lunedì, ottobre 23, 2017

cameron e' stupido: basta un cello



La mentecatta, con fare degno di aver indosso zegna, invece porta ciabatte infradito in plastica, mostrava a tutti il pene, ops, il telefono con fare dimostrativo: gambe larghe, bacino in avanti mani unite sul fallo che muoveva nelle 4 direzioni con andamento ripetitivo a stantuffo. Sempre con la stessa posa, mantenendo lo stantuffare,  faceva 10 passi a papera e ricominciava.

Gia' essere in una risaia indonesiana con le infradito la racconta bene: la natura non e' quella delle riviste patinate ma sono topi, scarafaggi e SERPENTELLI.

Lei, il suo svolazzante pareo malstampato e la dimostrazione della sua potenza sessualtelefonica transitarono paio di volte davanti alle mie inquadrature soffermadosi bene per mostrar bene le dimensioni con andamento a stantuffo.

Sembra che dica “ci ho un telefono”. Chissenefrega stronza, mettilo in tasca e vattene stronza!

Lei insiste per 15 minuti mostrando a tutti i suoi compagni di avventura pulmistica e a tutti i passanti la sua dimensione telefonica svolazzzando avanti e indietro con il suo ridicolo pareo e il plich plach delle sue ciabattine ad uso piscina.
Il modo di presa del vibratore, scusate, del telefono, e' decisamente porno visto che passa, sempre tenendolo nelle mani intrecciate, dal pube al cielo, dal pube al cielo.

Siamo su di una strada pedonale ad anello di 6Km che si srotola in fantastici luoghi.
Dopo 300m sclera e urla schifata del genere umano “ma ci sono troooppe persone tutte davanti a me non riesco a fare il bellissimo videoooo” e se ne torna, con tutta la sua truppaglia sul bus: destinazione supermarket.

Per fortuna si leva dai coglioni e ci lasciano 5Km senza la loro presenza fallica.
Tutte le prove raccolte ci dicono che se pensi di fare un  video con il cellulare sei un idiota.
Aggravanti:
Se lo fai davvero debbono toglierti la patria potesta' perche' certificabile
Se lo fai in verticale sei da neuro
Se lo fai in quella maniera hai anche disturbi della sessualita'




lunedì, ottobre 16, 2017

referendum lombardia



In questi giorni si sta dibattendo molto sul fatto che la Lombardia stia facendo, insieme al Veneto, un referendum che costoso e assolutamente inutile.

Di fatto non lo capiscono neppure i lombardi e soprattutto molte forze politiche stanno facendo pubblicare sui giornali che questo referendum è una sonora scorengia.

In realtà è una cosa vera e falsa allo stesso tempo ma per capirla bisogna risalire indietro a cosa si intende con la questione lombarda.

Al di là di alcuni proclami intesi a classificare come un popolo unito la Lombardia o peggio la Padania la natura orografica del territorio lombardo così esageratamente scomposto fa si che ci siano delle popolazioni che sono rimaste isolate fino a pochi anni fa e questo ha consentito addirittura dei dialetti assolutamente diversi come si può apprezzare facendo parlando per insieme un bergamasco e un milanese.

Delle popolazione così diverse come fanno ad essere così profondamente unite su qualcosa?
Bisogna fare un passo indietro.
Vi ricordate che esiste un partito che si chiamava lega lombarda?
In realtà, al di là di qualche pazzo estremista, è stata fondata da molte persone che erano tutto tranne ignoranti o di basso reddito. Queste persone hanno portato in evidenza un malessere trasversale di tutti i lombardi ma anche del Nord Italia in genere.

Vediamo un po' di capire di cosa si tratta di vedere che, forse forse, tutti i torti non li hanno.

Voglio sgombrare il campo da qualsiasi fraintendimento: Io sono perfettamente d'accordo nel aiutare le persone in difficoltà e quelle che vivono in regioni molto meno ricche.

Il principio della solidarietà non è in discussione.

Non è neppure in discussione il fatto che bisogna contribuire allo stato proporzionalmente al proprio censo.

Il problema nasce quando si passa dall'aiutare al regalare danaro per permettere una vita agiata a chi non desidera neppure mettersi a lavorare.

Le cronache quasi secolari raccontano spesso e volentieri di valanghe di denaro che finiscono in aree che ormai potrebbero essere delle piccole svizzere.
Poi si va a vedere il territorio e si scopre che sono conciate in maniera indecorosa.
Cosa può essere successo?
Banalmente i soldi che venivano accantonati per migliorare la vita erano stati utilizzati come banale stipendio.
Vi ricorda la grecia?

Prendiamo una delle cose più assurde che ci sono in italia: i forestali siciliani.
Questi amici del mattino sono la bellezza di 22.000, molto più di quelli del Canada, e rappresentano la maggior parte di quelli esistenti in Italia. 28.000 comprese le guardie forestali.
Costoro hanno dimostrato di non essere in grado di gestire correttamente il loro lavoro, viene sospetto che al lavoro ci vadano neanche.

La settimana scorsa, in odore di elezioni, il presidente della regione Sicilia ha dichiarato che anziché licenziare 20.000 forestali come dovrebbe, portandoli quindi ad un livello congruo, li manteneva tutti e proponeva loro un aumento di 80 euro a testa.
Se fossero soldi della regione Sicilia non ci sarebbero problemi cosi' grossi.  Sarebbero solo cassi dei siciliani che farebbero rivoltare il popolo contro Crocetta.
I problemi nascono quando questi soldi li paga qualcun altro. 
In particolare i 1200 euro al mese li paga lo Stato per sei mesi grazie all'Inps, poi dopo non lamentiamoci contro la Fornero o Dini ma contro Crocetta, e per metà li paga, con soldi che arrivano da altre regioni, la regione Sicilia. 
Con i contributi e le tasse sono grosso modo 6-700.000 euro, quasi un miliardino. 
Questi soldi sono destinati ancora aumentare con il fatto che manderanno in prepensionamento 5000 di queste persone entro il 2020.
Il problema che di queste situazioni, valanghe di soldi regalati anziché utilizzati per migliorare la scuola, le infrastrutture, gli ospedali e quant'altro si potrebbe definire un mondo civile, ne esistono a migliaia.
In pratica si tratta di soldi presi e buttati come stipendi inutili. 
Dopotutto, come abbiamo già visto per il reddito di cittadinanza, ad una persona a cui vengono dati dei soldi per passare la giornata a giocare a ruzzle ovviamente manca l'interesse per fare qualcosa di più.

Capiamo sicuramente che ad una persona che magari lavora sbattendosi a mille e i suoi soldi siano utilizzati per pagare sollazzo di qualcun altro fa incazzare a manetta. 
Indipendentemente che si chiami locascio e lavori fonderia alla Falck sia che si chiami Brambilla e lavori come manager alla bayer uno si incazza. 
Quando poi a queste persone verrà detto che non avranno pensione mentre al forestale siciliano ha avuto un bel prepensionamento con una pensione superiore alla loro, se non partono con un lanciafiamme e' solo perché a 75 anni staranno ancora lavorando e non avranno la forza di abbracciarlo.

Così dopo grande casino per dare un contentino agli incazzosi finalmente nel 2001 viene fatto una legge che è decisamente poca cosa ma è meglio, come diceva cattivik, di un calcio nei denti.

La legge sostanzialmente dichiara che alcune funzionalità dello stato, in realtà poca cosa, possano essere gestiti direttamente dalla regione che a quel punto potrebbe trattenere la quota necessaria alla gestione. 
Se una regione riuscisse a gestire il bene pubblico in maniera più efficiente dello stato centrale se ne otterrebbe anche un risparmio che potrebbe essere riutilizzato sul territorio.
Come si vede è decisamente un contentino perché a fronte del fatto di non far fuoriuscire dei soldi è necessario essere in grado di gestire la questione in maniera efficiente. Per lo stano non e'  una perdita piu' di quel tanto, per la regione e' una scommessa che se vinta e' una boccatina di ossigeno.

Per attivare la legge dovrebbe bastare che la regione richieda l'attivazione della stessa.
Questo è il motivo per cui molti, soprattutto dalla parte sinistra dello schieramento, definiscono inutile il referendum che di fatto parla del nulla.

Ma nella realtà la richiesta di attivazione di questa legge (articolo 116 della Costituzione, dopo la riforma del 2001, comma 3) e' stata richiesta diverse volte da molte regioni e con modalità diverse. 

Il risultato dello Stato centrale è stato sempre quello di alzare le spallucce.

Sostanzialmente lo stato se ne sta fregando della legge che lui stesso considera fondante.
Il referendum quindi di per sé non serve un caspita.

Si vorrebbe solo come leva per far notare allo stato che i cittadini forse si sono accorti di essere stati presi in giro.

In pratica il presidente della regione con un buon risultato referendario in tasca potrebbe sicuramente avere un po' di potere contrattuale diverso quando dovesse richiedere per l'ennesima volta l'applicazione di una legge ormai vecchia.

Ci sarebbe anche da chiedersi se in tal caso lo Stato si rifiutasse per l'ennesima volta di applicare qualcosa che lui stesso ha promulgato. Forse tal caso converrebbe davvero che il presidente della regione andasse trattare con l'Europa per un'annessione forzata e diretta della Lombardia in Europa come Stato sovrano. Dopo mezzi secoli in cui i soldi sono affluiti in una direzione solamente, quasi strappati, è normale che i lombardi sia di nascita che di lavoro ne abbiano i cosiddetti pieni.


