settimana. Ma i condizionatori per locali privati consumano 1KW e sono ad intermittenza. Qui si tratta di carichi di svariate ore di 20KW.

Qualcuno, giustamente, potrebbe farmi notare che non tutti si sparano 400Km tutti i giorni. Vero, ma la rete, in questo caso, deve dimensionarsi per il picco previsto per motivi importanti.


Se dopo una bella giornata domenicale i milanesi tornano alle loro magioni dopo un giro fuoriporta, o addirittura il WE, quando arriva il lunedi mattina, FORSE, vorranno andare a lavorare. Non parliamo poi dei PONTI.
A casa mia vuol dire una richiesta mostruosa.
Oppure i famosi giorni del rientro dalle localita' turistiche: Quei luoghi dovranno avere una possente capacita' distributiva sufficiente per evitare che il milanese in vacanza a Ortisei non possa tornare a casa.
Non sembra ma ci sono luoghi dove ci sono 1000 abitanti e 10.000 turisti.

Prendiamo uno sfigato luogo per pensionati del nord'italia che vanno a soleggiare: lido di Camaiore.

Sono decine di migliaia di auto da caricarsi: non hanno neppure lontanamente i parcheggi per le automobili dei turisti: infatti un parcheggino sulle striscie blu costa 15E (quindici). I costi delle colonnine sarebbero semplicemente fuoriscala. Quanto costerebbe una ricarica di molte ore in un luogo dove il 70% dell'anno e' un deserto?
Ci rendiamo conto dell'infrastruttura necessaria per farlo e da pagarsi per un intenso uso il 30% dell'anno?
-Mi ricarica la tesla?
-certo caro “comenda”, sono 600E!
- voglio una bentley con un V12: costa meno!
Sai, non basta un'autobotte in prestito e una pompa per 5 minuti. Serve un'infrastruttura montata sul territorio. 

Salvo voler caricare con un fetido generatore a gasolio warstila o  MAN messo in un container per la bisogna... Ma, allora, che cavolo la prendi a fare l'elettrica?




Una cosa e' pensare che un'auto sia la stessa cosa di un ipad.
Finche' non saranno diffuse, potrebbe non sembrare un problema perche' “IL” riccone o "LO" strano che si compra la tesla e la carica quando capita nella sua villettina con un 6KW in 30 ore pone un problema ridicolo.
E' uno, ha un'altra auto e non pesa sulla zona.

Vedendo quello che capita nella mia citta' vediamo quello che tutti i giorni carica la sua twizy nella colonnina del comune, perche' con 150K abitanti sono in 3 con l'elettrico e allora lui la carica li, un'altro all'ikea, e l'altro al mercatone del salume dietro casa.

Ma cosa succederebbe se cominciassero ad essere TANTI, magari anche solo la minuta cifra di 1000 auto sulla mia citta'? Doverebbero esserci piu' posti di ricarica.
Il verdosky vede la colonnina al parcheggio ma dietro la esile colonnina esiste la roBBa tozza.

Allora il comune anziche' tirare in cavetto del put per farsi greenwash montando in tutto il centro UNA colonnina  con cartello "noi siamo verdi" deve fare un parcheggino con 20 posti elettrici su 200 (quelli davanti al comune). Giusto per un piccolo inizio neppure per fare sul serio. Per evitare che siano occupati per almeno 10 ore per volta diciamo che pompa 90KW come quello ufficiale della tesla. Vi ho gia' detto che il parcheggio comunale dalle mie parti viene chiamato “la gioielleria” per il costo orario?
Stiamo parlando di 2MW per un piccolo parcheggino di merda. Solo il trasformatore pesa 6 tonnellate e perde 7.000E di energia all'anno (coi potenti prezzi ita). Il prezzo? Non volete saperlo.
Parliamo dei permessi, della enorme cabina (un trasfo di 2 *2*1 metri da ventilarsi e da avere tutte le connessioni), dell'enorme interruttore e dei cavi mega.

Anche l'ikea, se le auto elettriche fossero solo il 5% a pisa (pisa perche so quanti posti auto sono) dovrebbe avere, per continuare a spacciarsi green, 115 colonnine. Non sembra, ma sono 10MW. Stiamo parlando di quantita' di energia ormai da alta tensione e da elettrodotto serio.