Sostanzialmente i 50.000.000 di euro che verranno utilizzati per il referendum tutto sommato non sono, da un punto di vista aziendale, un costo particolarmente elevato se questo farà sì di ottenere un risparmio nei prossimi anni decisamente superiore.
 Stiamo parlando di cifre apocalittiche che vengono drenate principalmente da poche regioni che quando devono fare qualsiasi lavoro non hanno i soldi per riuscire a creare le infrastrutture necessarie fino a sconfinare in quello che è diventato un sistema ridicolo come la pedemontana (per i non lombardi è una strada importante che si doveva costruire già negli anni 60 ma la realizzazione è tuttora incompleta ed è sfociata in una vicenda che ha del ridicolo)



Perché sembra questo testo ad alcuni sia un po' eccessivo andiamo a fare un po' di numeri. 
E vedremo che questo eccesso non è propriamente divertente,  mostra in maniera chiara e inequivocabile che esiste una disparità regionale che è fuori di ogni controllo
Perché ricordiamoci che una regione che produce tanto ha anche bisogno di tante infrastruttura che ovviamente hanno un costo elevato.

Continuare a drenare in maniera univoca porta con sé l'impossibilità, anche per chi è in grado di correre, di raggiungere velocità che è in grado di fare. Anzi potrebbe essere che riducendo percentualmente la quota di esborso dei lombardi nell'arco di qualche decina di anni le cifre possano tornare agli stessi livelli poiché si incrementerebbe la ricchezza complessiva. Poi ovviamente ci sarebbero altre richieste.

Ciò non toglie che in qualsiasi caso è necessario fare un profondo lavoro di revisione perché non è possibile assolutamente che ci sia un dislivello così elevato all'interno di una sola nazione. 
Se continua ad esserci questa enorme differenza vuol dire che il metodo adottato fino ad ora, cacciare al sud tonnellate di soldi, presenta qualche errore di funzionamento. 
È arrivato il momento di cambiare marcia se non vogliamo fallire tutti, lombardi compresi.

Vediamo un po' di cifre.


La Sicilia, ad esempio, Riceve 8,9 miliardi di euro, che si traduce in un dato procapite pari a 1.782 euro, bambini ultracentenari e disabili compresi.
In pratica non solo non contribuisce allo stato italiano, alla fiscalità e quindi quando si fanno delle opere da parte dello Stato o lo stato spende i soldi la regione non sta contribuendo. 
Ma anche che di fatto gli stipendi in Sicilia li paghiamo noi tutti. 
Qualunque lavoro fai Sicilia lo stipendio è pagato dallo Stato italiano. Quando mi vengono a dire che in sicilia lavorano oppure fanno turismo, come del resto nelle regioni che andremo vedere, a me viene un pochino da ridere.


La Calabria, riceve 4,7 miliardi di euro (2.408 euro procapite).
Già mi devono spiegare come fanno con il 22% dei lavoratori che sono pubblici a stare in piedi. Stiamo rasentando un quarto.
A casa mia un lavoratore pubblico non è quello che lavora in hotel.
La Calabria è la regione del Vecchio Continente che nel 2016 ha fatto registrare il maggior tasso di disoccupazione giovanile, con il 58,7% di giovani senza lavoro.
Eggia' basta spendere per gli stipendi, non fare scuole serie e lasciare le varie associazioni di criminali che taglieggino.
Così, anche se noi paghiamo quasi 7000 euro per ogni lavoratore esistente in Calabria, questi anziché vivere nell'oro grazie a questa enorme massa di soldi fanno la fame perché non riescono neppure ad usarli. Evidentemente essere ignoranti non paga. Paga pantalone.

in Sardegna ricevono 4,2 miliardi (2.566 euro ogni residente). Adesso chiaramente capite perché possono permettersi di fare una centrale elettrica che produce 66.000euro di energia ma ne costa 12.000.000. E possono anche dire che vogliono fare una incremento dimensionale portarla un costo di quasi 60.000.000 di euro. Tanto non li pagano loro. Se invece fossero furbi investirebbero sull'istruzione e forse eviteremmo di doverli pagare.

in Campania beccano 4,1 miliardi (714 euro per ciascun abitante): è un altro bel grasso d'arrosto.

Puglia a 3,4 miliardi di euro ( 861 euro cranio). La Puglia è un altro posto dove ti fanno incazzare perché quando ti dicono che non vogliono far passare un maledetto tubo perché loro lavorano e fanno tanto turismo mi devono spiegare come cacchio fanno a spendere tutti questi soldi ma non riescono assolutamente a guadagnarne. Poi si incazzano con  Briatore i furbetti.

Le Marche di 2,5 e l’Umbria di 1,1 miliardi. In pratica non contribuiscono in maniera sostanziale allo stato italiano, di fatto sono regioni che non contribuiscono allo sviluppo dell'Italia.
La Liguria dà al resto del Paese 1 miliardo di euro, pari a 701 euro per ogni cittadino

La Toscana caccia di 8,3 miliardi di euro, come si dice fra quelli di una certa parte politica, quello che è tuo è mio e quello che e' mio rimane il mio.

Ma adesso cominciamo a ridere.

L’Emilia Romagna, viene munta di 17,8 miliardi di euro, devolve ben 4.076 euro per ciascun abitante. Neonati compresi. Evidentemente da quelle parti sono molto generosi perché vuol dire grosso modo che ogni lavoratore ha un prelievo di quasi il doppio di quella cifra. La prossima volta quando sentiamo parlare qualcuno che dice che in Romagna sono scostanti potremmo anche capirne il perché.

Il Veneto, invece, 18,2 miliardi di euro che si traduce in 3.733 euro conferiti da ciascun residente. Bevono per dimenticare e poi costruiscono i carri non armati.

In Piemonte, che nel rapporto dare/avere elargisce agli altri territori 10,5 miliardi di euro, il residuo fiscale medio per abitante è di 2.418 euro

La Lombardia viene munta di 53,9 miliardi di euro, che in valore procapite è pari a 5.511 euro. Questo vuol dire che ogni cittadino lombardo (neonati e ultracentenari compresi) dà in solidarietà al resto del Paese oltre 5.500 euro all’anno. 
Visto che il reddito viene prodotto dai lavoratori parliamo di 19.000 euro annui sottratti al lavoratore. Provate a dirlo ad un Operaio che in un'area costosa come quella di Milano dove gli affitti possono arrivare a prosciugare l'intero stipendio. Un povero Cristo che con i suoi 1300 euro netti fa fatica a sopravvivere.
Provate a dirgli che direttamente o indirettamente sono disponibili altri 20.000 euro all'anno, 1600 euro al mese. 
Ma questi verranno versati al camminatore del Comune del sud, al forestale siciliano e per fare la grande opera di nessuna utilità in Sardegna.
Provate a dirlo al disoccupato che ha già girato come una trottola alla ricerca del posto di lavoro e sta pensando di emigrare all'estero.
Per me si incazzano come una mina.

È pur vero che questi soldi debbano essere spesi in gran parte per aiutare il sud, pero' senza fornirne reddito diretto come avviene ora.
Ma da qui a dover poi piangere perché
non esiste una metropolitana seria in quel di Milano,
Al fatto che non si costruisce piu' un tubo perché mancano i soldi,
Al fatto che se vai alla Camera di Commercio dove ti chiedono 4000 euro per una stampa di 100 pagine
Se chiedi una merda di TAC aspetti 8 mesi
Se chiedi una visita oculistica 12 mesi
Se vuoi un asilo sono cassi tuoi
Se vuoi aumentare la tua aziendina la terna NON te lo permette perche' il cavo costa. Manco sei libero di assumere!

Ci arrivate che ad uno che si fa un Rame cosi' tutto il giorno e trova muri di gomma, difficolta', leggine ad hoc, mancanza di servizi e tasse che ti uccidono fa girare a elica molte cose.

Dopo tutto questo capisci che il referendum non è inutile. 
È come un modo di chiedere che l'ossigeno che  era stato promesso per evitare di morire, quel poco ossigeno, lo si desidera.
È un cucchiaino di aria che si vorrebbe avere qui In maniera che risparmiando parte serva a migliorare le cose, non morire. 
Ma ricordiamoci che comunque non basta.
La città di Milano, come molte del Nord, ha bisogno necessariamente di infrastrutture molto più avanzate di quelle che possiede perché rispetto alla concorrenza europea è un miracolo incredibile che riesca ottenere quello che ottiene. 
Purtroppo la competitività fa si che ci si sta allontanando troppo e questo può mettere in discussione la possibilità che continui a guadagnare.
Anzi i profondi aumenti delle tasse sottolineano che i soldi non bastano. Perche' chi guadagna lo fa meno di prima e sta morendo.
È necessario assolutamente che la macchina dello Stato italiano distribuisca molto meglio le risorse e soprattutto smetta di dare redditi di cittadinanza spacciati per stipendi perché questi sono stati un male per molte zone.

Un caro amico mi ha fatto notare che se io dovessi, avendone il potere, licenziare quei 22.000 guarda alberi, vista la quantità immagino seduti su una sedia guardare il pino crescere, le loro famiglie "poverine". 
Mi dispiace ma non mi frega niente come a questi ultimi non è fregato niente di centinaia di migliaia di lavoratori che sono stati licenziati per mancanza di competitività in Italia causati da quei 22.000. Vadano a fare un'altro lavoro.

Aumentando la competitività attraverso infrastrutture meno costose e servizi migliorati è possibile fare scendere tantissimo costi aziendali i quali generano posti di lavoro. 
Una scuola seria soverchiando completamente il concetto di liceo che prepari veramente le persone al mondo nuovo che e' ormai arrivato e' l'unica cosa percorribile. 
È necessario impostare un discorso di formazione continua per persone che spieghi loro in un mondo così avanzato quali cose possano fare.
Delle famiglie di coloro i quali vogliono vivere espressamente sulle spalle degli altri sinceramente non me ne frega un casso. 
Se vogliono imparare cose nuove possono farlo in entrare nel mondo del lavoro, se non interessa studiare, impegnarsi possono andate a fare in Rame.

Io mi preoccupo di tutte quelle famiglie che sono state disintegrate per poter dare un reddito ai menefreghisti che sono state persone che si sono impegnate e che sono finite sul lastrico con pianti e suicidi.
Bisogna assolutamente cambiare.

Questo per me e' il voto regionale del 22 ottobre 2017. 
Si tratta di un’operazione squisitamente politica, un messaggio: ci siamo rotti le scatole di continuare a vivere nell'800 e non avere i soldi di innovare perche' regalati a chi, pur avendo speso 2 BILIONI (no, non e' un errore) di Euri con un solo canale omaggio, non ha realizzato NULLA e continua a bruciare 100 miliardi annui senza andare avanti.
La domanda e'

Siete ancora convinti che sia inutile?
Perche', se fosse inutile, e' necessario qualcosa di piu' grosso. Poi si arriva a casini come la catalogna.

PS
I dati sono del 2012 Purtroppo questo è l'ultimo anno in cui questi numeri sono stati resi disponibili in forma che sia possibile operare questo dettaglio. I dati più freschi disponibili che sono del 2014 non hanno la possibilità di fare questo confronto però è possibile interpolare un andamento sostanzialmente similare con un andamento leggermente più marcato dato dalla perdita di competivita' del sistema italiano.


lunedì, ottobre 09, 2017

in sardegna si drogano

Ho letto che c'è stata una conferenza tutta eccitata per un impiantito solare. 
Siccome uno dei nomi erano noto per essere ignorante sono andato subito vedere di cosa si trattava.


L'impianto solare in questione viene considerato ibrido semplicemente perché due impianti solari sono stati messi insieme: un classico fotovoltaico e, a mezzo kilometro di distanza, un impianto termico solare.

In tutto questo non mi sembra ci sia da strapparsi i capelli, ma vedremo che anche un'altra particolarità alquanto bizzarra. Non mi sembra che si possa in qualsiasi maniera definire come in conferenza sperimentale. 
Parliamoci chiaro, qua di sperimentale non vi è nulla. 
La sperimentazione si fa in campi in cui non si conosce risultato per poter, appunto, sperimentale ciò che non si conosce correttamente.
Andiamo conoscere l'impianto.

Il bidone ha una potenza elettrica complessiva di 1 MW di targa



La sezione da 400 kWp sfrutta il principio della conversione fotovoltaica, tramite celle multi-giunzione ad alta efficienza abbinate a lenti Fresnel. 
Quale sia il rendimento non e' dato sapere

Bisogna anche ricordare una cosa ben precisa: non solo un sistema del genere necessita un puntamento molto preciso ma le lenti tagliate incrementano la precisione necessaria. 
Ogni pannello avrà quindi un inseguitore motorizzato che deve essere di grandissima precisione e ogni pannello deve essere tarato singolarmente. 
Negli anni ogni staratura deve essere compensata singolarmente. 
Questo il motivo per cui di pannelli a concentrazione fatti in piano non ce ne sono molti. A ulteriore nocumento bisogna ricordare che il panino complessivo fatto dal pannello solare, lo spazio necessario la focalizzazione, la lente e il vetro che va a proteggere la lente stessa che altrimenti diverrebbe immediato ricettacolo di polvere per via delle scanalature diviene con un peso e una coppia risultante abbastanza importante. 
In pratica una vela che deve essere mantenuta in posizione con scarti decimali.


Questa sezione dell’impianto ibrido è dotata di una batteria con autonomia di un’ora.
Anche in questo caso nonostante ci siano almeno 12.000 risultati sul nostro motore di ricerca nessuno dice con quale tecnologia quale rendimento
Andando per logica, stiamo parlando di un impianto statico in cui il peso non c'interessa minimamente, parleremo probabilmente di un impianto fatto con delle batterie al piombo e relativa elettronica in ingresso e di uscita.
Può sembrare banale ma una volta che le batterie hanno sopperito alla nuvola di passaggio può durare anche più di un paio di minuti vanno ricaricate e questo comunque necessita di grandi quantità di energia provenienti dall'impianto stesso.

Non bisogna dimenticare che l'insieme del caricabatterie, batteria, survoltore di uscita porta con sé un abbassamento del rendimento che può arrivare a sfiorare il 50%.
Inoltre le nuvole sono un fenomeno piuttosto diffuso e un parco batterie dopo 300 cicli è da buttare. Tenuto conto che in tutte le stagioni abbiamo delle nuvole di passaggio possiamo tranquillamente affermare che quel parco batterie se riesce da raggiungere l'anno e' gran festa.

La manutenzione della parte fotovoltaica e relativo sistema di accumulo prenderà questa parte dell'impianto assolutamente sconveniente dal punto di vista economico poiché ogni anno richiederà ingenti quantità di danaro per la manutenzione in particolare dal secondo anno.
Anche su questi costi di gestione e' silenzio assoluto 





La sezione da 600 kWp invece, è costituita da un campo di concentratori solari lineari che focalizzano la radiazione solare su un tubo ricevitore posizionato a qualche metro sopra il loro piano.

Nel tubo ricevitore, prodotto dall’italiana Archimede Solar Energy, scorre un olio.

In pratica stiamo vedendo la versione arcaica di molte centrali che esistono in giro per il pianeta, ad oggi dovrebbero essere circa 200, il primo impianto fatto esattamente così con le stesse componenti è targato 2001 è è stato realizzato in Sicilia. Di tali impianti ne abbiamo parlato gia' a lungo.

Il fluido che viene riscaldato e accumulato in un sistema con un serbatoio, che permette un’autonomia della sezione 5 ore di produzione elettrica a pieno carico, anche in assenza di sole.

Sarebbe una bella idea per la nuvola di passaggio ma bisogna anche ricordare che come tutte le cose esiste un premio da pagare. 
Immaginando pure che la sezione delle turbine abbia meno potenza di quella prodotta dall'impianto solare, comunque sarà necessario attendere per entrare in produzione almeno cinque ore dopo il sorgere del sole. Bisogna infatti ricordare la banalità che quando il sole sorge la potenza dell'impianto non sarà certo su culmine. 
L'effetto benefico è il poter proseguire la produzione anche dopo il picco massimo.

In pratica succederà questo
Alla mattina l'impianto rimarrà sostanzialmente spento nonostante il sole già alto.
Durante la giornata avremo una produzione abbastanza lineare soprattutto dopo il mezzogiorno e nonostante qualche nuvoletta di passaggio.
Alla sera avremo il vantaggio di avere una coda di produzione che sarà in base al tipo di giornata fino a un massimo di 3/4 ore probabilmente ottenute solo durante l'estate.
In caso non ci siano le condizioni ottimali per entrare a regime l'accensione dell'impianto non avverrà proprio perché l'inerzia lo costringerà a stare fermo o funzionare a signiozzo senza accumulo. Probabilmente una parte delle giornate invernali potrebbero lasciar fermo il giocattolo.

Alla fine della fiera sono due impianti con due tipologie di accumulo per evitare saliscendi da otto volante tipici degli impianti solari. Rimane comunque una curva giornaliera e una curva stagionale.

Quanto producano questi impianti non è dato sapere. 

Nonostante 
i 20 comunicati stampa, 
i TG, 
 i 50 articoli di giornale locale 
e qualche articolo nazionale 
nessuno ha detto quanto ci si aspetta che produca questo abominio lungo 6 (SEI) km.
Possiamo andare solo naso ipotizzando che per via dell'inseguimento riusciamo guadagnare qualcosa di più di un impianto fisso ma che parte di questo guadagno ce lo fumiamo per i sistemi di accumulo che sono piuttosto pesanti. 
Visto che ci troviamo più o meno metà Italia possiamo ipotizzare una produzione di circa 1.5GWh avendo 1MWp.Poi vedremo che anche fosse molto di piu' non cambierebbe molto.

La vera questione è quanto costa questo oggetto: 12.000.000 di euro. Il progetto è stato realizzato dall’ENAS e finanziato dall’Assessorato dell’Industria (10 milioni di euro) e dall’Assessorato dei Lavori Pubblici (2 milioni di euro). 

WOW. sono tanti soldi.

Nel 2016 il costo medio MWh e' stato di 44E. Fonte GSE

In soldoni vuol dire che l'impianto produce circa 66.000E annui di energia elettrica.

Praticamente andiamo pagare il costo di una centrale a petrolio, il carburante necessario per un totale di 300 anni.

Dopo di che il nostro impianto andrebbe in pareggio.
Peccato che i tubi pieni di olio sono garantiti 25 anni e dubito fortemente che gli inseguitori, che sono meccanici, possano sopportare trecento anni in cui tutti i giorni vanno avanti indietro. Non parliamo poi delle batterie che saranno da sostituire una volta all'anno con un esborso non lontano dal costo dell'energia transitata.