E non vi venga in mente di farlo con il solare sul tetto di ikea: un affare inutile che nei giorni buoni (luglio senza pioggia) e' in grado di raggiungere queste potenze e' circa 1,5 Km^2. In pratica mezzo comune di Torino. Infatti gli inutili 2700 pannelli che sono installati sui tetti ikea Pisa sono targati 696KWp ma siccome sono messi mal orientati parliamo di forse 500KWp. Capite da soli che 0,5MW prodotti quando capita e prevalentemente durante le vacanze dei pisani sono molto diversi da 10MW quando ne avete bisogno durante gli acquisti dicembrini e vorreste tornare a casa dai vostri famigliari: l'impianto della Martifer Solar Italia forse in un giorno a mezzodi' carica UNA tesla per volta non 115, gli altri 350 visitatori elettrici vanno a casa a piedi con il divano kruchjarden sulle spalle.

Forse capiamo perche' usiamo la benzina che portiamo con un camion da 4 soldi.

Ci sono poi altri 2 problemi di cui non si parla:

A questo punto i verdi che fanno finta di capire che TANTI soldi sono qualche soldarello, dicono che la rete verra' pagata dagli utenti mano mano crescera' l'uso. Peccato che i TANTI sono TANTI.

Il fatto che un camion che porta la benzina costa ma e' usato da TANTE auto “contemporaneamente”.
Una pompa di benzina e' usata solo per pochi minuti, secondi se e' un rabbocco.
Sono costi contenuti che vengono spalmati su TANTI automobilisti. Possono venir revocati o spostati altrove. La stessa autobotte puo' portare la benza sia a dicembre a milano come a febbraio a bormio o a palermo dopo qualche ora.

Un cavo che porta la corrente, il trasfo, la linea eccetera verranno usati da una manciata di macchine per volta, per ore in uso esclusivo. Non posso prendere un elettrodotto sotterrato e spostarlo in 2 ore da roma a milano.

Se questi costi verranno fatti pagare ai possessori dell'elettrico come e' giusto (ovvero non ci sara' l'ennesima pioggia di miliardi dallo stato saccheggiando i lavoratori) potrebbe essere che il prezzo del “pieno” potrebbe essere 10 volte il costo dell'energia: dopotutto il “parcheggio” in centro con caricabatterie costa fra superficie e infrastruttura similmente al costo dei veicoli che puo' servire.



E' ipotizzabile al crescere della popolazione elettrica lo stato, per una giusta equita', richieda quelle cifre fiscali anche per l'elettrico. In un'auto a benzina, per un percorso di 20.000Km annui, lo stato chiede circa 2000E. Secondo voi, lo stato, rinuncera' a quell'enorme flusso di cassa o lo convertira' anche per i possessori delle tesla&c?

Giusto per capirci: i super charger tesla ufficiali erogano a 0,25 EUR/kWh.
Per riempire una tesla S sono 30E, sempre che non si paghi l'energia ma solo la ricarica dove altrimenti sarebbero circa 40E.
Cominciano a non essere piu' “pochi spiccioli per fare il giro del mondo” visto che con 40E facciamo 4/500Km. Un'auto a metano non e' lontana, anzi, in alcuni paesi costa gia' meno. Persino una a benzina durante l'inverno non e' cosi' distante.

Cosa succederebbe se cominciasse a costare di piu' perche' la risorsa “colonnina” costa ed e' ambita? Esattamente come i parcheggi: la ricarica costerebbe molto di piu' dove ne hai piu' bisogno. Anzi con il costo del parcheggio in zone calde, ricordiamo che non possiamo caricarla in 10secondi, costerebbe un 30% in piu'.
Se aggiungiamo le tasse della benzina, in italia il 70% circa (vedi post con le cifre che non voglio neppure cercare), ecco che il pieno elettrico da 120E non e' piu' tanto conveniente.

Alla fine, salvo un equivalente aumento di tasse ai lavoratori (che e' comunque uguale), il nostro pieno elettrico per fare 4-500Km costerebbe mediamente quasi 200E sommando tasse, energia, infrastruttura e area di parcheggio.
Non e' economico.
Una viper V10 costa meno.
Anzi l'esagerato motore da 640CV della vipera, mi dicono che fa i 10Km/l, con 200E di strada ne fai e non e' neppure molto inquinante.... convertirla a metano non inquina piu' di una tesla e costa una botta meno.

Se parliamo dell'ambiente facciamo 2 conti: non solo un'auto a metano inquina meno ma oltretutto inquina MOLTO meno NON cambiare l'auto.

Il litio non e' bello da estrarre come dice la foto.
 


Siamo ancora sicuri che le auto elettriche costino meno o cominciamo a sospettare che sono economiche ed ecologiche fintanto che saranno il 2-3% e non pagheranno le tasse?