In pratica possiamo tranquillamente affermare che una centrale fatta così del costo di 12.000.000 di euro è semplicemente da gelato in fronte.

Giusto per capire, razionalizzare, la potenza che è in grado di generare questa cosa nell'arco dell'anno vorrei mostrare un oggettino che ne produce il doppio.




Basterebbe connetterci un generatore dal costo di qualche 1000$ per generare anche durante i picchi.
Ora vediamo i politici invece cosa ne pensano di un oggetto che produce come un motore auto del 1969, e dal costo praticamente inesistente, quando vanno pagarlo 12.000.000 di euro

Cosa dicono i poLLitici?


Si tratta di un impianto sperimentale importante perché è un esempio di ciò che si può fare con lo sviluppo di smart grid all’interno delle aree industriali

Ora verrebbe dire che la questione con lo smart grid c'azzecca come i cavoli a merenda. Non abbiamo fatto nessuna griglia né tantomeno quest'ultima ha una qualche intelligenza governata da produzione e richiesta. Però il politico consumato sa che esistono delle parolacce da utilizzare a sproposito. Oppure e' un becero ignorante.


Il nostro obiettivo è rendere attrattive le zone a vocazione imprenditoriale come quella di Ottana, dove è nostro intento, e l’inaugurazione dell’impianto di oggi ne è una prova, creare infrastrutture per consentire una ripresa produttiva, a partire da settori quali l’agroalimentare e soprattutto quelli alternativi al vecchio modello industriale.

Non sappiamo quale sia il futuro, parliamo del passato, diciamo che gli imprenditori (ormai tutti morti dopo averli vessati) tutto sommato non erano cattivi perché con la loro scomparsa gli operai sono a spasso. In una parola sono una stupida e non so cosa sto dicendo.

Il messaggio che parte da Ottana è chiaro: dal Centro Sardegna si può ripartire con esempi di infrastrutture che puntano all’innovazione e alla ricerca.

Mi scusi signora, io sinceramente non riesco a capire cosa intenda con la parola ricerca.
Ricerca non consiste nell'acquistare oggetti più o meno sperimentati in maniera esaustiva per più di vent'anni, assemblarli alla benemeglio e ottenendo risultati bizzarri.
il messaggio e' chiaro: non capiamo un piffero.

È la strada che stiamo tracciando grazie al Piano Energetico regionale che sta cambiando il modello energetico della Sardegna, dall’energia per l’energia all’energia che serve, sia per le imprese che per i cittadini, con lo sguardo rivolto anche alla salvaguardia dell’ambiente e alla riduzione delle emissioni associate ai consumi.

Cara aluatta Maria Grazia Piras, io lo so che dentro di le si agita un grillino.
Mi dispiace con i proclami non si può fare nulla.
Questo impianto non crea energia per le imprese, crea energia dalle commesse.

Se il costo dell'impianto fosse giustamente introdotto in bolletta, e spero che non sia così che non ci sia il fatto che metà dell'impianto lo paghi il povero operaio attraverso il GSE, la corrente elettrica generata da questo bidone costa così tanto da mandare in fallimento chiunque lo utilizzi.

Cara scimmietta, provi ad immaginare se una famiglia possa spendere 20.000 euro di energia elettrica all'anno o un'azienda vedersi arrivare una bolletta elettrica superiore al fatturato annuo.
Non penso che questo oggetto possa servire ai cittadini ne tanto meno alle aziende ma neppure all'ambiente perché nulla è stato detto di quest'ultimo.
Lei signora, mi scusi non è possibile con le porcherie che le ha detto che possa essere tale, con il piano energetico regionale ha già detto un sacco di minchiate
Per cortesia, vada a casa dove, davanti alla sua telenovela preferita, non farà questi danni.
Sarebbe anche da chiedere come cavolo sia finita una tale persona a fare l'assessore all'industria se del mondo industriale lei, in tutta evidenza, non capisce nulla.

Appena un idiota ha chiuso la bocca un altro è così felice che vuole donare altri soldi:

Nell’ambito del raggiungimento dell’autosufficienza energetica, l’ENAS porterà avanti il completamento degli impianti a Ottana, un progetto suddiviso in quattro lotti per una spesa complessiva di 59 milioni di euro

Evidentemente l’assessore dei Lavori Pubblici, Edoardo Balzarini Si droga forte.
Poi dice:

Un programma di interventi che, tra l’altro, porterà rilevanti cadute economiche nel territorio compreso tra Ottana e Noragugume


Ma forse, leggendo anche altre stronzate raccontate dai vari idioti, fa sorgere il sospetto che siamo ancora nell'Italia degli anni 40.
Non è importante cosa costruiamo, alla fine stiamo costruendo un oggetto che non ha nessun senso come le famose autostrade in mezzo al nulla che non venivano neanche interconnesse alla rete viaria.
Lo scopo di tutto questo oggetto non è la produzione elettrica che, come abbiamo visto, è abbastanza scarsa.
Quello che ci interessa è spendere 59.000.000 di euro per far lavorare qualche centinaia di persone per qualche anno ottenendo così un riconoscimento nell'ambito locale come benefattore della comunità. “mii ci dato u lavvuru Eddo' “

Quella comunità in cui al massimo sono zappaterra senza una qualsivoglia specializzazione o cultura, in grado certamente di buttare il cemento necessario ad infilare quattro pali, sufficiente a costruire i locali caldaie, sufficienti ad assemblare una struttura di questo tipo che arriva da fuori con i direttori lavoro ma inadatti a entrare nel mondo del lavoro, quello vero.

Le cose serie come fare un'ottima scolarizzazione per poi avere un della gente in grado di fare, questa volta si, innovazione e sperimentazione con conseguente aumento degli stipendi e miglioramento del tessuto sociale non sono neanche prese in considerazione.

Interessa solo buttare nel cesso 59.000.000 di euro per far dimenticare che i politici locali sono delle grandi merde.

Fortuna che i 3milioni per il ciao smarmittato dei ducthi mi sembravano tanti.


domenica, ottobre 08, 2017

selfisti video



Videopirla

Purtroppo esiste youtube.
Chiariamoci, su YT ci sono tanti video fatti come si conviene, ma tolti i pirataggi, videoclip e le pubblicita' sul tubo il 90% del contenuto rimasto e' melma fetida. Grazie a quelli che pensano che un'immagine di merda sia arte.

Il problema grosso nasce quando tutti pensano di diventare dei social leader.
Ora, e' gia strano che “la sciattona” sia diventata INFLUENCER di scelte estetiche della Ggente (ha guidato una jag malvestita e con i sandali da mercato con le dita che andavano e venivano dai buchi, mancavano solo i calzini bianchi che sbordavano fuori ed era full). Ma non tutti diventano youtuber di successo.
Oltretutto siamo in ita, un paese ai margini dell'occidente con una lingua sconosciuta parlata da 4 gatti e relativamente poveri.
Capite che il sogno di diventare youtubrer/influencer di successo e' molto molto piccola.
Almeno se intendiamo “di successo” riuscire a fare le visite necessarie per, un domani, guadagnare come un operaio.

Ora immaginate di essere finiti in un luogo di quelli dove si scaricano i pullman a ripetizione. Un luogo che scopriremo pessimo ma dove basta fare 400m dallo stradone dove esiste l'assembramento e ci sono vere bellezze DESERTE. Un posto a 12.000Km di distanza dall'italia, per capirci.

Pero' voi riuscite a trovare qualcosa di bello comunque e vi mettete in un angolo accucciato rasoterra per fotografare... diciamo a pelle d'orso nel fango.

Ad un certo punto sentite un cretino che racconta urlando bestemmie (aka non ha capito un casso) sul luogo. Studia, bestia!
Il cretino   urlando in italiano al telefono  passa al particolare di come e' vestito.
Il cretino e' vestito da truzzo:
Scarpe da ginnastica basse e moscie
camicia con le canne da mal cucitura in materiale rivedibile 
e calzoncini da dopolavoro breda 1975 che oggi un extra non metterebbe mai.

La scimmia urla al telefono tenuto a braccio teso (nazista?) di quanto e' figo avere le sneakers di marca X e che si abbinano con il resto della fantastica tenuta. Io direi da operaio comprata forse con i soldi, 100E, vinti a scopa al circolo dell'acli.

Io immagino subito la classica inquadratura da movimento vomitarello e deformazione da salto spaziale e, visto che e' finito nell'iquadratura della mia foto cosi' pieno di se, lo derido.
Come tutti i pongidi parte con un “vieni qui se hai il coraggio”.

Veramente sei tu che hai il coraggio ad aver sfondato le palle a tutti urlando.
Sei tu che hai il coraggio a passare a mano tesa davanti a tutti e dando fastidio, alcuni hanno dovuto scansarsi dal piccolo sentiero per non prendere in faccia il tuo oggetto sessuale, ad almeno 8 nazionalita'.
Sei tu che hai il coraggio a pensare che le scarpe da ginnastica siano eleganti, anzi le tue sono roba da mercato.
Sei tu che hai il coraggio a pensare che un cellulare grandangolare sia ottimo a fare dei video oltretutto tenuto a braccio teso (ovviamente inquadrato anchesso)
Sei tu che hai il coraggio.

Noi non abbiano il coraggio, ci vergognamo persino per te e pensiamo che e' grazie a te che gli italiani sono considerati idioti.
Smettila dai di chiamare la mamma per far vederre quanto e' cool il suo nano vomimitino.
La mamma la puoi chiamare stasera in camera e se veramente vuoi farle vedere quanto sei cool non fare un quasivideo: stai a casina nel lettuccio.

lunedì, ottobre 02, 2017

comunicazioni ufficiali




Da qualche anno mi sono reso conto di abitare in un paese molto strano, una via di mezzo tra Matrix e la Turchia. 


Pensiamo di essere la Germania ma siamo un paese di merda

Mediamente in Italia non sappiamo neppure accendere una luce elettrica dal tasto e ci manca poco che qualcuno provi a farlo con un accendino.

Dovendo mandare una comunicazione ufficiale in italia esiste una sola possibilità: 
la raccomandata fatta da poste italiane. (Secondo i giudici tributari della cassazione, l’attestazione dell’Agente di Poste Italiane Spa, in quanto ufficiale postale affidatario del servizio universale per esigenze di ordine pubblico, fa piena fede e non può essere sostituita da quella di agenti postali del servizio privato)

Innanzitutto vi è da chiedersi perché una comunicazione del genere possa essere certificata solo ed unicamente da un'entità come poste italiane.
Aldilà del nome “poste italiane” ormai è tutto tranne una società SPA QUOTATA che opera in ambito postale visto che la maggior parte dei suoi guadagni sono dati da altre attività.

E' di fatto un soggetto privato. Se vogliamo dire che i postini sono pubblici ufficiali senza una macchia ne colpe... suvvia.

Per qualche motivo strano poste italiane viene considerata dall'italiano ottima come banca. Peccato però che il personale non è all'altezza di quello, già pessimo, delle banche italiane.
Poste italiane inoltre raccoglie gli investimenti degli italiani che si divertono così a giocare in borsa, magari indirettamente, grazie al poderoso aiuto di sportellisti che non hanno ancora capito che differenza c'è tra un'azione, un fondo e un effetto leva. Fanno un mese di corso o giu' di li.

Siccome tutto questo non basta poste italiane e' anche l'assicuratore sulla vita più grande d'Italia che però, se non ho letto male qualcosa, non è sicuro come un assicuratore.

Pensate che sia finita qui?
Ingenui.

Poste italiane e' anche un internet service provider che sui suoi poderosi server fa girare un programmino di posta elettronica che fa pagare a caro prezzo nonostante negli anni, poste italiane,  abbia dimostrato di avere più di qualche lacuna dal punto di vista della sicurezza informatica.


Ovvio che Poste italiane non è più in grado di fornire un servizio postale decente: non e' piu' il suo core buSCineSSS e siccome e' monopolista del servizio non importa di come lo fa: tanto devi andare da loro.

Mandare una lettera con questo servizio vuol dire avere una tempistica decisamente fuori dall'ordinario e per quanto riguarda i pacchi era arrivata a un punto talmente ridicolo che anziché riformare le migliaia di persone che lavorano in quell'ambito hanno deciso di comprare un corriere (SDA) e lasciare gli incapaci all'interno dell'azienda senza licenziarli.


Tutto questo fa un po' ridere perché una situazione del genere fa si che un utente di “poste italiane” abbia una sola certezza: un pessimo servizio.


Qualche giorno fa, come accennato, sono andato a fare una raccomandata.
Il tempo di attesa in piedi come un pirla è stato all'incirca di un'ora.Dal momento che e' lavoro al costo allo sportello si erano aggiunte 30E.
In tutto quel tempo il via vai agli sportelli era di vario tipo: dal pagamento postale fino alla gestione del conto corrente. Chissene del servizio postale di poste italiane.

Un ragazzo davanti a me ha mandato un paio di scarpe in meridione pagando la bellezza di 15 euro per una consegna all'interno della settimana. Potremmo chiamare la tariffa “quando arriva arriva mungi mungi”

La mia raccomandata è costata la bellezza di cinque euro e novanta, diciamo SEI per far prima.

Basta andare su un sito di qualunque corriere per scoprire che una consegna nelle 24 ore sotto i tre chili quanto costa tanto costa 6,5 euro circa (e 6,13 con SDA, non fa un po' ridere?) ma abbiamo la presa a casa nostra, un tracking costante continuo e una certezza di ricevimento che viene visualizzata in tempo reale o quasi

Qualunque pacco parta con i maggiori corrieri operanti in Italia, è di fatto una raccomandata con ricevuta di ritorno, visto che molti di loro memorizzano la firma del ricevente su di un pad.
In pratica è un'altra prassi assurda quella delle raccomandate e sarebbe il caso che il legislatore metta un freno a questa stupidata.

Certamente si potrebbe anche utilizzare la posta elettronica certificata ma in Italia è di fatto vietata: il governo per poter continuare a prendere le bustarelle prosegue nel proporre la PEC (Posta Epifanica non Certificabile) e oltretutto quest'ultima viene configurata spesso in maniera erronea, per via dei gestori incapaci come poste italiane, in maniera che accetta cestinandola qualunque tipo di posta non sia PEC (se rifiutasse e basta il mittente vedrebbe un rifiuto ma la PEC e' subdola anche in questo). In oltre PEC non garantisce l'avvenuta consegna e non ha un avviso di lettura. Potremmo chiamare la PEC "se arriva hai fortuna"

A conclusione di questo possiamo affermare senza tema che la legislazione attuale favorisce l'unico gestore di comunicazioni, dal punto di vista legale, esistente in Italia: la cara, costosa, scomoda, mal gestita, lenta e ottocentesca raccomandata con ricevuta di ritorno.

 Vi colpiranno Guai e Dei nello decidere di uscir dallo seminato antico

sabato, settembre 30, 2017

grafitari 3

Avendo vicino a casa dei centri sociali abbiamo la sventura di avere in giro dei deficienti che non sapendo cosa fare si divertono a danneggiare le case altrui pittando sulle facciate una serie di proclami che sembrano intelligenti solo a chi li ha inventati .

 Anche in questo caso troviamo un mono neurone che semplicemente continua a scrivere sui muri delle case, aumentandone così il costo dell'affitto lo per colpa dell'aumentata manutenzione, una famosa frase di alcuni gruppi che si spacciano a favore delle case a basso prezzo d'affitto.

La cosa divertente è che sono gli stessi gruppi che si sono battuti perché la tassa sulla casa la dovessero pagare solo coloro i quali erano in affitto e dovesse venire scontata a coloro i quali erano ricchi a sufficienza per poter avere una casa di proprietà.

Ma il  rimbambito che lorda il muro ha una memoria troppo breve per associare queste due verita'

La sua convinzione, maturata sentendo il proclama urlato nei comizi, e' che una casa in attesa di trovare un affittuario disposto a pagare la pesante IMU e lle feroci tassi sugli affitti debba venir regalata a lui gratis.
 
GRATIS, bellissima parola: dove trovo anche il pollo fritto e la birra?

lunedì, settembre 25, 2017

voto o grillino? gelato in fronte!






Ad agosto i Grillini avevano dato dimostrazione del fatto che il loro sistema assomigliava più ad un noto formaggio svizzero che ad un sistema informatico.


È interessante vedere come solo dopo un mesetto propongano di fare una votazione a livello nazionale.
Per sistemare un simile accrocchio avrebbero dovuto per prima cosa rifarlo da zero e come seconda cosa azzerare il database.

Nulla di tutto questo è stato fatto perché non ci sono stati lunghi tempi di manutenzione e il sito è comunque rimasto con le iscrizioni attive.

Vogliamo infatti ricordare che è necessario per un simile problema installare il sistema operativo (quello vero) da zero perché l'eventuale attaccante avrebbe potuto lasciare delle porte di servizio difficili da trovare. Un eventuale ricordino nascosto tra le pieghe del sistema da scovare e' più costoso, lungo e incerto rispetto ricostruire il sistema da zero.

Stessa cosa per gli account: il fatto che siano stati esportati completamente database vuol dire che se io sono in possesso delle password di quel determinato utente posso tranquillamente sostituirmi a lui.

Inoltre esiste il fatto che un sistema che era già un caos alla nascita sistemare i buchi casuali lasciati qui e la è tutt'altro che un lavoro ben fatto.

Era quindi necessario fermarsi, cancellare tutto e chiedere agli utenti di iscriversi nuovamente.

Ma i Grillini pensano di essere più intelligenti e vanno a urlare come solito alcuni proclami

Ieri è stata registrata un'alta affluenza in contemporanea di tantissimi iscritti fin dalle prime ore di apertura. Questo ha causato una virtuale coda ai seggi e molti non sono riusciti a votare nè entro le 19, nè entro le 23 di ieri.

Detto in soldoni senza proclami il sito è semplicemente andato giù per l'ennesima volta come del resto fa dal 2013.
Evidentemente il sito non è stato sistemato.
Altra cosa divertente da notare è che i sito e' andato giù per “tantissimi” iscritti.
Mi sembra di ricordare quando Franceschini diceva di aver avuto tantissime visualizzazioni del video che aveva fatto, centinaia, mentre parlava con il proprietario di YouTube.

Le tantissime votazioni che hanno mandato giù il sistema dei Grillini sono 37.000. 37.000 visitatori unici molti siti li fanno in minuti o in secondi.
Ma ovviamente dimentichiamo un secondo le multinazionali dalla grande possibilità economica. Ci sono siti WordPress ospitati su siti gratuiti che fanno tranquillamente tutti i giorni numeri di quel tipo.
La domanda sorge spontanea: se 37.000 persone fanno andare giù come un sasso un sistema che si spaccia per in grado di far votare qualche decina di milioni di aventi diritto, cosa succederebbe in quel caso? Ci mettiamo in coda e votiamo in un semestre? Agosto i cognomi con la A e la B?



La partecipazione registrata è stata non a caso tra le migliori di sempre ed è stata realizzata nonostante il doppio passaggio dell'sms sul cellulare, istituito e utilizzato per la prima volta per garantire la sicurezza totale del voto.

Qui ci sono argomentazioni alquanto bizzarra. Innanzitutto dire che una delle partecipazioni migliori di sempre è un po' tirata per le orecchie visto che ci sono siti, anche italiani, che macinano quelle cifre in ambito orario. 
Insomma tirarsela non è il caso.
Secondo luogo gli SMS non sono certo una grande novità visto che si usano dalla notte dei tempi ho provato a vederne poco dopo il 2000. Anzi qualche esperto di informatica può anche spiegarvi perché non è proprio il massimo ma è un palliativo. Viene in mente la schifezza SPID?
Poi abbiamo si gli SMS ma anche le password rubate mesi fa che permettono di cambiare a monte il numero con quello che volete, anche web.

Ringraziamo tutti gli iscritti che hanno partecipato e che hanno consentito un record mondiale: il primo candidato premier di una forza politica scelto e votato interamente in Rete.

Anche qui c'è da andare un attimino con i piedi di piombo. Non è tanto un record mondiale per quantità ma lo è per qualità. Nessuno è così idiota da permettere una votazione IMPORTANTE integralmente in rete.


Non è stato facile, anche considerati i vili attacchi hacker di quest'estate che ci hanno fatto sudare sette camicie in agosto per innalzare la sicurezza e l'affidabilità del Sistema Operativo.

Potremmo aprire un enorme parentesi che qui. 
Ma diciamo velocemente che non è stato un attacco particolare, né particolarmente vile. Se tu lasci una Porsche capote abbassata e con le chiavi nel quadro a Napoli non sperare di rivederla il giorno dopo. Se la lasci in quelle condizioni per 7 anni hai fatto una scelta. 
Dove caSSo e' la magistratura per portar via i grillini?

Io spererei, inoltre, che qualcuno faccia una colletta per mandare dei nerboruti con delle fruste nelle sedi dei Grillini. Compito di costoro è picchiarli vigorosamente sulle labbra tutte le volte che chiamano sistema operativo un banale applicativo. 
 secondo i Grillini “il processore” è il mouse di Beppe grillo?


M Nelle giornate di ieri e oggi abbiamo notato dei tentativi di attacchi, simili ai precedenti, che sono stati respinti. La nostra casa era difesa come una fortezza e le nostre telecamere di sicurezza virtuali hanno registrato tutte le tracce lasciate utili per la loro identificazione, che saranno prontamente girate alla polizia postale.

Ancora una volta vediamo un povero idiota che parla di computer senza sapere di cosa casso sta parlando. La prossima volta potreste dargli in mano una di quelle brochure dove si parla della pro vitamina V o dei televisori quattro cappa: uno yabba dabba vale l'altro.

Ma la cosa più importante è che mentre si dicevano questi cumuli di sciocchezze, mancava solo alta definizione e smartphone, il sito è stato penetrato rendendo assolutamente senza senso qualunque tipo di votazione fatta su quello strumento.

Se lo strumento è stato perforato, e non si sa con quale entità, il risultato dello strumento stesso non ha nessun valore.

È stato dimostrata un'intrusione multipla. Non ci sono garanzie di nessun tipo che il risultato dato dal sito di votazione abbia una qualche coerenza con la volontà dei votanti che comunque erano in quantità decisamente esigua per poter parlare in qualche maniera di volontà popolare.

Delle persone serie, evidentemente non i Grillini, venuti a conoscenza di una simile penetrazione avrebbero dovuto come minimo sospendere la pubblicazione dei risultati per analizzare esattamente quanto e come l'attacco avesse modificato i risultati. 

Mancando, come sembra, Una misurazione della profondità dell'attacco i risultati si possono tranquillamente considerare falsi.
A casa mia in matematica un dato alterato è semplicemente inutile
Inutile vuol dire in italiano che qualunque risultato non è un risultato.
In pratica i Grillini non hanno votato. 
È necessario rifare la votazione.

Proviamo a metterla in un contesto un pochetto più ampio come ad esempio la mia città dove siamo in molto di più di 37.000 persone.
Mettiamo di votare su una cosa importante come l le politiche Cittadine.

Cosa succederebbe se si scoprisse che in tutti i seggi ci sono delle schede false? 
Quelle scoperte magari sono relativamente poche ma ovviamente partirebbe un'indagine per sapere cosa è stato fatto.
In un mondo reale simile al mondo dei Grillini informatico scoperte queste schede che sicuramente sono contraffatte avremo il problema di non avere un backup ovvero le schede dell'intera votazione cittadina sono state nel frattempo bruciate. Ricordate il giochino che dissi del frontend?

Mi pare normale, normale amministrazione, che se scopriamo  in molti seggi esserci schede contraffatte ma non possiamo verificare quante sono state,  il sindaco noi non possiamo considerarlo eletto e le le votazioni andrebbero rifatte.

È questo che è successo durante le votazioni di settembre Grilline: sono state scoperte delle schede false. Queste schede false, e le prove che siano per davvero false, sono sotto gli occhi di tutti.

Nessuno sa se esistono altre schede false, e nessuno sa in che quantità.

Le stesse urne che sono state utilizzate in passato sono state modificate dall'esterno senza che nessuno se ne accorgesse fino a quando non è stato esplicitamente dichiarato un furto da parte del ladro.

Nonostante tutte queste certificazioni che il voto è fallato i Grillini godono e consegnano al vincitore del voto, che non è avvenuto, la qualifica di prescelto.

Se tutto ciò di se non vi sembra follia allo stato puro ormai nulla lo e'.



Una nota di demerito va ai media, ai giornalisti, ai commentatori, agli opinionisti, ai soloni dell'informazione che, dall'alto delle colonne dei loro giornali che non compra più nessuno e dall'alto dei loro talk e tg che registrano sempre meno ascolti, si sono messi a giudicare e denigrare, mossi unicamente da fini politici e senza la cultura di base minima per capire quello che abbiamo realizzato.

In questa frase si vede bene la cattiveria del movimento. 
Al di là dei propri meriti o demeriti la diminuzione delle vendite del cartaceo e della televisione tradizionale non è certo da attribuire esclusivamente alla qualità degli stessi ma anche ad una serie di concause sempre più complesse. 
Picchiare duro su questo tasto significa cercare la rissa, tipico atteggiamento delle persone da poco.

Sul avere la cultura minima per capire quello che è stato realizzato, fa un po' ridere.
I Grillini stessi non hanno la più pallida idea di quello che stanno facendo. 
Questo sito che va giù tutte le volte che ci sono più di 10 visitatori contemporanei la racconta molto lunga.

La notizia è che tutti hanno avuto la possibilità di candidarsi (e nessuno è stato spinto a farlo per costruire competizioni farlocche) e tutti hanno avuto la possibilità di votare.

E questo abbiamo visto che è una bugia perché se il sito si è reso indisponibile appena la gente iniziato ad utilizzarlo automaticamente significa che molti non hanno avuto la possibilità di candidarsi o di votare.

La notizia è che siamo proiettati nel futuro, non rivolti al passato.

Anche questa sfortunata frase è di una tristezza infinita. Possiamo raccontarcela come vogliamo ma le centinaia di mezzucci, cambiamenti allo scopo di non tagliar fuori l'amico, purghe e toni da baraccone come quelli che stiamo commentando raccontano esattamente il contrario. I Grillini sono maledettamente rivolti al passato tanto da non saper neppure  utilizzare un computer.




Continueremo anche a investire in tecnologia per rendere Rousseau sempre migliore, funzionale e usabile. Pensate a come era Rousseau un anno fa. Pensate a come è oggi. Pensate infine a come sarà tra un anno.

Il sito un anno fa era un formaggio con i buchi, oggi è uno scolapasta e domani, se non ci saranno cambiamenti, saranno delle penne rigate.

Nel mentre i partiti non hanno uno straccio di programma, non hanno nessun metodo per scriverlo, non hanno un candidato premier, sono dilaniati da lotte interne, insultano come dei bambini invidiosi e lasciano tutte le decisioni ai segretari di partito

Anche qui facciamo ridere i partiti non hanno uno straccio di programma, esattamente come i Grillini salvo che si vuole rendere programma quell'accozzaglia di frasi assolutamente senza senso.

I Grillini, inoltre, hanno avuto grandi lotte interne, si insultano come dei bambini portandosi anche in tribunale e lasciano tutte le decisioni al leader che è un comico. 
Forse era meglio stare zitti.



Vi chiediamo solamente di aiutarci con una donazione, perchè tutto quello che abbiamo realizzato fino ad oggi lo abbiamo realizzato solo grazie al vostro aiuto e al vostro sostegno economico tramite piccole donazioni, non certo sottraendo indebitamente milioni di euro pubblici allo Stato.

Il motivo per cui non avete preso soldi dallo Stato e che non vi siete ancora configurati correttamente essendo in pratica una società privata. Che qualche sprovveduto vi dia dei soldi che questo atto sia in automatico finito nelle mani di malfattori, ricordiamo che gli elenchi dei donatori sono finiti in rete, non gioca a favore


Grazie a tutti e che la forza sia con voi.

il lato oscuro della forza e' molto forte nei grillini. Vogliono essere debellati?

domenica, settembre 24, 2017

grafitari 2



Avendo vicino a casa dei centri sociali abbiamo la sventura di avere in giro dei deficienti che non sapendo cosa fare si divertono a danneggiare le case altrui pittando sulle facciate una serie di proclami che sembrano intelligenti solo a chi li ha inventati .

Il massimo della stupidità avviene quando camminando durante tarda ora becchi uno di questi deficienti che sta verniciando utilizzando la taglina. Non contento di imbrattare il muro di un convento inneggia in maniera bizzarra contro la sorveglianza che considera repressiva.
La difficoltà di ragionamento di questo nostro tomo è già molto evidente dalla soluzione che propone: cospirare per sovvertire... che cosa non è ben chiaro.
Ma il massimo della stupidità si evince dal tipico rumore che proviene dalle tasche del bombolettaro: un cellulare dotato volontariamente del più grande sistema di dossieraggio mai atterrato sulla terra.

Perché essere contro la sorveglianza è bello quando si intende lordare il muro altrui, ma capire che questa oggi viene fatta attraverso gli stupidi che si installano VOLONTARIAMENTE sul telefono cellulare programmi spia come WhatsApp serve almeno un neurone tutto intero.

Il nostro deficiente in pratica è felicissimo di essere spiato, giusto per rispondere alla domanda posta.

giovedì, settembre 21, 2017

led doom



Le LED continuano a mietere sul-cessi.
Dalle mie parti un piccolo sottopasso inaugurato 20 anni fa vollero farlo con un'illuminazione LED.
Il comune in pompamagna ci informa del refitting a LED, parola maGGica per un gran risparmio.
In effetti sembrerebbe ad un pisquano qualsivoglia che ci sia un risparmio, il consumo scende ad un decimo.
Caxxo un decimo e' tanto.
Come puo' succedere?
Come e' possibile tale risparmio quando le LED consumano di piu' delle FL?

Il refitting consiste in 8 strip da 30W sparate in centro al tunnel. Nelle ore diurne sono accese solo le due all'estremita'.
Si passa da 1500W a 60W per il giorno e da 1500W a 240W, per 8h la sera. Una media di 120W circa.

Mentre prima vi erano due file di plafoniere accese da un totale di 26 lampade FL da 58W accese 24h.
Il consumo, ovviamente non banale, 1500W che su 24h sono 36KWh ovvero 13MWh annui (almeno 4000E/y)


Bisogna pero' fare un primo esamino.
Le strip di led sono incollate alla benemeglio in mezzo al cielino dirette verso il basso.
Le strip led illuminano modello cerino spento, hanno un look post-apocalittico alla mad max perche' sono a vista dietro una rete “gabbio per scimmia”.
La prima e' gia' bruciata dopo 6 mesi tirandosi dietro il timer. Qualcuno puo' pensare sia meglio visto che ora consuma meno.
Nonostante la poca luce emessa sono fastidiose, una luce diretta come un'interrogatorio poliziesco. In compenso non vedi la pisciata lasciata dall'extra.


Di carattere opposto l'illuminazione precedente:

Illuminazione laterale/riflessa antiabbagliamento e quantitativamente simile al giorno

Per ottenere questo ai lati del cubicolo misero delle plafoniere ad illuminazione diffusa, con superficie d'emissione ENORME.
Poi negli anni si dimenticarono di fare manutenzione mentre delle aluatte si divertivano a rompere vetri e lampade, mentre il lerciume ventennale ha abbassato la resa mentre le infiltrazioni...

Era gia' un miracolo che dopo 25 anni funzionasse ancora qualcosa.


Appare chiaro che risparmio del 92% non e' ottenuto grazie ai LED ma perche' siamo passati da illuminare un set fotografico, forse eccessivo, ad una cantina con la lampadina penzola messa in maniera casuale senza studio alcuno.

Forse era il caso di fare qualcosa di medio: non certo forse un illuminazione travolgente come la precedente ma neppure uno schifo come le LED “magazzino di doom”.
Il problema si chiama “costi di progettazione”.
Se tu chiami gino l'ortolano a fare l'impianto dopo due vocalizzi e una grattatina in testa bofonchia LED. 
Gino ci mette la griglia che usa per il pollaio per evitare che qualcuno ci metta le dita dentro per avere un'esperienza elettrizzante. Usa il materiale piu' fetido che trova mettendolo come e' abituato: due viti hurg co' fisGHErr!

Uno studio invece prevede il fatto di chiedersi quale sia il risultato che vogliamo ottenere. Implica che un elettrotecnico alzi il sedere e vada a vedere cosa e' meglio fare. Occorre un manager che sappia sfruttare i consulenti. E siccome esiste uno studio (diciamo 2-300E?) si evita l'effetto molesto
Vogliamo andare per forza sul risparmio?
Delle belle plafoniere ip68 fluorescenti con lente incorporata costano meno (20E cad) di quel cesso che hanno montato e garantiscono un po' di luce riflessa essendo molto piu' morbide.
Ovviamente, vista la necessita' di almeno il triplo di luce, consumeranno un filino in piu' ma non cosi' tanto.

Se invece vogliamo che il sottopasso sia considerato meno pericoloso (psicologicamente) la luce dovra' essere MOLTA di piu' e' questo vuol dire molte piu' lampade.

MA ovviamente si preferisce il look da terremotati e la luce da morti di fame per poter dire LEEEEEED!

Mavaffa.

domenica, settembre 17, 2017

grafitari 1






Avendo vicino a casa dei centri sociali abbiamo la sventura di avere in giro dei deficienti che non sapendo cosa fare si divertono a danneggiare le case altrui pittando sulle facciate una serie di proclami che sembrano intelligenti solo a chi li ha inventati .
Prendiamo per esempio questo:
sulla facciata di una casa, comprata magari con un mutuo di trent'anni da un povero operaio, l'imbecille chiede che gli affittuari debbano pagare la pigione così che non si debbano più fare gli sfratti.
Per una volta sono d'accordo con gli imbecilli: se noleggi un bene DEVI pagare l'affitto.


giovedì, settembre 14, 2017

iphone X

Abbiamo gia' visto l'anno passato che apple ormai e' una moda e SOPRATTUTTO i bug e le fesserie volute dai piu' stolti vengano prese come figata pazzesca dalle riviste. Anche quelle piu' "famose".

e' interessante: capire cosa sia il mercato e come accontentarlo. Ed e' interessante che, ancora una volta, nessuno gli dia contro. Salvo per il colossale prezzo...
Anche il prodotto migliore del mondo ha dei difetti o no?

Ma sappiamo che nessuno che parli male del Re venga piu' invitato a corte e non gli forniscano piu' le merendine.

Non ho niente contro i prodotti Apple, sono ben costruiti, hanno un'assistenza migliore della concorrenza e non si puo' dire che non sappiano cosa stanno facendo. Insomma non parliamo del primo cinokoreano che passa di li. 
Ma da questo passare a dire che un telefono top di gamma sia idoneo al 90% della popolazione, ne corre. 
Al massimo, vista la quantita' enorme di roba che esiste sul mercato, dovrebbe essere idoneo al 0.X% del mercato. 
Piu' una curiosita' come le auto della gumpert o della Koenigsegg che della ben piu' diffusa ford.

Invece il 14% in pezzi che, in valore, consegna di fatto 1/5 del  mercato in valore nelle mani di apple. 
Se poi parliamo del profitto, in pratica il 90% del mercato,  idc dice:

L'abilità di Apple di massimizzare il prezzo e minimizzare i costi di produzione è assolutamente impressionante, e l'iPhone continua a generare profitti mostruosi. 

LG, Sony  e HTC perdono soldi ogni volta che vendono un telefono. L'unico che riusciva a fare tanti soldi (spesso  MOLTI) e' samsung ma il note7 ha inciso sull'anno. 
Remeber: tanto profitto e' uguale a vendere a tanto il poco.

comunque a riprova del giornalismo andiamo a vedere cosa dicono i "giornalisti"




partiamo dal display che tutti osannano

Il nuovo iPhone X possiede ora un display completamente rivoluzionato visto che non possiede praticamente cornici

 Io, sinceramente, non ho provato il X ne il 7eccetera. 
Come del resto questi entusiasti non hanno visto un X dal vero.
Ma dire rivoluzionato mi pare tantino, al limite gli affari senza cornici sono un pochetto scomodi. Magari questo no ma ci cominciamo a mettere nell'idea di NON essere un volantino esselunga?

 Apple è migliore degli OLED tradizionali, e infatti non si chiama OLED ma Super Retina.

Mii che fiGGo supercoso megaspaziale ultapixeloso!

Partiamo dal presupposto che l'O-LED e' un display inventato negli anni 90 da kodak che lo usava sulle sue compatte del 2003. Poi i cinokorea hanno osteggiato la tecnologia (la volpe e l'uva) e nel 2014 la definiscono come la migliore esistente perche' comprano le spoglie di kodak. Ad oggi e' la migliore tecnologia LED disponibile. Chi fa il display, con quale caratteristiche? Mistero.


ha una diagonale di 5,8 pollici senza alcun bordo curvo e con una risoluzione di ben 2436x1125 pixel.

BEN? io avrei usato PURTROPPO.  "a pixelli" per l'imbecille.
 Tale risoluzione consuma Gpu "gratis". E la batteria ne soffre. Ah gia' non sappiamo neppure che piffero di batteria monta.
Tale display offre migliorie solo se intendete usarlo con una notevole lente d'ingrandimento. Altrimenti potreste riderne solo.


 Come i nuovi iPhone 8 e iPhone 8 Plus è dotato di un sensore di luminosità che ne aggiusta dinamicamente la temperatura dei colori visualizzati in relazione all’ambiente dove viene utilizzato

Negli anni 80 per il contrasto e, successivamente nei 90 per il colore, telefunken fece gia' dei TV con tali sensori ma ci si accorse che era una puttanata
In the wild correliamo il K a quello che e' dietro o davanti in base ad una serie di paturnie. In pratica ad un occhio non allenato e' indifferente e a quello allenato causa solo incazzatura. Successivamente philips fece un discorso diverso, illuminare la parete con il colore "giusto".  Al marketing non piacque quello che sembrava una lampadina e lo coloro' aumentando le bestemmie degli amanti del colore.
 True tone o true schifezz?

sulla fesseria del pseudo HDR non parlo neppure.
 




La fotocamera posteriore è un’evoluzione di quella presente su iPhone 7 Plus: il sensore è più grande, l’autofocus più veloce,

D'accordo che avete visto la slide e siete in autoerotismo duro. Ma cosa vuol dire "piu' grande"?
Perche' se da 1/4 passiamo ad almeno 1/2" e' bello. Il rumore diviene un quarto, e' quasi foto. A 1" potremmo sperare nella foto.
Ma se da 1/4 passiamo a 1/3.9 non cambia un piffero. Dash lava di piu' (della cenere, immagino). Stessa cosa per l'AF.



il nuovo iPhone X possiede una una fotocamera posteriore a doppio sensore da 12MP ed apertura focale da f/1.8 e dunque capace di catturare molta luce negli scatti anche in ambienti bui.

Abbiamo capito che dovete leccare il bus del gnao. 
Ma come abbiamo ribadito fino allo sfinimento l'apertura focale di 1.8 NON E' PER LA LUMINOSITA'. e' banalmente per evitare che un sensore troppo piccolo subisse la diffrazione del diaframma chiuso. 
Anzi su un un coso del genere il diaframma di 5.6 sarebbe una benedizione. 
Il problema e' che dovrebbe avere un sensore da almeno 2/3". Oltretutto un sensore da 1" con f5.6 potrebbe essere piu' luminoso di quello dell'iphone per i motivi di cui il link sopra.


 l’eliminazione del rumore digitale migliore
Per chi ha fatto del lecchinaggio la sua professione e' tutto OK. 
Per gli altri sappiamo che una qualunque elaborazione e' come capra e cavoli. La riduzione del rumore abbassa la risoluzione reale e la qualita' dei colori va a donnine.
A quel punto e' meglio partire gia' con meno pixel e il rumore non dovremmo andare a interpolare.



 e, rispetto a quanto avviene su iPhone 8 Plus, la stabilizzazione ottica delle immagini è doppia, in quanto adottata anche sull’obiettivo telescopico.

Fanno quasi tenerezza questi imbecilli che non sanno piu' come chiamare un bifocale.
Si, perche se lo chiamiamo bifocale sappiamo subito cos'e', una buona strategia per risparmiare in voga negli anni 60. Non e' "il male", anzi. Chiamarlo zoom e' da "figli di" e ora ci provano con "telescopico"
ma davvero?
Vediamo il VACCAbolario

telescopico
te·le·scò·pi·co/
aggettivo
Proprio del telescopio o delle sue caratteristiche tecniche e funzionali.
  
In biologia: occhi telescopici, allungati e sporgenti dall'orbita in forma di cilindro ricoperto da una grossa lente traslucida, caratteristici di varie specie di Pesci e di Crostacei della fauna abissale, ai quali consentono una maggiore capacità visiva.
 
Nella tecnica, di dispositivi meccanici o altri oggetti costituiti da elementi tubolari capaci di scorrere uno nell'altro.

Bella cosa il vacca. 

Vediamo: la lente del c-tofon e' dispositivo meccanico costituito da elementi tubolari capaci di scorrere uno nell'altro?
non dire proprio

E' un telescopio da 1000mm con fuoco all'infinito e diametro di ingresso importante?
Neanche se ridiamo.

E' percaso dotato di sporgenza cilindrica eccetera?  
Magari, e' piatto.

Oserei dire che bifocale e' vecchio ma adeguato mentre il redattore e' un ignorante. 
La prossima volta cosa useranno: tetrasfogliante? Supercalifragile? galvanoplastico?


Tutto è coadiuvato, come sempre, da un quad-LED flash.

Un LED per definizione non e' un flash, in italiano lampo. Il fatto che sia quadtubbowatto o meno per cercare le chiavi nella borsa va bene nella stessa maniera.  Io non ci perderei un rigo.

Per quanto riguarda i materiali il nuovo iPhone X è completamente rivestito dal vetro con rifiniture nuove in alluminio lucido.
I nuovi smartphone sono tutti certificati IP-67 per la resistenza ai liquidi e alla polvere

 Abbiamo appena visto un Xperia Z2 ma senza connettivita'? Ma non era NUOVO?


Le novità a livello multimediale sono quelle viste con iPhone 8 e 8 Plus e cioè la possibilità di registrare video fino a risoluzioni 4K a 60 fps nonché slow motion a 1080p fino a 240 fps

 Vi e' da chiedersi un paio di cose.
Come fa a fare con un sensore cosi' pessimo un 4K che non sia cacca.
Dove cavolo mette tutta quella roba: un 4K maledettamente compresso beve 200GB in un oretta e con l'HDR promesso passiamo a dimensioni che non esistono neppure a catalogo.
L'unica ipotesi e' che il sensore sia pessimo e per mascherare la cosa comprimano a livelli da far rimpiangere il vecchio PAL che sulle videocassette consumer viaggiava a 25Mbps.
Pippemotion?


la ricarica wireless non poteva ovviamente mancare

Ma anche no essendo una stronzata

Qualcuno si svena sul nome del processore, BIONIC, nientepopodimeno. Mii che fiGGo supercoso megaspaziale ultapixeloso!


Delle altre caratteristiche, quelle importanti, al momento non ne troviamo. 

Non sappiamo nulla MA bisogna incensare e acclamare il RE.
E' bizzarro leggere decine di articoli su un oggetto che il redattore ha visto in TV esattamente come VOI. 
E' Strano che TUTTE le caratteristiche narrate nelle slide siano ottime o positive.
Nessuno si fa domande sulla durata delle batterie dell'osannato processore che dovrebbe dar la paga ad un I5. Perche' possiamo accettare tutto, che consumi la meta', che i pixel siano diretti da una GPU marziana ma se hai a bordo VERAMENTE un processore che martella un intel i5-7360U (15W) montato sul macbook i casi sono due:
1) il mac e' una medda grossa
2) il processore del telefono si beve almeno 10W. X86 non sara' efficiente ma non e' ipotizzabile una differenza fra il giorno e la notte.
E mi dispiace ma con 10W di procio e altri 5 di display GROSSO piu' grosso (scottecs docet) piu' le radio e compagnia cantante a 3.7V sono 5A che gia' portarli in giro per il telefono e dissiparli e' un pochetto da ridere, ma vuol dire o trottling duro o fumarsi la batteria in minuti con il telefono rovente.
Ricordiamo che non sappiamo quanto e' grande la batteria?

e per fortuna che non hanno fatto un colore come il black uber alles tango gay parade ultra.

Non me la prendo con apple, dopotutto e' schiava del peones che con la frusta dei dollari chiede minchiate ma con i giornalisti.

Quasi 1400E sono una workstation portatile di HP.
1400E sono uno scooter 125.
sono un server di marca con tanto di RAID.

1400E sono un telefono molto buono (p2?), un portatile decente di marca e una videocamera panasonic. Siamo sicuri che e' furbo?

1400E sono un VPR piuttosto interessante che apre in due qualsiasi velleita' video del cellulare e avanzano soldi per un minipc da usare a mo' di player.

1400E un buon telefono,una reflex fascia alta di marca , un 18-55 2.8-2.8, un flash di supermarca (metz) e quando vedo le cosacce che fa un telefono mi chiedo ci e' cosi' stolto da usarlo come fotocamera. In piu' mi avanzano i soldi per le stampe.

Perche' di cose con gli oggetti di cui sopra se ne fanno tante e si possono usare per anni. L'iphone X l'anno prossimo ci sara' gia il Xs che sara' uguale ma diverso e alla fine manda le mail esattamente come un telefono da 200E, non ci sono grosse differenze nel vedere il web con dispositivi piu' easy, manda gli stessi SMS e magari non cercano di ruBBarlo. 
Certo che i videogiochi saranno piu' belli, ma non e' detto: nintendo e lucas hanno piu' volte dimostrato che spesse volte non e' l'HW che fa un bel gioco. Anzi, in questi anni abbiamo assistito allo spreco di cicli di clock sulle macchine piu' potenti.

Trollando un pochetto:
Comunque mi dispiace che il lenovo P2 (meno di 190E) non venga piu' realizzato, in ambito professionale e' molto meglio di questo. Ma nessuno ne ha parlato con trasporto.
Anzi parliamo della cinesata okitell 10.000 PRO, molto spregiudicato e coraggioso. Se non fosse per le bustarelle sarebbe passato inosservato.
Parliamo dello zenfone 4 max? Il procio sara' opinabile ma non e' stolto.



Oggi sono cattivo.
oggi?
:-)